Economia e Lavoro > Finanza

Le banche off shore

La maggior parte delle persone ha sentito parlare e sa cosa sia un conto off shore, ma considerandolo come una realtà molto lontana da sé non ne conosce le caratteristiche e le procedure sulle modalità di apertura

Vantaggi di una banca off shore

Aprire un conto in una banca off shore non è una procedura così semplice e immediata come avviene per le banche tradizionali.
Queste particolari tipi di banche, che vengono chiamate off shore perché hanno sedi in Paesi esteri, di solito piccoli, che applicano dei regimi fiscali agevolati rispetto a quello di appartenenza, attirano i grandi clienti degli Stati sviluppati che oltre a beneficiare di tasse alle persone e alle imprese non residenti che si avvicinano allo zero, godono di un rigoroso e totale rispetto per il segreto bancario, che in caso di violazione viene punito con sanzioni pecuniarie di una certa rilevanza se non addirittura con la detenzione.
In sostanza queste banche si rifugiano e operano al di fuori del proprio territorio per non dover dar conto allo stato in cui sono state costituite delle operazioni che effettuano e dei guadagni che realizzano e per questi motivi aprire un conto in una banca off shore è così conveniente per i cosiddetti clienti vip.

I clienti delle banche off shore

La clientela di queste banche è da considerarsi di fascia alta, anche se esiste la possibilità di aprire un conto in una banca off shore per piccoli depositi e piccoli conti commerciali. La cautela è d'obbligo in questi casi e di solito si riesce ad entrare in contatto con queste banche se presentati da persone che sono già conosciute al loro interno.
Quel che è importante sapere è che questi istituti non amano che i depositi sui conti siano solo un transito con il rischio che vengano utilizzati per scopi di riciclaggio.
L'accusa che si muove verso queste banche, infatti, è proprio quella di favorire il riciclaggio di denaro sporco proveniente da attività illecite, motivo per cui insieme alla lotta al terrorismo e ai paradisi fiscali, sta diventando sempre più difficile per questi istituti muoversi e mantenere l'anonimato.

Requisiti e costi

Queste banche hanno una specie di classificazione, il grado maggiore è la tripla A che praticamente accetta solo clienti multi milionari, ma non esiste una vera regola sull'ammontare della cifra da depositare per aprire un conto in una banca off shore, certo è che conoscere una persona già cliente può senz'altro spianare la strada.
I costi di una banca off shore sono generalmente del 30% più alti di una banca tradizionale, ma restano comunque convenienti e vantaggiosi per il risparmio delle tasse che non fanno pagare. E' possibile prelevare da questi conti attraverso dei bonifici bancari oppure prelevando da sportelli bancomat, i conti possono inoltre essere gestiti in dollari, euro o, preferibile, in multivaluta. In quest'ultimo caso si potranno ricevere pagamenti in qualsiasi valuta senza andare incontro a commisioni e nello stesso modo si potranno effettuare pagamenti.


© Fai Informazione by gnubik.itt

Articoli Simili

Risparmio gestito, l'Italia conferma un trend in crescita

Nel primo trimestre del 2019 la raccolta ha toccato nuovo massimo storico a 2.161 miliardi

Gli italiani sono un popolo di risparmiatori, ma se si presenta l'occasione di investire preferiscono affidarsi ai professionisti del settore.
E' questo il quadro che emerge dall'ultima indagine di Assogestioni, che ha evidenziato un nuovo record assoluto di raccolta per il risparmio gestito.
Risparmio gestito, gli ultimi report Secondo gli ultimi dati infatti, alla fine del mese di marzo il risparmio gestito italiano è giunto a 2.161 miliardi di [...]

Continua a leggere

Valute digitali, UE e Fisco italiano non sono d'accordo su come tassarle

La legge italiana è ancora molto lacunosa riguardo al trattamento fiscale delle crypto-plusvalenze

Quando il mondo della finanza apre a nuovi strumenti, anche il Fisco si muove per capire se e come applicare imposte e tasse.
Non c'è dubbio che nell'ultimo anno mezzo, l'elemento nuovo nel panorama finanziario siano state le valute digitali.
Ma se uno decidesse di investire in quest ambito e ottenesse un guadagno, va tassato? Le "non" valute digitali Bisogna sottolineare subito che il quadro normativo in Italia è zeppo di lacune e incertezze, pr [...]

Continua a leggere

La piattaforma cloud - L’innovazione che porta commercialista e cliente in un solo gestionale

La piattaforma cloud commercialista è la soluzione gestionale che mette in condivisione i dati tra l’azienda e il commercialista – Sai come funziona?

Con la piattaforma cloud commercialista rivoluzioni il tuo rapporto con il commercialista, perché ti consente di dedicare maggior tempo al tuo business e lasciare al commercialista tutte le noie amministrative L’obbligo della fatturazione elettronica ha dato l’avvio ad un’opera di aggiornamento di tutta l’attività contabile dell’impresa e, con la piattaforma in cloud, puoi fare un ulteriore balzo in avanti, perché la piattaforma in cloud consente [...]

Continua a leggere