Salute e Benessere

Integratori per il colesterolo: per evitare terapie

Il livello del colesterolo può essere alto, ma non tanto da spingere verso una terapia. È chiaro che sarebbe un errore non intervenire in alcun modo, correndo il rischio che si innalzi a livelli significativi e ci si trova quindi costretti a ricorrere a farmaci. Perciò come recita un famoso slogan: prevenire è meglio che curare. E una buona prevenzione consiste nel mangiare alimenti sani, cucinati attraverso cotture semplici, chiaramente abbinati ad attività fisica giornaliera e si può favorire un buon risultato consumando anche degli integratori per il colesterolo.

Come abbassare il colesterolo in modo naturale? Prima di rispondere alla domanda bisogna ricordare che le malattie cardiovascolari risultano essere la prima causa di decessi in Italia, per questo è consigliabile seguire delle piccole accortezze che aiutano a prevenire l’insorgere delle problematiche legate al colesterolo.

La prima di queste accortezze è seguire delle regole dietetiche, questo non vuol dire seguire una vita fatta di rinunce dal punto di vista culinario. È possibile introdurre nella propria dieta degli alimenti aiutino a mantenere il livello del colesterolo nella norma consigliata.

Uno dei cibi che aiuta a regolare i livelli di colesterolo nel nostro organismo sono le uova. Questo può sembrare paradossale poiché le uova sono un alimento ricco di colesterolo. Ma le uova aiutano il fegato nella produzione di questa sostanza. Ovviamente non bisogna abusarne, ma inserirle in una equilibrata.

Altri alimenti che, se inseriti in una dieta equilibrata regolano il colesterolo sono il cioccolato, le verdure come carciofi, cicoria e melanzane.

Un’altra piccola accortezza da seguire e che si lega alla perfezione alla dieta riguarda la cottura dei cibi. Naturalmente non bisogna esagerare con i cibi cotti mediante frittura e neanche con gli alimenti grassi, ma bisogna prediligere una cottura più leggera e povera di grassi.

Una delle tecniche che maggiormente si adatta ad una dieta sana per regolare il colesterolo è la cottura a vapore. Esistono altre tecniche di cottura indicate sono cucinare con la pentola a pressione e a basse temperature. Questo non vuol dire che ogni cosa che si cucini in una dieta sana ed atta alla regolazione del colesterolo sia scialba ed insipida, oggi esistono molte ricette sfiziose che si basano su questi tipi di cottura.

Un ultimo consiglio che vi diamo prima di concludere è quello di unire ad una dieta l’utilizzo di integratori per il colesterolo che aiutano a mantenere il livello di colesterolo nella norma.


© Fai Informazione by gnubik.itt

Articoli Simili

La casa di riposo di Roncobilaccio più ospitale e a misura di anziano

Scopri tutti i plus di Villa del Sole

Le case di riposo purtroppo potrebbero essere viste come dei luoghi in cui è facile annoiarsi e vivere giornate praticamente tutte uguali l’una all’altra.
È anche per questo motivo che, tanto gli anziani quanto le loro famiglie, non considerano con particolare favore la prospettiva di un ricovero all’interno di una di queste strutture.
È doveroso però ricordare che non tutte le residenze per anziani comportano questo tipo di permanenza; al contra [...]

Continua a leggere

Depressione negli anziani, i sintomi che aiutano a riconoscerla

Individuare la depressione negli anziani è spesso complesso soprattutto perché non amano parlare del loro stato d’animo o delle loro preoccupazioni.
Non è raro che affermino di stare bene quando si chiede loro se si sentano tristi o depressi anche quando effettivamente è così.
Spesso tutto ciò accade perché gli anziani non vogliono essere un peso per le persone che amano e preferiscono affrontare da soli le loro battaglie.
La depressione per gli [...]

Continua a leggere

Declino cognitivo anziani: il test del disegno dell’orologio

Un semplice test da poter fare a casa per verificare la salute mentale di una persona anziana

Il test del disegno dell’orologio è un semplice test che viene utilizzato spesso per diagnosticare la presenza di problemi neurologici nelle persone e, in particolare, negli anziani la presenza di demenze o Alzheimer.
In ambito medico viene utilizzato in combinazione con altri test volti a uno screening più approfondito ma anche se utilizzato da solo può riuscire a fornire indicazioni molto utili sulle abilità cognitive di una persona.
Come viene [...]

Continua a leggere