Economia e Lavoro

Il Terzo Settore e Banca Interprovinciale per crescere insieme, ogni giorno

Attenzione all'ambiente, al territorio, al sociale. Banca Interprovinciale cresce costantemente e si afferma saldamente al vertice fra le eccellenze italiane delle banche di media capitalizzazione.

Figura essenziale per l'Istituto di credito è Giuliano Davoli, il Vice Direttore Generale di Banca Interprovinciale, da sempre è a guida del settore marketing dell'Istituto di credito emiliano. Professionista con oltre trent'anni di esperienza nel settore finanziario e impegnato quotidianamente nel sostegno attivo del territorio, dal 2009, anno di fondazione di Banca Interprovinciale, contribuisce a formare e affermare l'immagine chiara, fresca e riconoscibile che caratterizza Banca Interprovinciale.

Il Vice Direttore Generale è fortemente legato all'idea di far crescere l'Istituto preservandone la natura di Banca locale, attenta a favorire lo sviluppo del territorio. La missione verde, l'impegno per le associazioni e le onlus del territorio, il legame con il mondo dello sport, in particolare con il ciclismo: tre sono gli elementi fondamentali sui quali opera la Banca modenese, per lavorare ogni giorno con trasparenza e rispetto delle regole e delle persone, e dare risposte concrete alle quotidiane esigenze dei clienti, che siano privati, professionisti oppure imprese

La dematerializzazione dei documenti, l'attenzione in particolare al risparmio energetico nelle filiali e il costante efficientamento delle risorse sono solo alcuni degli esempi di come Banca Interprovinciale attua la propria “missione verde” nel quotidiano.

Ancora più forte, è diventato ormai il legame che l'Istituto ha stabilito e rafforza con il Terzo Settore, promotore di sport, cultura e solidarietà. È proprio un'iniziativa curata dallo stesso Vice Direttore Generale Davoli l'esempio più rilevante di tale impegno: Banca Interprovinciale ha donato ad associazioni culturali e di volontariato, onlus, organizzazioni non governative e polisportive del territorio, centinaia di biciclette verdi, simbolo di attenzione all'ambiente e alla salute, ma anche di forza e determinazione. Valori che Banca Interprovinciale condivide nel suo lavoro quotidiano e che hanno reso la bicicletta un simbolo cui l'Istituto di credito è particolarmente legato.


© Fai Informazione by gnubik.itt

Articoli Simili

Codice Appalti, buone notizie e opportunità nella Val di Chiana

Ci stiamo avvicinando al primo compleanno del Codice degli Appalti, entrato in vigore lo scorso mese di aprile, e si cominciano a tracciare i primi bilanci parziali sugli effetti di queste nuove norme

In Toscana gli appalti aumentano.
Come spiegato dall'Ance Siena, infatti, nel 2016 a livello regionale è stato registrato un incremento sia dal punto di vista quantitativo (1043 rispetto a 861 del 2015 e 603 del 2014) che qualitativo, con gli importi che sono aumentati a 1,3 miliardi, mentre nel 2015 si erano fermati a 853 milioni di euro.
Eppure, anche i costruttori senesi segnalano alcuni punti critici, come la costante diminuzione degli import [...]

Continua a leggere

Veicoli, viaggia veloce il mercato del nuovo e del noleggio

Continuano ad aumentare i dati sulle immatricolazioni di autovetture e macchine industriali, che riprendono il 2017 al ritmo positivo avviato già nello scorso anno.

Il mercato italiano delle auto è in buona salute, e così pure il comparto dei veicoli industriali.
L'ultima conferma arriva dai dati diffusi dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, che rivelano come alla fine di febbraio 2017 i numeri erano complessivamente in crescita rispetto al febbraio dello scorso anno, nonostante i ritmi di crescita robusti di quel periodo e, soprattutto, un giorno lavorativo in meno (per l'anno bisestile passat [...]

Continua a leggere

Provvedimento “Dopo di noi”: cosa c’è da sapere?

La Legge figlia del DDL "Dopo di Noi", ufficialmente accettata dal Governo durante lo scorso Giugno è volta a favorire e tutelare la categoria dei disabili gravi che si ritrovano a fronteggiare la loro delicata situazione di salute senza poter contare su un adeguato sostegno finanziario, affettivo e sanitario da parte delle famiglie d’origine.
Il nuovo provvedimento va ad estendere il fronte di tutele verso la categoria dei disabili gravi, aggiun [...]

Continua a leggere