Servizi

L'importanza del microchip per i cani

Il cane viene definito da sempre  il miglior amico dell’uomo e rappresenta l’animale domestico per eccellenza, tanto da essere presente in  una casa su due.
Nel corso degli anni la cura e la sicurezza degli animali, in particolar modo dei cani, hanno subito una netta regolamentazione cominciata con i tatuaggi identificativi e proseguita con l’installazione dei microchip.

La legge, che obbliga tutti i padroni ad installare un microchip nel cane di qualsiasi razza e dimensione, risale al 2005 ed è conseguente alla creazione nel 1991 di un’anagrafe regionale per cani dove è possibile scoprire tutte le informazioni sull’animale che andiamo ad acquistare o che ci viene regalato.

Per quel che riguarda l’installazione di microchip nel cane ci sono delle regole ferree. Il padrone deve essere maggiorenne e incensurato e la residenza deve essere nella Regione di competenza dell’Asl e del veterinario che andranno a impiantare il microchip nel cane.

Il microchip può essere impiantato solo da quei veterinari autorizzati dalla Regione e dall’Asl e non presenta un costo particolare, infatti  si paga solamente la visita di base dal veterinario.
Con lo sviluppo del microchip i padroni hanno avuto diversi vantaggi come ad esempio  quello che in caso di cani smarriti,  si può rintracciare attraverso il microchip in cui sono inseriti i suoi dati. Questo inoltre  può scoraggiare anche qualche furbetto che durante l’estate vuole abbandonare il suo cane, visto che dal microchip è possibile risalire al padrone.

Attraverso il microchip possiamo essere informati su tutto quello che riguarda l’animale, comprese malattie precedenti e se per caso non è stato sottoposto a delle specifiche vaccinazioni.
Come funziona il microchip per cani
Il microchip è una capsula di vetro biocompatibile che presenta una misura di circa  11x2 mm, che non provoca nessun danno al cane.

Questo presenta una tecnologia R.F.ID ( Radio Frequency Identification) che permette ai veterinari abilitati, attraverso l’emissione di onde radiofrequenza, di leggere con un particolare lettore  il codice numerico a 15 cifre dove è contenuta la storia del cane, dalla sua nascita  a quelli che sono stati  i suoi relativi padroni.

Il microchip per cane viene inserito con un’iniezione sottocutenea nella zona laterale sinistra del collo,  la puntura viene fatta con siringa monouso e non provoca nell’animale alcun dolore.


© Fai Informazione by gnubik.itt

Articoli Simili

Fotoecommerce.it

Foto di qualità per e-Commerce

Un e-Commerce che si rispetti deve presentare sicuramente una struttura semplice da utilizzare per l’utente, consentendogli di portare a termine un acquisto in pochi click, e di fornire tutte le informazioni utili circa i prodotti offerti e le loro caratteristiche.
Ma più di ogni altra cosa, ciò che conta maggiormente in un e-Commerce è la qualità delle immagini con la quale vengono mostrati agli utenti i prodotti.
Immagini di scarsa qualità, rea [...]

Continua a leggere

4 vantaggi dei gadget pubblicitari personalizzati

L’uso di gadget pubblicitari per le proprie campagne garantisce visibilità e occasioni per costruire nuovi rapporti commerciali, il tutto con un costo alquanto contenuto.

Al giorno d’oggi la pubblicità ha ormai mille volti (per lo più digitali) e, tra questi, rischia di perdersi uno dei più fondamentali: quello dei gadget pubblicitari.
Ma nell’epoca dei social media e dei siti web, vale ancora la pena dedicare tempo e risorse agli articoli promozionali? La risposta è… assolutamente sì! E ci sono 3 validi motivi per farlo.
Ecco quali.
  1.      Visibilità duratura   Uno spot in televisione dura pochi minuti, un pos [...]

Continua a leggere

Imballaggi per il trasporto di merci pericolose: cosa dice l’UN3373?

L’UN3373 è una delle normative che regola le caratteristiche e l’utilizzo degli imballaggi per il trasporto di merci pericolose.

Il packaging e gli imballaggi per il trasporto di merci pericolose sono uno degli aspetti più critici della logistica e dal loro impiego dipende la sicurezza e la buona riuscita dei trasporti.
Per questo è sempre fondamentale seguire le indicazioni delle varie normative a riguardo, in particolare dell’UN3373.
  Cosa dice esattamente questo documento? Innanzitutto, definisce 3 obiettivi fondamentali per quanto riguardi i trasporti, ossia: Assicura [...]

Continua a leggere