Economia e Lavoro > Finanza

La complessità degli investimenti

Investire, in generale in obbligazioni, titoli di stato e ancora nei ben più famosi BTp di cui si parla tanto oggi, risulta quanto mai complicato, il mercato economico è quello che detta le gole ma il rendimento BTP globale non si trova in equilibrio stabile ma al contrario risulta in caduta da circa 30 anni, con costanti oscillazioni, presenti in particolare negli ultimi anni.
I rendimenti di un bond riflettono tre elementi: il primo è il livello di rischio di rimborso legato alla società che ha emesso il titolo di debito; il secondo è la durata, nella maggior parte dei casi più lontana è la scadenza maggiore è il rischio e più alto il rendimento; il terzo riguarda le aspettative future di inflazione, da cui il rendimento dipende.
Tuttavia è la somma di questi tre elementi in costante cambiamento a determinare i prezzi di un bond e quindi i rendimenti effettivi che in genere si muovono in direzione opposta rispetto ai prezzi.

Andamento degli ultimi decenni

Negli ultimi trent’anni vi sono stati casi specifici come quello della Grecia costretta ad accettare dei piani di ‘’salvataggio’’ dall’inevitabile bancarotta, ancora oggi infatti la povertà in Grecia risulta fortemente presente. Ma a parte dei casi particolari, mediamente, il rendimento è diminuito, i prezzi che, come abbiamo detto, si muovono  al contrario sono saliti offrendo svariate possibilità a chi li acquistava che si ritrovava a beneficiare sia delle cedole fisse ma anche della possibilità di rivenderli senza ostacoli anche prima della scadenza.

La situazione attuale

Recentemente ci si è chiesto che tutto continuerà ad essere così, molti credono che la corsa positiva sia finita e che presto si assisterà ad un’inversione, facendo abbassare i prezzi.
Per tale ragione risulta inevitabile e necessario cambiare il punto di vista che fino ad ora il risparmiatore ha dei BTP e sui Titoli di Stato più affidabili, esenti da grossi rischi.
La realtà è però ben altra, con i titoli di stato si corrono dei rischi e chi ha acquistato il nuovo BTp lo scorso ottobre lo sa bene poiché il prezzo è passato da 99 a 82, venderlo oggi, infatti, significherebbe perdere circa il 17% del capitale investito; gli ultimi mesi ci hanno dunque dimostrato i rischi dell’investimento, soprattutto sulle lunghe scadenze, il mercato azionario sarà anche una certezza, ma sicuramente non è stabile, sicuramente questo non deve fare desistere dall’investimento, ma spingerà sicuramente ad una maggiore attenzione.


© Fai Informazione by gnubik.itt

Articoli Simili

Reddito di cittadinanza e sanzioni

Secondo quanto disposto dalla legge di conversione del D.L. 4/2019in materia di reddito di cittadinanza,

’Inps deve sanzionare i beneficiari, se si violano le norme di disciplina, eccetto quelle penali, e disporre la disattivazione della Carta Rdc, se si decade dal beneficio, nonché il recupero dell’indebito erogato.
Per quanto riguarda i beneficiari è possibile essere sanzionati penalmente se si rendono o si utilizzano dichiarazioni e documenti falsi o attestanti circostanze non vere per ottenere il reddito di cittadinanza (reclusione fino a 6 anni [...]

Continua a leggere

Zucchero dolce al palato, ma quanto è amaro il suo mercato

Prezzi in profondo rosso per il dolcificante più famoso al mondo. Colpa dell'eccesso di offerta

Tra le tantissime commodity sulle quali gli investitori tengono i fari accesi, l'attenzione negli ultimi tempi è molto focalizzata sullo zucchero.
I prezzi del dolcificante più noto al mondo stanno sprofondando, schiacciati da un’offerta ingente, che squilibra il mercato.
Mercato squilibrato verso l'offerta Sul mercato delle commodities, i futures sullo zucchero bianco sono in calo per il settimo mese consecutivo.
Ormai i prezzi si stanno avvicin [...]

Continua a leggere

Soldi virtuali, anche Facebook finisce nel mirino per via di Libra

Il vuoto normativo che riguarda le valute virtuali preoccupa le autorità monetarie

Qualche tempo fa, il colosso social Facebook scosse i mercati annunciando l'intenzione di lanciare i propri soldi virtuali.
La valuta digitale - col nome di Libra - che dovrebbe vedere la luce nel 2020, finora però non ha incassato grandi consensi.
Anzi più che altro ha ricevuto diversi avvertimenti minacciosi.
Le critiche ai soldi virtuali e a Facebook Il primo arrivò ad inizio estate dalla coppia Powell (capo della Federal Reserve) e Trump (pre [...]

Continua a leggere