Edilizia e Costruzioni

Lavorazione lamiera: la storia del taglio al plasma

Storia ed evoluzione di una delle tecnologie di taglio più diffuse

Non molto tempo fa, il taglio al plasma era di dominio esclusivo degli esperti nella lavorazione dei metalli, che sapevano come modificare le impostazioni del gas e regolare l'altezza della torcia per ottenere il taglio migliore. Il taglio al plasma fu inventato a metà degli anni '50: il titolare del brevetto apprese che inviando un getto ad alta velocità di gas surriscaldato attraverso un'apertura ristretta, un gas ionizzato o un plasma, questo poteva fondere il metallo.

Però, i produttori e i fabbricanti non accettarono generalmente il taglio al plasma fino alla metà degli anni '70, probabilmente per questi quattro motivi:

  • Costi di sistema, soprattutto il prezzo dei gas richiesti
  • L'incapacità della tecnologia di abbinare i livelli di spessore che l'ossi-acetilene potrebbe tagliare
  • Mancanza di conoscenza pubblica sulle capacità di taglio al plasma
  • Mancanza di competenza nella programmazione

Grazie all’inizio della fabbricazione di più sistemi a basso amperaggio, negli anni '80 il taglio al plasma crebbe in popolarità. Inoltre, il controllo elettronico della distanza torcia-pezzo ha consentito alla testa della torcia di perforare il materiale a una distanza maggiore dal pezzo, riducendo al minimo l'usura dei consumabili e contribuendo a un taglio più preciso.

Gli anni '80 furono anche un periodo molto positivo per l’inizio della gestione delle macchine utensili direttamente dal PC. In questa maniera, molti di coloro che gestivano le macchine hanno trovato l'interfaccia utente molto più user-friendly, rispetto ai software di controllo rudimentali.

Il taglio al plasma ad alta precisione è quindi diventato completamente disponibile negli anni '90. Molte applicazioni di taglio richiedevano la qualità del bordo che una macchina laser poteva produrre, senza scorie e bordi lisci, ma non con precisione precisa. Queste macchine da taglio al plasma ad alta precisione sono diventate un'opzione conveniente per questi tipi di applicazioni.

 

Il taglio al plasma al giorno d’oggi

Oggi i fabbricanti traggono vantaggio dalla combinazione delle innovazioni emerse nei decenni precedenti. La raffinatezza della tecnologia al plasma ad alta precisione, l'avanzamento dei sistemi elettronici di controllo dell'altezza della torcia e l'evoluzione della tecnologia di controllo computerizzato, hanno portato a una popolare soluzione di taglio del contorno. Il movimento delle macchine è migliorato grazie ai progressi fatti nella guida lineare, nei servomotori e negli ingranaggi:

  • La tecnologia di guida lineare ora offre maggiori capacità di carico, consentendo un sistema di guida più robusto per essere montato in un posto più piccolo.
  • I servomotori CA sono sintonizzati digitalmente. Il risultato è un movimento più fluido e velocità più elevate.
  • Le teste ingranaggi anti-lasco forniscono un movimento rotatorio-lineare più preciso per ottenere maggiore precisione e coppia.

Il software di nesting automatico, comune a molte nuove macchine per il taglio al plasma, ha inoltre reso più facile massimizzare l'utilizzo del materiale.

I miglioramenti apportati alla tecnologia di contornatura, al controllo elettronico dell'altezza della torcia e ai sistemi di torcia ad alta precisione hanno consentito alle macchine plasma di produrre parti simili alle parti tagliate al laser, ma con una precisione leggermente inferiore.

Detto questo, i sistemi di taglio al plasma possono tagliare materiali più spessi più velocemente dei laser e produrre allo stesso tempo parti di qualità. La tecnologia al plasma è rimasta una valida alternativa alla tecnologia di taglio anche nel mondo odierno della fabbricazione di precisione.

Per qualsiasi dubbio o chiarimento riguardo questa tipologia di taglio, vi consigliamo di contattare Tecnomeccanica Fidenza, azienda leader dal 1980 nel settore della carpenteria metallica e con una pluriennale esperienza nel taglio al plasma a Parma e provincia.


© Fai Informazione by gnubik.itt

Articoli Simili

I principali legni utilizzati per porte e serramenti

Casa nuova? Necessità di rinnovare? Tra i dilemmi più ricorrenti uno riguarda il materiale da utilizzare per la realizzazione di porte e serramenti.
Qualora li vogliate di legno, si apre dinanzi ai vostri occhi un'infinità di alternative.
Esaminiamo ora nel dettaglio alcune tra le tipologie più comuni e consigliate.
  Il legno di castagno Il castagno è una pianta arborea dalla cima rigogliosa e tondeggiante: la sua altezza varia dai 10 ai 30 metr [...]

Continua a leggere

Fonderie Evolution

Stampi Pressofusione Alluminio ad Ancona

Fonderie Evolution è un’azienda impegnata nel settore degli stampi pressofusione alluminio e pressofusione leghe leggere con sede a Castelfidardo, in provincia di Ancona.
Questa importante realtà del settore ha maturato grande esperienza in questo ambito ed è in grado di soddisfare in maniera efficace le necessità individuali dei clienti tramite la progettazione e realizzazione di stampi pressofusione di grande qualità, perfetti per realizzare og [...]

Continua a leggere

Cosa sta facendo l’edilizia contro i cambiamenti climatici?

Il clima cambia, in peggio: dobbiamo farcene una ragione. Ma non dobbiamo rassegnarci a soccombere: è ora di mutare radicalmente il modo di vivere, consumare, costruire.

Il clima sta cambiando, nonostante c’è ancora chi sostiene il contrario: non è a rischio la vita del pianeta, ma quella degli esseri umani.
Tutti, nel nostro piccolo, dobbiamo fare qualcosa per fermare il declino e garantire alle generazioni future una vita degna di essere vissuta e risorse sufficienti.
Ma soprattutto, dobbiamo insegnare alle nuove generazioni a non compiere gli sbagli che abbiamo fatto noi: dobbiamo tramandare l’etica del vivere [...]

Continua a leggere