Salute e Benessere

La crema contro la couperose che migliora l’aspetto del viso

Prendiamo la buona abitudine di usarla tutto l’anno, non solo in inverno

Anche se finalmente ci stiamo avvicinando alla fine della stagione fredda, chi soffre di couperose sa bene che non deve abbassare la guardia: gli sbalzi di temperatura sono infatti un pericolo sempre in agguato, e sono proprio questi ‘shock termici’ a innescare nella pelle del viso le reazioni che portano agli arrossamenti diffusi tipici di questa malattia.


La couperose, detta anche copparosa, colpisce soprattutto la zona centrale del viso ed è causata dall’anomala dilatazione dei vasi capillari che avviene in corrispondenza del passaggio dal freddo al caldo e viceversa.


Le pareti di questi piccoli vasi a lungo andare perdono la loro capacità di contrarsi e ne deriva la comparsa sottopelle di un intrico fitto di venuzze che, dal punto di vista estetico, non sono esattamente il massimo (soprattutto nel genere femminile).


È in inverno che la couperose si manifesta con maggiore intensità, ed è perciò importante proteggere la pelle mediante l’applicazione di una crema ad azione protettiva e stimolatrice della salute capillare; una buona abitudine che dovrebbe essere portata avanti tutto l’anno, affinché i benefici siano maggiori.


Mediante l’impiego regolare di una crema contro la couperose si potranno irrobustire i capillari del viso allo scopo di renderli meno sensibili nei confronti degli sbalzi di temperatura. Ingredienti naturali particolarmente efficaci grazie alla loro azione riparatrice e promotrice del microcircolo sono ad esempio l’ippocastano, il rusco e il mirtillo.

 


© Fai Informazione by gnubik.itt

Articoli Simili

La casa di riposo di Roncobilaccio più ospitale e a misura di anziano

Scopri tutti i plus di Villa del Sole

Le case di riposo purtroppo potrebbero essere viste come dei luoghi in cui è facile annoiarsi e vivere giornate praticamente tutte uguali l’una all’altra.
È anche per questo motivo che, tanto gli anziani quanto le loro famiglie, non considerano con particolare favore la prospettiva di un ricovero all’interno di una di queste strutture.
È doveroso però ricordare che non tutte le residenze per anziani comportano questo tipo di permanenza; al contra [...]

Continua a leggere

Depressione negli anziani, i sintomi che aiutano a riconoscerla

Individuare la depressione negli anziani è spesso complesso soprattutto perché non amano parlare del loro stato d’animo o delle loro preoccupazioni.
Non è raro che affermino di stare bene quando si chiede loro se si sentano tristi o depressi anche quando effettivamente è così.
Spesso tutto ciò accade perché gli anziani non vogliono essere un peso per le persone che amano e preferiscono affrontare da soli le loro battaglie.
La depressione per gli [...]

Continua a leggere

Declino cognitivo anziani: il test del disegno dell’orologio

Un semplice test da poter fare a casa per verificare la salute mentale di una persona anziana

Il test del disegno dell’orologio è un semplice test che viene utilizzato spesso per diagnosticare la presenza di problemi neurologici nelle persone e, in particolare, negli anziani la presenza di demenze o Alzheimer.
In ambito medico viene utilizzato in combinazione con altri test volti a uno screening più approfondito ma anche se utilizzato da solo può riuscire a fornire indicazioni molto utili sulle abilità cognitive di una persona.
Come viene [...]

Continua a leggere