Economia e Lavoro > Finanza

Investire in Romania

Un modello di business vincente

Oggi avviare una nuova società in Romania è una operazione alla quale guardano con grande interesse tantissime aziende ed imprenditori italiani, così come tanti sono coloro che hanno già intrapreso questa strada negli ultimi tempi. Le ragioni di tale preferenza sono da ricercare sicuramente nei costi del lavoro decisamente più bassi in questo paese rispetto l’Italia, ma anche nella sua continua crescita economica e alla ritrovata stabilità politica e sociale che la Romania sta vivendo in questo periodo storico. Aprire una società in Romania è decisamente più semplice ed economico rispetto l’Italia, basti pensare che il capitale sociale minimo per l’apertura di una srl è di circa 50€, e le pratiche burocratiche sono decisamente più snelle e meno complicate. L’insieme di queste condizioni favorevoli ha determinato un crescente interesse da parte di aziende ed imprenditori italiani, tanto che oggi le aziende del nostro paese registrate in Romania sono oltre trentamila.

Investire in Romania è diventato quindi un business molto appetibile, ed è per questo motivo che vi è una continua richiesta di informazioni al riguardo da parte di aziende ed imprenditori italiani, i quali hanno necessità di approfondire la materia e capire con esattezza quali possano essere i costi e le procedure legali necessarie per avviare qui il proprio business. Expand2east aiuta gli utenti a comprendere meglio queste dinamiche e come muoversi per avviare la propria attività in Romania, ma va comunque sottolineato che a prescindere dalla convenienza economica di tale operazione sarà necessario mettere in campo tutta la propria professionalità, ed offrire prodotti o servizio all’altezza delle aspettative dei potenziali clienti. La concorrenza in loco è infatti agguerrita, e per poter conquistare la propria nicchia di mercato è indispensabile superare i propri competitor offrendo servizi di grande qualità, che possano convincere i consumatori ad acquistare.


© Fai Informazione by gnubik.itt

Articoli Simili

Definizione di fair value

L’ espressione fair value significa letteralmente “valore equo”, ma assume sfumature di significato diverse a seconda degli ambiti di applicazione.
Nei bilanci che adottano i principi contabili IAS/IFRS, il fair value si definisce come il valore corrispettivo a cui un’attività può essere scambiata durante una libera transazione tra le parti.
Quali soni i principi contabili internazionali con l’uso del fair value I principi contabili internazional [...]

Continua a leggere

La complessità degli investimenti

Investire, in generale in obbligazioni, titoli di stato e ancora nei ben più famosi BTp di cui si parla tanto oggi, risulta quanto mai complicato, il mercato economico è quello che detta le gole ma il rendimento BTP globale non si trova in equilibrio stabile ma al contrario risulta in caduta da circa 30 anni, con costanti oscillazioni, presenti in particolare negli ultimi anni.
I rendimenti di un bond riflettono tre elementi: il primo è il livell [...]

Continua a leggere

Prezzo Oro e Argento secondo la Relazione GSR

Sul mercato dei metalli preziosi esiste un parallelismo che accomuna le quotazioni di oro e argento, una relazione conosciuta anche come gsr ovvero gold silver ratio.

L'argento è da sempre considerato l' alter ego povero dell'oro, il metallo prezioso più comune da utilizzare per dare valore a monete, oggetti e gioielli.  Sul mercato dei metalli preziosi esiste un parallelismo che accomuna le quotazioni di oro e argento, una relazione conosciuta anche come gsr ovvero gold silver ratio.
Secondo questa relazione tra argento e oro esiste una proporzione attraverso la quale si può stabilire se i prezzi dei singoli [...]

Continua a leggere