Servizi

L'amianto causa il cancro?

Approfondimento tra le possibilità di sviluppare il cancro se esposti alle polveri di amianto

I ricercatori usano due tipi principali di studi per cercare di determinare se una sostanza provoca il cancro o meno.

Studi sulle persone: un tipo di studio analizza le percentuali di cancro verificatesi in diversi gruppi di persone. Tale studio va di solito a confrontare la percentuale di casi in un gruppo esposto ad una sostanza come l’amianto con la percentuale di casi in un gruppo non esposto ad esso, e confrontare questo con la percentuale di cancro esistente nella popolazione nazionale. Tuttavia, può essere difficile sapere cosa significano i risultati degli studi, poiché molti altri fattori possono influenzarne i risultati.

Studi di laboratorio: negli studi di laboratorio, gli animali vengono esposti ad una sostanza (spesso in dosi molto elevate) per vedere se provoca tumori o altri problemi di salute. I ricercatori potrebbero anche esporre alla sostanza normali cellule su una piastra di laboratorio, per vedere se provoca i tipi di cambiamenti osservati nelle cellule tumorali. Non è sempre chiaro se i risultati di questi tipi di studi saranno poi applicati all'uomo, ma gli studi di laboratorio sono un buon modo per scoprire se una sostanza può causare il cancro o meno.

Nella maggior parte dei casi nessun tipo di studio fornisce prove sufficienti da solo. Pertanto, i ricercatori generalmente analizzano sia gli studi sull'uomo che quelli di laboratorio quando cercano di scoprire se qualcosa causa il cancro.

Ci sono prove ottenute attraverso diversi studi, effettuati sia sulle persone che negli animali da laboratorio, che dimostrano che l'amianto può effettivamente aumentare il rischio di sviluppare alcuni tipi di cancro.

Quando le fibre di amianto nell'aria vengono inalate, possono aderire al muco della gola, alla trachea, ai bronchi (principali vie aeree dei polmoni) e possono essere rimosse quando si tossisce o deglutisce. Ma alcune fibre raggiungono la fine delle vie aeree minori nei polmoni o penetrano nel rivestimento esterno del polmone e della parete toracica (pleura). Queste fibre possono irritare le cellule polmonari o la pleura, causando infine il cancro ai polmoni o il mesotelioma.

Questo è il motivo per il quale è bene effettuare lo smaltimento amianto se in casa sono presenti strutture che contengono questo materiale e che rappresentano già un potenziale pericolo per coloro i quali vivono in quel determinato ambiente.


© Fai Informazione by gnubik.itt

Articoli Simili

Matrimonio a Roma: le location più belle

Album di matrimonio: le location per le foto a Roma

Il dubbio principale di ogni coppia di sposi che si rivolge a un Fotografo di Matrimonio a Roma è quale location scegliere per realizzare gli scatti prematrimoniali e quelli da novelli sposi.
La città eterna, infatti, offre diversi spunti e scenari da favola, che possono fare da sfondo agli scatti del vostro album fotografico del matrimonio.
Vediamo in questo post alcuni esempi a cui ispirarsi, senza dimenticarsi di chiedere sempre consiglio al F [...]

Continua a leggere

Logya, l’azienda di Pomezia specializzata nella distribuzione e logistica prodotti medicali

Logistica e distribuzione prodotti medicali, presidi medico-chirurgici e persino produzione e vendita di creme di bellezza all’acido ialuronico: è questo il curriculum di Logya

Logya è una società di Pomezia da anni impiegata nel settore sanitario, e che al momento può vantare un curriculum di tutto rispetto.
Un curriculum che parla di distribuzione e logistica prodotti medicali, ma che include anche una serie di competenze appartenenti al settore del beauty.
In tal caso si parla delle nuove creme di bellezza all’acido ialuronico, sviluppate dalla nuova business unit di questa azienda.
Dopo aver fatto proprio un compart [...]

Continua a leggere

Refrigeratori acqua, cosa sono e perché andrebbero acquistati

I refrigeratori d'acqua sono depuratori dotati di un sistema refrigerante, che permettono di refrigerare 1 litro di acqua fredda in soli 30 secondi.

I refrigeratori d’acqua, con osmosi inversa integrata, non sono altro che depuratori d’acqua dotati però di un proprio sistema refrigerante, che permette di mantenere una temperatura costante e perfetta per l’utilizzo alimentare.
Questi dispositivi sono direttamente collegati alla rete idrica domestica e permettono di ottenere 1 litro d’acqua fredda (di qualità superiore…) in soli 30 secondi, grazie appunto all’uso di speciali filtri ad osmosi in [...]

Continua a leggere