Scienza e Tecnologie

Il trattamento anticorrosione per il nichel

Il nichel è un materiale estremamente poroso: per migliorare la sua superficie e per occludere in modo idoneo questi piccoli interstizi si procede ad effettuare un trattamento anticorrosione che sarà utile a inibire gli agenti aggressivi. Le porosità del nichel verranno migliorate grazie all’azione del sigillante che sarà in grado di proteggere la superficie dal contatto con gli agenti esterni.
I sigillanti del trattamento anticorrosione sono a base di petrolio e quindi sono molto viscosi: questo attrito varia da un sigillante all’altro ma varia anche in base alla temperatura di lavoro e alla concentrazione. Questi sigillanti possono essere di quattro diverse tipologie e si differenziano dall’ambiente con cui il metallo si trova a contatto e dalle diverse applicazioni:
- r68: negli ambienti industriali questa tipologia viene utilizzata per poter proteggere la superficie nichelata;
- r80: negli ambienti esterni questa tipologia viene utilizzata per agire sulla resistenza (è più concentrato rispetto al precedente);
- r100: spesso questo sigillante viene combinato con la nichelatura ad alto spessore (trattamento al nichel), è adoperato in tutti gli ambienti e quindi è idoneo anche nei casi in cui il grado di aggressività è elevato;
- q100, la resistenza alla corrosione di questo sigillante è simile a quella della tipologia r100, ma rispetto a quel metodo questo resiste molto meglio alla corrosione e ha il vantaggio di avere una minore viscosità (questo si verifica anche a basse temperature).


© Fai Informazione by gnubik.itt

Articoli Simili

Matrici per presse piegatrici: chi le produce a Parma

Scopri l'ampio catalogo di Mora Costruzioni Meccaniche

In numerose aziende del settore meccanico e manifatturiero vengono attualmente impiegate le presse piegatrici, delle particolari tipologie di macchine utensili che – come dice il nome – schiacciano e piegano il materiale di partenza per mezzo di una pressione elevata.
Queste lavorazioni consistono, in pratica, in una deformazione controllata che ha come target la lamiera di metallo.
A tale materiale, che inizialmente è allo stato piano, per mezzo [...]

Continua a leggere

Scale mobili vs. ascensori: qual è l’impianto più efficiente?

In diversi contesti pubblici si possono incontrare simultaneamente due tipi di impianti destinati al trasporto verticale delle persone: gli ascensori da una parte, e le scale mobili dall’altra.
Ognuno può avere le sue preferenze personali nei confronti dell’uno o dell’altro impianto, ma a livello gestionale qual è il sistema di trasporto più efficiente per fare in modo che le persone possano arrivare comodamente dal punto A al punto B nel più bre [...]

Continua a leggere

Pompe sommerse per i pozzi artesiani: ecco le tecnologie più evolute

Sin dagli albori della sua storia l’uomo ha sempre sfruttato le risorse idriche superficiali, come fiumi e laghi, per soddisfare i propri fabbisogni; le civiltà antiche furono le prime a mettere a punto i pozzi per accedere all’acqua presente nel sottosuolo, una fonte ben più stabile di quella legata alle precipitazioni atmosferiche e all’andamento delle stagioni.
Per estrarre l’acqua da questi pozzi occorreva un intenso impegno fisico, oppure si [...]

Continua a leggere