Economia e Lavoro > Finanza

Le bande di Bollinger: cosa sono e la loro utilità

Quello della Borsa è da sempre un ambiente molto particolare, dove i dettagli fanno la differenza e anche una sola mossa sbagliata potrebbe comportare perdite di patrimoni di un certo rilievo. Non è un caso, infatti, che gli esperti del settore negli ultimi anni stanno cercando di rendere sempre più semplice l’ingresso in questo contesto, cosi da coinvolgere il maggior numero di persone.  Si può leggere sotto questo profilo la nascita del trading online, termine che deriva dall’inglese ‘trade’ ossia commercio.  In questo articolo, però, noi ci concentriamo in particolar modo sulle bande di Bollinger. I molti che si stanno avventurando soltanto adesso, o che lo hanno fatto da poco tempo, si staranno chiedendo cosa siano queste bande di Bollinger. Ebbene si tratta di alcune funzioni grafiche di livello avanzato tra le più utilizzate dagli esperti del settore. 

Come detto in precedenza, le bande di Bollinger sono degli strumenti grafici che si basano sulla volatilità di un titolo, ossia la sua deviazione standard. Due termini, questi, abbastanza specifici del settore che è meglio cercare di riassumere per capire qualcosa in più. In economia la volatilità altro non è che la variazione della percentuale dei prezzi. In poche parole, permette di calcolare il cambiamento subito da un prezzo  in un determinato lasso di tempo. La deviazione standard, invece, è un indice di dispersione delle misure sperimentali, ovvero una stima calcolata sulla variabilità di alcuni dati o su una variabile casuale. Tornando alle bande di Bollinger, per poterle calcolare necessitano alcuni fattori, tra cui una media mobile a G giorni, alla quale si deve sottrarre o aggiungere il valore della deviazione standard  moltiplicata per un determinato fattore chiamato F, che solitamente assume il valore di 2 o 3 e rappresenta il moltiplicatore della deviazione standard che viene applicato alle serie storiche dei prezzi. 
Detto ciò, cerchiamo di capire adesso a cosa servono queste bande. All’inizio abbiamo notato che esse possono essere utilizzate per misurare la volatilità, un elemento fondamentale che serve per calcolare la percentuale di rischio di una determinata operazione, di modo tale che siano più facilmente riconoscibili il trend e la congestione dei prezzi.  Queste bande, inoltre, possono offrire anche segnali di acquisto o di vendita a seconda se si verificano determinate condizioni. Il segnale di vendita si verifica quando un prezzo subisce un rapido aumento e un successivo rallentamento, mentre quello di acquisto si materializza quando un prezzo subisce un rapido calo sino ad arrestarsi e a invertire il trend.


© Fai Informazione by gnubik.itt

Articoli Simili

Costituzione di una società in Romania

Tempi e costi notevolmente inferiori rispetto l'Italia

La costituzione società in Romania è una pratica decisamente più rapida e semplice rispetto ciò che siamo abituati a pensare in Italia: la burocrazia in Romania è infatti più snella ed evita all’imprenditore lungaggini legate alla produzione di inutili documenti, così come il dover far fronte a tasse eccessive.
È sufficiente infatti recarsi presso uno studio commercialista e fornire un documento d’identità in corso di validità, un indirizzo di po [...]

Continua a leggere

Bitcoin il Nuovo Oro Digitale che Conquisterà il Mondo

Alcuni esperti del settore pensano che il valore potenziale del Bitcoin si aggiri intorno ai 100 mila dollari, una cifra ben lontana anche da quella del record storico attuale.

Il Bitcoin sarà il nuovo oro digitale, nonostante la criptovaluta più famosa alterni quotazioni record a crolli altrettanto verticali molti analisti pensano che il percorso di bitcoin sia irreversibile e soprattutto che il loro valore attuale sia potenzialmente inespresso rispetto a quello che potrebbe raggiungere nel lungo periodo.
Alcuni esperti del settore pensano che il valore potenziale del Bitcoin si aggiri intorno ai 100 mila dollari, una [...]

Continua a leggere

Prezzo Oro 2018, Stabile o in Crescita ?

Come tutti gli anni a gennaio i primi a fare previsioni sul prezzo dell'oro sono gli analisti finanziari, che abbiano da gestire un proprio patrimonio di investimenti o quello di qualche banca.

Come tutti gli anni a gennaio i primi a fare previsioni sul prezzo dell'oro nel 2018 sono gli analisti finanziari, che abbiano da gestire un proprio patrimonio di investimenti o quello di qualche banca o società la domanda è sempre la stessa: Cosa farà il Prezzo dell'Oro in questo anno ? La risposta non può mai essere certa viste le tante variabili finanziarie in gioco dove possono oltretutto possono entrare in gioco nuovi fattori derivanti dall' [...]

Continua a leggere