Edilizia e Costruzioni

L’importanza della progettazione e del montaggio del magazzino

Nelle moderne strutture di magazzino, non basta una progettazione attenta ed approfondita secondo i parametri tecnici delle norme di progettazione del settore. Occorre infatti tenere conto di un aspetto meno considerato ma altrettanto fondamentale: la corretta esecuzione del montaggio delle strutture. In questo ambito le regolamentazioni di riferimento si sono evolute e nel 2009 è stata pubblicata la nuova normativa europea UNI EN 15620, dal titolo “Sistemi di stoccaggio statici di acciaio - Scaffalature Portapallet - Tolleranze, deformazioni, interspazi”.

Questa norma, che subentra alla precedente linea guida, dà maggior risalto alle tolleranze sulle pavimentazioni che ospitano le strutture, catalogando in 4 classi (da 100 a 400) le varie tipologie di scaffalatura portapallet.

Le tolleranze di montaggio più “semplici” sono quelle legate alle strutture di classe 400, dove troviamo le classiche scaffalature portapallet. Nella classe 300 sono invece comprese le strutture portapallet servite da carrelli trilaterali, mentre a 200 e 100 troviamo le strutture servite da trasloelevatori.

Come è facile immaginare, le tolleranze di montaggio sono ovviamente più restrittive quando ci si avvicina alla struttura servita da trasloelevatore automatico, che necessita di una geometria assolutamente precisa, con tolleranze di verticalità, di allineamento e di flessione ridottissime. Da questi dati, si capisce quindi molto bene come un corretto e preciso montaggio sia fondamentale per soddisfare in pieno le esigenze molto ristrette imposte dalla presenza di sistemi automatici.

Passando invece ad analizzare le problematiche relative alle strutture autoportanti a grande altezza (che sono soggette al carico di neve e vento, oltre al sisma) le dinamiche di progettazione e montaggio arrivano ad assumere un ulteriore e massima rilevanza. È quindi di basilare importanza la precisa esecuzione del montaggio, soprattutto alla luce di un impiego della struttura in 3 situazioni classiche: nel tempo, utilizzata quasi sempre al limite delle sue capacità e con sollecitazioni affatto trascurabili.


© Fai Informazione by gnubik.itt

Articoli Simili

Box in legno per il giardino

Architettura del giardino Un bel giardino non è fatto solo di aiuole fiorite e coltivate regolarmente.
Comprende anche l'architettura del giardino integrata in esso.
Le case in legno da giardino sono perfette da inserire in una pianificazione del giardino magari adiacente a una casa unifamiliare.
Per avere un posto in più esterno alla casa dove riporre oggetti e attrezzi è quindi molto utile un pratico box in legno per ordinare il giardino.
Quest [...]

Continua a leggere

ROMIchem

Coadiuvanti di macinazione per carbonato di calcio

Sin dal 2008, anno della sua fondazione, ROMIchem si distingue nel suo settore per la produzione e vendita di ottimi coadiuvanti di macinazione per carbonato di calcio.
A rendere particolare prima ancora che unica la produzione di questa importante realtà del territorio lombardo è la possibilità di personalizzare la produzione e dunque adattare la formulazione in base a quella che sarà la destinazione d’uso del prodotto, così da offrire performan [...]

Continua a leggere

Casetta da giardino di legno

Casette da giardino Le casette in legno sono manufatti molto utili da tenere in giardino, come ripostiglio per oggetti e attrezzi.
Ci sono sul mercato varie tipologie di casette di legno, di varie misure e forme, per accontentare tutti.
Le aziende costruttrici di casette molto spesso hanno anche un fornito e commerce dove vendono i loro prodotti dal produttore al consumatore senza intermediari, in modo da potere abbassare il prezzo anche del 60%. [...]

Continua a leggere