Economia e Lavoro > Finanza

La creazione di società offshore ai nostri giorni

La creazione di società offshore oggi è molto diffusa sopratutto per quelle aziende e realtà che si trovano in paesi con una grande pressione fiscale.
Quindi decidono di sostare la loro sede o sedi staccate in paesi considerati paradisi fiscali dove è possibile creare società offshore.

Per creare una società offshore non si devono fare di solito troppi passaggi dato che anche la burocrazia è minore in tali paesi.

Ad esempio si può creare in Inghilterra con pochi passaggi, basta aprire la partita iva e iscriversi al Registro delle Imprese e il tutto si può fare anche online, ma se non ci si sente molto esperti ci si può affidare a una finanziaria del posto che possa seguire tutti i passaggi uno dopo l'altro .

Queste finanziarie offrono la loro consulenza e anche spesso un pacchetto per creare società offshore che consta in un conto corrente aziendale ad hoc, una casella postale in loco per un anno e un indirizzo per un anno fino che la ditta non avrà trovato una adeguata sistemazione.

Quindi aprire una società offshore conviene sotto molti punti di vista e consente in tutta legalità di risparmiare delle tasse e potere proteggere il proprio capitale e fare un ottimo investimento finanziario.

Una società offshore è una società in esenzione d'imposta per cui non è consentito di esercitare la sua attività nella giurisdizione di costituzione. Le società offshore sono società non residenti nel paese dove risiedono i titolari. In contrasto con le società offshore ci sono anche le aziende chiamate "on-shore", che sono invece residenti.

Questa definizione è infatti il "vero" giurisdizioni offshore (spesso isole), ma è anche possibile creare società offshore in paesi come la Svizzera, Irlanda, Hong Kong o Singapore, dove vige una tassazione ridotta, e con la possibilità di avere anche le attività locali in aggiunta alle vostre attività internazionali.



 


© Fai Informazione by gnubik.itt

Articoli Simili

Definizione di fair value

L’ espressione fair value significa letteralmente “valore equo”, ma assume sfumature di significato diverse a seconda degli ambiti di applicazione.
Nei bilanci che adottano i principi contabili IAS/IFRS, il fair value si definisce come il valore corrispettivo a cui un’attività può essere scambiata durante una libera transazione tra le parti.
Quali soni i principi contabili internazionali con l’uso del fair value I principi contabili internazional [...]

Continua a leggere

La complessità degli investimenti

Investire, in generale in obbligazioni, titoli di stato e ancora nei ben più famosi BTp di cui si parla tanto oggi, risulta quanto mai complicato, il mercato economico è quello che detta le gole ma il rendimento BTP globale non si trova in equilibrio stabile ma al contrario risulta in caduta da circa 30 anni, con costanti oscillazioni, presenti in particolare negli ultimi anni.
I rendimenti di un bond riflettono tre elementi: il primo è il livell [...]

Continua a leggere

Prezzo Oro e Argento secondo la Relazione GSR

Sul mercato dei metalli preziosi esiste un parallelismo che accomuna le quotazioni di oro e argento, una relazione conosciuta anche come gsr ovvero gold silver ratio.

L'argento è da sempre considerato l' alter ego povero dell'oro, il metallo prezioso più comune da utilizzare per dare valore a monete, oggetti e gioielli.  Sul mercato dei metalli preziosi esiste un parallelismo che accomuna le quotazioni di oro e argento, una relazione conosciuta anche come gsr ovvero gold silver ratio.
Secondo questa relazione tra argento e oro esiste una proporzione attraverso la quale si può stabilire se i prezzi dei singoli [...]

Continua a leggere