Salute e Benessere > Medicina

La malattia di Peyronie

Cause e cure

La malattia di Peyronie è una patologia benigna che interessa il pene, della quale ancora si ignora l’origine. In particolare, questa condizione altro non è che una alterazione del rivestimento del tessuto erettile, sulla quale si forma una placca che può essere facilmente scoperta al tatto. Questa condizione è in grado di causare del dolore durante l’erezione a causa della deformazione all’asta del pene che essa comporta. In determinati casi è possibile si verifichi anche una riduzione  delle dimensioni del pene, il quale perde la sua elasticità o parte del suo spessore. La fase più acuta della malattia di Peyronie è quella relativa ai primi sei mesi a partire dal momento in cui si sono presentati i primi sintomi, per entrare dopo tale periodo in una fase cronica caratterizzata da altri segni. Ad oggi non sono note le cause scatenanti di questa patologia, e al momento le ipotesi maggiormente accreditate sono quelle relative a fattori ereditari o piccoli traumi verificatisi anche in maniera inconsapevole.

Per quel che riguarda la cura di questa patologia, il fine è quello di arrestarne il progredire individuando innanzitutto la zona che ne è interessata. Ciò è possibile per mezzo di una ecografia peniena (sia a riposo che in erezione) che può servire dare maggiori indicazioni circa la terapia più adeguata da seguire in base alle condizioni riscontrate. Esistono infatti trattamenti che prevedono iniezioni intraplacca di cortisone e onde d’urto, ad esempio. È possibile anche ricorrere ad un intervento chirurgico, qualora lo specialista lo ritenga opportuno per correggere l’incurvazione, ed è un tipo di intervento che viene eseguito in anestesia locale. Approfondisci qui ogni aspetto relativo a questo tipo di intervento, che oggi viene effettuato in ambulatorio ed ha dunque un decorso molto rapido per il paziente, il quale può tornare alle normali attività quotidiane già nell’arco di due giorni.


© Fai Informazione by gnubik.itt

Articoli Simili

La protesi dell’anca con tecnica mininvasiva

Quando impiantare una protesi dell’anca

Che cos’è la protesi d’anca?   La protesi dell’anca è uno degli interventi chirurgici più eseguiti in tutto il mondo.
Si stima che in Italia ogni anno vengano eseguite circa 200.000 protesi articolari, di cui circa la metà sono protesi dell’anca.
L’intervento di protesi dell’anca consiste nella sostituzione della testa del femore e dell’acetabolo e nell’impianto di due componenti in lega di titanio: lo stelo femorale, che viene infisso nel canale [...]

Continua a leggere

Intervento di mastoplastica additiva

Buone norme da seguire dopo l'intervento

Vi sono delle buone norme da seguire a seguito di un intervento di mastoplastica additiva, e altre raccomandazioni che con ogni probabilità il tuo medico ti darà.
Qui ne parliamo in piccola parte, consigliandoti di rivolgerti ad uno specialista per approfondire ogni aspetto legato alla materia.
Seguire le istruzioni del tuo chirurgo circa il quando riprendere le normali attività.
Se non hai un lavoro con particolari esigenze fisiche, potresti tor [...]

Continua a leggere

RX Dental

Il servizio online per odontoiatri

Ormai è assodato che una delle parti del corpo più importante è rappresentata dai denti, che spesso vengono maltrattati e poco curati, con conseguenze molto negative per la salute della persona.
Questo concetto fa capire quanto sia importante e anche complesso il lavoro dell’odontoiatra e del dentista.
Ma esiste un portale web che offre dei servizi ai dentisti e agli odontoiatri molto utili e importanti e che in questi anni hanno agevolato moltis [...]

Continua a leggere