Economia e Lavoro > Finanza

La creazione di società offshore ai nostri giorni

La creazione di società offshore oggi è molto diffusa sopratutto per quelle aziende e realtà che si trovano in paesi con una grande pressione fiscale.
Quindi decidono di sostare la loro sede o sedi staccate in paesi considerati paradisi fiscali dove è possibile creare società offshore.

Per creare una società offshore non si devono fare di solito troppi passaggi dato che anche la burocrazia è minore in tali paesi.

Ad esempio si può creare in Inghilterra con pochi passaggi, basta aprire la partita iva e iscriversi al Registro delle Imprese e il tutto si può fare anche online, ma se non ci si sente molto esperti ci si può affidare a una finanziaria del posto che possa seguire tutti i passaggi uno dopo l'altro .

Queste finanziarie offrono la loro consulenza e anche spesso un pacchetto per creare società offshore che consta in un conto corrente aziendale ad hoc, una casella postale in loco per un anno e un indirizzo per un anno fino che la ditta non avrà trovato una adeguata sistemazione.

Quindi aprire una società offshore conviene sotto molti punti di vista e consente in tutta legalità di risparmiare delle tasse e potere proteggere il proprio capitale e fare un ottimo investimento finanziario.

Una società offshore è una società in esenzione d'imposta per cui non è consentito di esercitare la sua attività nella giurisdizione di costituzione. Le società offshore sono società non residenti nel paese dove risiedono i titolari. In contrasto con le società offshore ci sono anche le aziende chiamate "on-shore", che sono invece residenti.

Questa definizione è infatti il "vero" giurisdizioni offshore (spesso isole), ma è anche possibile creare società offshore in paesi come la Svizzera, Irlanda, Hong Kong o Singapore, dove vige una tassazione ridotta, e con la possibilità di avere anche le attività locali in aggiunta alle vostre attività internazionali.



 


© Fai Informazione by gnubik.itt

Articoli Simili

Segreto bancario in Svizzera

La Svizzera, che gestisce il 25% delle attività estere depositate con le sue 266 banche che   da oggi devono dire addio al suo sacro suo segreto bancario  , che le ha permesso di attirare fortune per decenni, ma era stato già incrinato negli ultimi anni da pressioni internazionali.
La Svizzera, che ha goduto per anni di un sistema bancario impenetrabile dai tentativi degli altri paesi per ottenere i dati dei suoi cittadini con conti in Svizzera, [...]

Continua a leggere

Conto corrente in UK

Oggi data la crisi molte persone  si spostano all'estero per lavoro o   aprono conti correnti e aziende sempre all'estero.
Tra i paesi più gettonati per aprire aziende e conti si trova l'Inghilterra.
Aprire un conto corrente a Londra è peraltro molto semplice e si può fare anche online basta informarsi di come si fa e magari se non si è tanto sicuri invece che agire da soli chiedere l'aiuto a un intermediario finanziario del luogo.
Sono molti i p [...]

Continua a leggere

Aprirsi un conto in Svizzera

Perché aprire un conto svizzero?

La Svizzera, seppur poco distante dal nostro Paese, è considerata da sempre un vero e proprio paradiso fiscale in cui trasferire i propri risparmi, attraverso l'apertura di un conto corrente.
Aprire un conto corrente in Svizzera non presenta grandi difficoltà.
Negli ultimi anni sempre più persone hanno deciso di trasferire i propri risparmi in territorio elvetico.
L'apertura di un conto svizzero è perfettamente legale, se dichiarata al fisco ital [...]

Continua a leggere