Ambiente e Natura

Insieme per il clima. Al G7 ambiente di Bologna, e con Banca Interprovinciale

Due giorni di incontri per decidere le misure migliori per soccorrere il clima. Domenica 11 e lunedì 12 giugno 2017, a Bologna, si è svolto il G7 Ambiente. Organizzato in occasione della presidenza italiana, che ha portato le grandi potenze mondiali a incontrarsi dapprima a Firenze per parlare di cultura, quindi a Taormina per il meeting principale, quindi nella città emiliana per parlare della Terra, ormai da decenni in costante pericolo.

Un tema più che mai complesso, in particolare da quando gli Stati Uniti, per volontà del nuovo presidente Trump, hanno deciso di abbandonare gli Accordi di Parigi, sanciti durante la Conferenza sul Clima del 2015, che si è svolta nella capitale francese, e fortemente voluti dall'ex-presidente Obama. Nonostante tutto, però, le altre potenze riunite nel G7, ovvero Italia, Francia, Germania, Regno Unito, Canada e Giappone, insieme agli stessi Stati Uniti, avranno un'occasione in più per confrontarsi sulle politiche ambientali necessarie per migliorare la tragica situazione in cui versa, oggi, il nostro pianeta, specialmente in vista della prossima Conferenza (a Bonn, Germania, il prossimo novembre) e dell'Agenda ONU 2030 per lo Sviluppo Sostenibile.

È stato proprio il tentativo di ricucire lo strappo degli USA al centro della discussione, nella speranza di poter firmare un documento comune, in grado di incontrare le idee di Washington con le esigenze ambientali. I principali temi di discussioni sono stati: i rifiuti in mare, le tasse, il riciclo.

L'ambiente, una vera e propria emergenza che dipende, dunque, da accordi internazionali, ma alla cui risoluzione si può contribuire semplicemente, con qualche accorgimento che non richiede né perdite di tempo né costi aggiuntivi. Lo sa bene Banca Interprovinciale, che da sempre si è fatta promotrice di uno stile di vita "green-oriented", puntando su filiali efficienti dal punto di vista dell'energia, sulla dematerializzazione dei documenti e su tante altre azioni che contribuiscono a rafforzare la sua missione verde quotidiana.


© Fai Informazione by gnubik.itt

Articoli Simili

Il pappagallo amazzone: un uccello colorato esotico

Il pappagallo amazzone è un pappagallo dal Centro e Sud America originario delle Amazzoni del Centro America e Sud America.
Nel loro habitat naturale vivono appollaiati sugli alberi.
A causa della distruzione delle foreste quindi alcune specie sono in via di estinzione .
Prendersi cura di un pappagallo amazzone Il pappagallo amazzone è un uccello divertente e molto intelligente,  ha ottime disposizioni di parlare ed è in grado di memorizzare un s [...]

Continua a leggere

Arriva la bella stagione, gli antiparassitari per il cane

ANTIPARASSITARI: ADDIO PULCI E ZECCHE Zecche e pulci sono i principali parassiti dei nostri amici pelosi, che con l'aumentare della stagione estiva proliferano sempre di più.
Tutti i veterinari consigliano di utilizzare antiparassitari tutto l'anno, in particolare durante l'estate.
Si tratta di parassiti ematofagi, ovvero succhiano il sangue quando sono nello stadio adulto.
Anche se vi sono alcune specie che si riproducono sull'animale stesso, ge [...]

Continua a leggere

Cibo adatto per gli animali domestici

Il modo in cui il vostro animale domestico assume gli alimenti animali è molto importante, in quanto questo influisce direttamente sulla sua salute e longevità.
Ma come fare la scelta giusta? Qual è il miglior cibo per il vostro animale ? In commercio ci sono vari tipi di mangimi per animali, e si suddividono in tre tipologie ovvero cibo secco, umido e semiumido.
E una volta che avete trovato il cibo adatto, dovete sapere la quantità che è indica [...]

Continua a leggere