Casa

Lavori di ristrutturazione del bagno

Quando si acquista o si va a vivere in una nuova casa una delle prime cosa da guardare sono le condizioni generali del bagno, della cucina e dell’impianto elettrico. Per ottenere un lavoro di ristrutturazione bagno roma è necessario che questo sia eseguito da una ditta specializzata nel settore, in modo che vengano rispettate una serie di norme previste dalla legge e soprattutto si ottenga il risultato sperato, vale a dire un bagno perfettamente funzionante e che non abbia nel tempo bisogno di ulteriore manutenzione.


Informazioni utili
Com’è stato già detto in precedenza è preferibile affidare i lavori di ristrutturazione del bagno ad una ditta specializzata per evitare soprattutto di dover, dopo poco tempo, intervenire per riparare eventuali danni a terzi o a se stessi. Di seguito sono illustrate alcune informazioni utili su questo genere di lavoro.
Nel caso in cui i lavori di ristrutturazione di un bagno prevedano la creazione di uno spazio più grande rispetto a quello già esistente o la realizzazione di un altra toilette bisogna rispettare dei valori di dimensioni previsti dalla normativa di ogni Comune. Tali informazioni possono essere facilmente reperite presso l’ufficio tecnico preposto del Comune dove si trova l’immobile. E’ importante sapere che secondo alcuni regolamenti è possibile creare anche un bagno senza la finestra, che però dovrà essere dotato di un sistema di aerazione meccanica.
Secondo i regolamenti vigenti in alcuni Comuni l’ambiente del bagno deve essere obbligatoriamente separato dalla cucina da almeno un vano, che può essere anche rappresentato da un corridoio, un atrio o un apposito antibagno.
Le prese elettriche che si trovano nelle vicinanze dei lavandini devono essere dotate di un interruttore differenziale da incasso.
E’ consigliabile realizzare gli impianti idraulici ed elettrici a pavimento, in modo da poter rendere libere le pareti da componenti tecniche. Prima di realizzare i sottofondi è bene scattare alcune fotografie degli impianti realizzati, che potranno essere utili in futuro nel caso in cui ci fossero dei guasti e bisognasse intervenire. In questo modo si saprebbe l’esatta posizione di ogni impianto precedentemente realizzato.
Generalmente il bidet è posizionato vicino al vaso igienico, nel caso in cui questo spazio non fosse presente, è possibile posizionarli uno di fronte all’altro, ma bisogna prestare particolare attenzione allo scarico del bidet, che deve essere collegato a quello del vaso con un tubo che abbia la pendenza di 1 cm per ogni metro lineare.


© Fai Informazione by gnubik.itt

Articoli Simili

Arriva l’estate: la manutenzione da fare al condizionatore

Le temperature sono in aumento e se hai un condizionatore (o un climatizzatore) probabilmente lo stai per accendere. Che manutenzione occorre prima dell'avvio?

Le temperature sono in aumento e se hai un condizionatore (o un climatizzatore) probabilmente lo stai per accendere.
Prima però non dimenticarti della manutenzione degli impianti di condizionamento, grazie a cui puoi scongiurare un blocco improvviso, che ti garantisce l’efficienza energetica, consumi equi e un’aria salubre.
Pulisci o sostituisci i filtri, controlla che l’unità esterna non sia intasata e affidati all’assistenza tecnica per eventua [...]

Continua a leggere

I mille usi del box in legno

Arredare il giardino Per il vostro giardino potete scegliere arredi e accessori che portano eleganza e un tocco di freschezza all'ambiente esterno, ideali per ospitare amici e parenti nelle serate estive.
Oltre a ciò potete pensare anche a un pratico box in legno da giardino, da inserire in una zona del giardino un po' secondaria, e da adibire a ripostiglio per attrezzi da giardino, oggetti vari, giochi, utensili da lavoro, per rendere il vostro [...]

Continua a leggere

Consigli per preparare il climatizzatore all’estate

La manutenzione periodica e le piccole operazioni che permettono di ottenere il massimo dal climatizzatore.

In moltissime regioni italiane l’estate raramente è un periodo dal clima mite.
Si pensi, per esempio al sud-Italia: è possibile godere delle belle giornate senza soffrire troppo il caldo più o meno fino a giugno.
Da quel momento in poi è meglio avere in casa un climatizzatore funzionante al meglio così da mantenere l’ambiente fresco e accogliente sia durante il giorno, sia durante la notte.
Se il climatizzatore che si possiede è un vecchio modell [...]

Continua a leggere