Economia e Lavoro > Professioni

L’utilità di un tampone per timbri

I timbri hanno avuto sempre un fascino tutto loro. Un essere umano deve poter esprimere il proprio estro creativo anche grazie a determinate forme e colori di ogni varietà. Esiste ogni tipo di timbro, però una stampa è caratterizzata dall’inchiostro usato per imprimere il disegno. Liquidi pigmentosi di diversi colori per stampare disegni grandi, scritte, marchi, loghi e quanto la mente umana possa immaginare. Chi è maldestro sa bene che le macchie sono in agguato, quindi ecco la genialata: il tampone di inchiostro. Se prima si usava stampare una forma usando scodelle e tamponando l’eccesso, con un semplice cuscinetto imbevuto si può andare avanti a timbrare all’infinito, o almeno, finché il timbro o il braccio resistono al movimento continuo e ai colpi dati!

Differenze reali tra un cuscinetto imbevuto e l’altro.

I tamponi per timbri non sono altro che dei dischi o dei rettangoli di vario materiale imbevuti di inchiostro colorato o inchiostro nero. Tutti adottano il principio della spugna, ossia assorbono il liquido e lo trattengono cercando di non farlo seccare del tutto, pronto per essere usato. Non è tanto il materiale di un tampone a migliorare o peggiorare lo stampo, quanto la tipologia dell’inchiostro e alcuni accorgimenti da adottare, onde evitare di combinare dei disastri.  Prima di tutto, dipende quale superficie deve essere impressa: esistono tamponi per timbri già imbevuti con l’apposito inchiostro, dai cosiddetti tamponi all-purpouse ( tutti gli usi) al tampone per disegno, con inchiostro atossico adatto ai bambini (e soprattutto lavabile, caratteristica da non sottovalutare). Esistono anche i cuscinetti per timbro autoinchiostrante, da sostituire qualora il tratto risultasse sbiadito, e la grande novità, ossia il kit per timbrare, composto da timbro personalizzato, boccetta di inchiostro, tampone rettangolare. In pratica, si versa una piccola quantità di inchiostro sul tampone per impregnarlo e lo si può ricaricare fino a quando la gomma non si lacera per l’usura. Decisamente un’idea adatta a chi predilige il riciclo.


© Fai Informazione by gnubik.itt

Articoli Simili

Il gestionale cloud che semplifica la vita a commercialisti

L’obiettivo primario è stato quello di creare gestionale assolutamente innovativo, un software capace di raccogliere materiali, dati, deadeline, documenti.
Il tutto in un’unica dashboard semplice ma assolutamente intuitiva.
Un software interamente cloud, all’avanguardia in termini di sicurezza utilizzabile da più dispositivi, anche mobili.
SkyAccounting Commercialisti è una piattaforma pensata per il commercialista e per i suoi clienti, dove cond [...]

Continua a leggere

Come scegliere il detergente disinfettante per pavimenti

Scegliere il detergente disinfettante più adatto per pulire i pavimenti è molto importante, in quanto permette di assicurare il massimo grado di igiene e pulizia in tutta la casa.
I pavimenti, infatti, devono essere disinfettati al meglio, con il prodotto più adeguato ai materiali specifici.
  Caratteristiche del detergente Si possono scegliere detersivi per il marmo, altri per il parquet, altri per la porcellana e così via.
Esistono inoltre degl [...]

Continua a leggere

La carta a modulo continuo a piste fisse in pura cellulosa

Una buona carta è sinonimo di lavoro svolto con grande attenzione e precisione ed in grado di soddisfare ogni propria richiesta al termine dello stesso.
Quando la carta è importante Molto spesso si tende a sottovalutare la qualità che la carta possiede ed i vantaggi che derivano dal suo utilizzo.
Questi particolari errori altro non fanno se non rendere la situazione meno semplice rispetto a quanto essa dovrebbe essere.
Sfruttare un tipo di carta [...]

Continua a leggere