Tempo libero > Hobbies

Kayak: come scegliere la tipologia giusta

Praticare uno sport, è noto, è salutare ed è anche divertente se vi è la possibilità di praticarlo all’aria aperta. Uno degli sport, a torto, considerato minore, ma che richiede molta preparazione fisica, tecnica e senso dell’equilibrio è il kayaking che si pratica tutto l’anno, ma le condizioni ottimali si trovano in primavera ed estate. L’attrezzatura per praticare questo sport non è tanta, ma è decisamente ingombrante e richiede un minimo di manutenzione, ma non è affatto un problema il noleggio del kayak, l’importante è conoscere le diverse tipologie per scegliere quello più adatto alla propria conformazione fisica e alla propria preparazione.

Quali sono i tipi di kayak?

La prima cosa da distinguere è la differenza tra canoa e kayak. La canoa si conduce in ginocchio e la pagaia ha una sola pala con cui remare su un solo lato alternativamente. Esistono diversi modelli di pagaia. Il kayak, invece, si differenzia dalla canoa per l’uso di una pagaia a doppia pala con la quale si manovra l’imbarcazione su entrambi i lati e la posizione è seduta. Il kayak, inoltre, è più lungo della canoa: 2 metri per quello impiegato su acque schiumose e torrenziali e 5 metri, il kayak standard.

Relativamente al kayak bisogna fare un’ulteriore distinzione in tre gruppi:

  • Kayak a uso ricreativo: noti anche con il nome di kayak da turismo o all round. Sono ideali per le pagaiate su acque placide come laghi e fiumi. Sono larghi e corti (tra 2 e 4 metri), maneggevoli nel curvare e confortevoli perché raggiungono il giusto compromesso tra stabilità, manovrabilità e direzionalità, validi anche per i principianti.

  • Touring kayak: si usano per le lunghe distanze o per affrontare tratti di mare. Sono lunghi e capienti (tra 4,90 e 5,80 metri), hanno lo spazio per portare tutto il necessario per viaggi di più giorni (tende, sacchi a pelo, viveri). Sono meno agili in manovra, ma più stabili.

  • Kayak per le acque bianche: l’espressione indicai corsi d’acqua tumultuosi e le la rapide. Sono imbarcazioni corte (non superiori ai 2 metri), poco stabili, un po’ indomabili, ma agili in manovra. Il fondo è piatto o poco arrotondato con una forma a banana per affrontare meglio le rapide. Questa tipologia di kayak è indicata per chi ha già esperienza con queste imbarcazioni e ama le attività adrenaliniche.

Come scegliere il kayak?

Acquistare o noleggiare un kayak presuppone una serie di valutazioni. Esiste la possibilità di noleggiare online attraverso siti specializzati come Paddlelab, si risparmia qualcosa, ma il prezzo non è l’unica discriminante da considerare; molto dipende dall’uso che se ne vuole fare, dalle possibilità di trasporto, dalla durata.

Per scegliere il kayak, la lunghezza è una delle prime cose da considerare. I kayak più lunghi sono quelli più stabili e con i quali si fatica di meno, sono veloci e filanti, ideali per le gite fuori porta, ma non molto pratici da trasportare. I kayak corti sono più facili da trasportare anche con automobili di medie dimensioni, ma sono più “nervosi” nelle manovre in acqua, perché sono meno stabili e presuppongono una solida preparazione di base. A parità di materiali, i kayak corti costano di meno.

Altro elemento da considerare è la larghezza: quanto più è largo, tanto più è stabile, ma anche più faticoso da pagaiare. Un kayak stabile ha il fondo quasi piatto con angoli ben pronunciati tra il fondo e i lati. La forma a “V”, invece, esalta l’agilità a scapito della stabilità, è più veloce, taglia l’acqua, ma non è ideale per galleggiare placidamente sull’acqua, almeno ché non si abbia un grande equilibrio o si sappia come riemergere se l’imbarcazione si inclina o capovolge in acqua.

Per capire il grado di stabilità di un kayak bisogna osservare il rocker (la punta): se è pronunciata e arcuata (come una banana) il kayak è in grado di affrontare bene le onde e le rapide fendendole, se il rocker è poco pronunciato, il kayak resiste meglio alle turbolenze, ma è più pesante e gira con minor facilità.


© Fai Informazione by gnubik.itt

Articoli Simili

Globmall Android 6.0 TV Box, uno dei migliori sul mercato

Dopo tantissimo tempo vi siete decisi di acquistare un Android TV Box ma non sapete su quale puntare? Ovviamente la scelta non è delle più semplici considerando che in commercio ne esistono davvero tanti, in particolare il tutto viene ancora più in salita se in tale settore vi trovate alle prime armi.
Globmall Android 6.0 TV Box: a cosa serve? H2 Detto ciò, a nostro modo di vedere, uno dei migliori Android TV Box attualmente in commercio è senza [...]

Continua a leggere

Polar M200 Orologio GPS con Cardiofrequenzimetro Integrato

Alla ricerca di un ottimo cardiofrequenzimetro che vi possa soddisfare nel corso della vostra attività fisica? Noi personalmente vi consigliamo di affidarvi ad un prodotto targato Polar, una delle aziende migliori in questo settore.
Con esattezza il prodotto che prenderemo in ballo nell'appuntamento odierno è il seguente: Polar M200.
Andiamo ad analizzarlo meglio.
Polar M200 Orologio GPS: recensione e prezzo H2 Siamo davanti ad un prodotto di qua [...]

Continua a leggere

Air Hogs 6022866 – Rollercopter, prezzo e recensione

Alla ricerca di un drone di qualità? Sappiate che siete fortunati perché oggi siete piombati proprio nel sito che fa al caso vostro.
Nell'appuntamento odierno infatti abbiamo deciso di selezionare uno dei migliori droni attualmente disponibili all'acquisto su Amazon.
Come da titolo stiamo parlando dell'Air Hogs che ora passo per passo analizzeremo meglio.
Siamo davanti ad un bellissimo prodotto radiocomandato che volta e corre su qualunque superf [...]

Continua a leggere