Economia e Lavoro > Finanza

La dichiarazione di successione

Cosa fare per pagare l'imposta di successione

LA legge n. 286 del 2006 ha reintrodotto ( in quanto in precedenza era stata abolita) l'imposta di successione. I soggetti passivi in questo caso sono i contribuenti che hanno ricevuto in eredità o in legato una determinata somma (non essenzialmente denaro, in quanto sono tassati tutti i beni patrimoniali).

Chi riceve l'eredità è chiamato a presentare una dichiarazione di successione presso l'ufficio competente dell'Agenzia delle entrate. Il contribuente risponde solidalmente dell'imposta da versare nei limiti della quota da esso ereditata. Entro un anno occorre presentare tale dichiarazione riportando l'imposta da pagare e versando quanto dovuto ( sono esonerati dal apgamento alcuni particolari enti, come onlus o cooperative).

In ogni caso per il calcolo dell'imposta occorrerà tenere conto delle aliquote e delle franchigie stabilite dalla legge. In particolare nel caso di parenti più prossimi (figi e parenti in linea retta) la franchigia è maggiore ( 1 milione di euro) mentre per fratelli e sorelle è minore ( 100 mila euro); tutelati anche gli ereditari disabili con franchigie maggiorate.

A cambiare è anche l'aliquota di tassazione che per conigue e fratelli e sorelle è pari al 4 % mentre nel caso di estranei occorrerà pagare l'8 % sul valore patrimoniale di quanto ereditato.


© Fai Informazione by gnubik.itt

Articoli Simili

Il no profit dalle organizzazioni all’economia solidale

Le organizzazioni no profit e l’economia solidale

Il no profit è detto di una società, di un’istituzione o di una fondazione che fornisce servizi a livello sociale, non appropriandosi degli utili che ricava dalle sue attività, ma assegnandoli ad altri progetti sempre a vantaggio della comunità.
Queste attività fanno parte del terzo settore, a cui nella società di oggi si dà molta importanza.
Agire senza scopo di lucro è visto come un ideale nobile, che vuole mettere a disposizione della società [...]

Continua a leggere

Investimenti finanziari pianificati per un minor rischio

Chi non vorrebbe guadagnare buone somme di denaro rischiando poco, se non quasi nulla del proprio capitale? Sembrerebbe un racconto di fantascienza, ma così non è ...
  Il 2017 è l'ennesimo anno in cui si conferma la crisi economica, ma quale sono in realtà le possibilità d'investimento? Purtroppo, anche il 2017, e le previsioni a medio e breve termine non smentiscono le tendenze, appare ancora una volta come anno transitorio.
tutt'ora pensare ad [...]

Continua a leggere

Lista dei paradisi fiscali meno rischiosi

I paradisi fiscali sono tutti quegli Stati che hanno deciso di adottare un regime di imposizione fiscale più basso o addirittura assente rispetto ad altri paesi.
In questo modo attirano una grande quantità di capitale estero assicurando in cambio una tassazione parecchio ridotta.
  Perché si sceglie un paradiso fiscale Oltre ad avere una bassa imposizione fiscale, la convenienza di stabilire la propria azienda in uno dei cosiddetti paradisi fisca [...]

Continua a leggere