Casa > Arredamento

La sauna finlandese in casa

La sauna finlandese

La sauna finlandese in casa

Avere una sauna finlandese in casa non è più il privilegio di pochi. Con poche spese e con le giuste dritte, in poco tempo si può creare nella propria abitazione un angolo dove rilassarsi dopo una giornata stressante. La sauna finlandese prende il suo nome dalla Finlandia, terra dove ancora oggi se ne fa un largo uso, essendo oramai parte della tradizione e cultura locale.
Prima di acquistare la sauna finlandese è bene però considerare alcuni fattori che potrebbero fare la differenza e che sono di grande aiuto nella scelta di un modello piuttosto che di un altro.

Caratteristiche della sauna finlandese

La sauna finlandese, chiamata anche sauna secca, è costituita da una cabina in legno, ad uno o più posti, a cui si accede tramite una porta.
Al suo interno si raggiunge una temperatura che oscilla dagli 80 ai 100°, ma per ottenere il giusto grado di umidità (del 10 o 20%) è necessario gettare dell'acqua su alcune pietre che vengono posizionate all'interno della sauna. Generalmente nell'acqua vengono aggiunti anche degli oli essenziali che aiutano a rigenerare la pelle.
Quando si costruisce una sauna all'esterno è possibile collegarla ad una stufa elettrica o a legna, proprio come vuole la tradizione, ma se la sauna finlandese viene aggiunta in un secondo momento e all'interno di un'abitazione, è consigliabile optare per la versione elettrica.


Dove acquistare la sauna finlandese

Per l'acquisto della sauna finlandese ci si può rivolgere ad aziende specializzate o negozi di sanitari dove si verrà guidati nella scelta. Tuttavia è necessario attendere l'intervento del tecnico per il collaudo, di modo da accertarsi del corretto funzionamento. La sauna andrà scelta tenendo conto dello spazio a disposizione. Può essere posizionata in bagno o in un altro angolo della casa, come una taverna, oppure può essere installata all'esterno dell'abitazione. I prezzi variano molto in base al tipo di legno utilizzato per la sua costruzione e la grandezza. In questi casi è bene valutare la qualità dei materiali, perché un buon legno deve essere in grado di assicurare il giusto isolamento termico, mantenere inalterate le sue caratteristiche nel tempo e soprattutto non dovrebbe presentare colle o vernici tossiche che potrebbero dissolversi con l'umidità. 

I benefici della sauna finlandese

La sauna finlandese, grazie alle alte temperature raggiunte al suo interno, svolge una vera e propria azione depurativa sull'organismo, eliminando scorie e tossine e rendendo la pelle più distesa. Inoltre favorisce una condizione di rilassamento, aiutando a gestire lo stress e a scaricare le tensioni quotidiane. Sono stati riscontrati anche benefici per la cura della cellulite, vero e proprio tormento per molte donne. La sauna finlandese favorisce inoltre la liberazione delle vie aeree e aiuta l'organismo a migliorare le sue difese immunitarie. Al contrario è altamente sconsigliata per chi soffre di patologie a carico del sistema cardio-circolatorio.


© Fai Informazione by gnubik.itt

Articoli Simili

Stufe a pellet

Una scelta ecologica e conveniente

Per il riscaldamento degli ambienti domestici, oggi sono tantissimi gli utenti che decidono di optare per le moderne stufe a pellet.
Queste sono pulite, efficienti e potenti a sufficienza per riscaldare appartamenti di medie e grandi dimensioni.
Le stufe a pellet bruciano i classici cilindri di segatura di legno essiccato e compresso, i cui inquinanti emessi nell’atmosfera a seguito della combustione sono decisamente marginali rispetto le tradizi [...]

Continua a leggere

Avere gusto per gli asciugamani

Scegliere gli asciugamani Nella stanza da bagno anche la scelta degli asciugamani è importante in quanto può mostrare il nostro gusto, il nostro stile, e dare un tocco di personalità alla stanza.
Si devono scegliere asciugamani in tinta col colore delle piastrelle, ad esempio se le piastrelle sono in tinta unita si possono scegliere asciugamani della stessa tinta ma fantasia o magari fare un contrasto con una tinta unita contrastante, come bianco [...]

Continua a leggere

Porte blindate: quali detrazioni sono disponibili e come ottenerle

Fino al 31 dicembre 2017, l’installazione di porte blindate è passabile di detrazione fiscale IRPEF del 50%.
Ecco chi può ottenere tale detrazione e come.
  Se state pensando di sostituire le vostre porte blindate e volete sapere se è possibile godere di detrazioni fiscali, allora ci sono buone notizie! Secondo l’art.16-bis del Dpr 917/86°, la vecchia detrazione, pari al 36%, fino al 31 dicembre sarà invece del 50%, anche per inferriate e serrame [...]

Continua a leggere