Scienza e Tecnologie

Lavorazione Lamiera - Franchino Srl

Attraverso materiali ferrosi, è possibile ottenere una vasta gamma di prodotti a seconda di come il metallo viene tagliato o piegatura.

Ci sono moltissimi modi per lavorare materiali ferrosi (es. la Calandratura o il taglio al plasma) come sbarre di ferro o lamiere, poiché il metallo si può sia tagliare che deformare a proprio piacimento. Se si è in possesso dei macchinari giusti si possono ottenere differenti lavorazioni dallo stesso pezzo, andando a ridimensionarlo e piegarlo a seconda delle esigenze della ditta o del cliente per cui si sta lavorando. 

La Calandratura 

Uno dei metodi più conosciuto per deformare il metallo è la Calandratura, un tipo di lavorazione usata in carpenteria. Questo tipo di lavorazione è possibile solo grazie alla Calandra, composta da tre rulli riscaldati di solito o in acciaio o in ghisa, mossi da un motore che permette ai rulli di girare. Quando i fogli di metallo vengono posti all'interno, grazie alla curvatura dei rulli il metallo si deforma e si modella a seconda della vicinanza tra di essi. Ovviamente il metallo si deforma seguendo un "percorso" prestabilito attraverso un processo di progettazione del pezzo, arrivando a creare coni, condotte metalliche, cilindri e anche sagomature di sezioni trasversali. Il tipo di metallo utilizzato è molto importante sceglierlo con cura, poiché da esso può dipendere la buona riuscita di un pezzo; infatti ci sono metalli più adatti ad esempio per la piegatura in aria come le lamiere più spesse e metalli più adatti alla Piegatura a fondo cavo in cui è più adatta una lamiera sottile e malleabile.

Taglio al plasma

Un metodo di taglio dell'acciaio che avviene tramite una torcia al plasma che fonde il materiale nella zona a cui viene a contatto. Questo metodo ha le sue radici in uno già esistente e conosciuto ovvero, la saldatura con getto al plasma ora sempre più affidabile e sicura grazie all'introduzione dell'ugello. Quest'ultimo ha reso il getto sottile, rigido, stabile e potente permettendo tagli sempre più perfetti. Il calore del plasma permette il taglio poiché porta il materiale al suo punto di fusione e a volte anche a quello di ebollizione questo permette di smaltire e recuperare i metalli rendendolo un metodo ecologico. Purtroppo questo ti po di lavorazione deve richiedere una particolare attenzione da parte di chi la utilizza, poiché crea emissioni di vapore, l'esposizione a forti luci, rumori assordanti e passaggio di corrente ad alto voltaggio. Prevenire prendendo le giuste precauzioni in merito, è l'unico modo di salvaguardare la propria salute.

Taglio water jet

Il taglio Water jet è un nuovo metodo di taglio che avviene a freddo grazie l'utilizzo di un getto d'acqua abrasivo ad altissima pressione, per fare un esempio è quasi tre volte la velocità del suono. Se per il Taglio al plasma la rimozione di materiale avveniva tramite la fusione di quest'ultimo nel taglio Water jet avviene per abrasione e rimozione. Se ci si trova davanti a materiali più resistenti e il solo getto d'acqua non basta, ci si può aggiungere all'interno del materiale abrasivo come la sabbia o roccia finemente tritata. Questa tecnologia che utilizza l'acqua come fonte primaria, ormai è sempre più diffusa e conosciuta nel campo industriale, poiché molto versatile. Permette di tagliare qualsiasi forma con una precisione di taglio elevata, il margine d'errore è di ±0,1 mm ed è molto facile da utilizzare attraverso il software a settaggio manuale. Altri vantaggi sono il fatto che non produca deformazione derivate da calore, il fatto che non abbia bisogno di ulteriori lavorazioni successive e il fatto che crei uno scarto davvero minimo completamente eco sostenibile.


© Fai Informazione by gnubik.itt

Articoli Simili

Mercato della stampa 3D: cos’è cambiato nel 2020?

2020: l’anno d’oro della stampa 3D Complice la pandemia da corona virus, il 2020 ha segnato un anno di svolta nel mercato delle stampanti 3D.
Sempre più aziende infatti hanno deciso di rinnovare il proprio modello di business e affidarsi alla prototipazione rapida.
I dati migliori si registrano per il primo trimestre dell’anno, il periodo che ha per sempre cambiato la vita di tutti noi e ha costretto molte aziende a ripensare il propri modello di [...]

Continua a leggere

Le caratteristiche dell’acciaio inossidabile

L'acciaio inossidabile, altrimenti noto come acciaio inox, è il nome di una famiglia di leghe a base di ferro, note per la loro resistenza alla corrosione e al calore.
Una delle caratteristiche principali dell'acciaio inossidabile è il suo contenuto minimo di cromo, pari al 10,5%, che gli conferisce una resistenza alla corrosione superiore rispetto ad altri tipi di acciai.
Come altri acciai, l'acciaio inox è composto soprattutto da ferro e carbon [...]

Continua a leggere

Cosa sono le stampanti 3D

Con questi strumenti è possibile creare qualunque oggetto, dal più semplice al più complesso. Ecco come funzionano e perché già molte aziende le usano.

Le stampanti 3D sono strumenti che usano la progettazione assistita da computer (CAD) per creare oggetti in tre dimensioni a partire da diversi tipi di materiali, per esempio plastica fusa o polveri.
Nulla a che vedere con certe "scatole magiche" che vedi nei film di fantascienza, tuttavia.
Per creare gli oggetti desiderati, le stampanti 3D si avvalgono di un metodo di stratificazione: in pratica, strato dopo strato dànno vita a una rappresentazi [...]

Continua a leggere