Società > Persone

Le figure del padrino e della madrina

Scopriamo insieme chi sono queste due figure e perché sono così importanti!

L’Italia è un paese laico dove però vista la vicinanza con il Vaticano le pratiche religiose sono molto marcate e tra queste sicuramente il battesimo a Roma ha una valenza fondamentale essendo solitamente il primo sacramento che ci viene impartito.

Nel battesimo ci sono due figure fondamentali oltre a quella dei genitori: il padrino e la madrina, coloro che accompagnano all’altare il bambino o l’adulto che si appresta a ricevere il sacramento e il loro compito principale è quello di aiutare i genitori nella crescita religiosa del battezzato e nel caso in cui questo sia un bambino devono anche pronunciare le promesse battesimali per lui.

Cosa serve per fare il padrino e la madrina

Per fare il padrino e la madrina  in un battesimo bisogna rispettare dei requisiti che richiede la Chiesa:

  • Essere designati dai genitori o dal persona che verrà battezzata

  • Bisogna aver compiuto il sedicesimo anno d’età

  • Bisogna avere una fede religiosa cattolica e non appartenere ad altri movimenti religiosi

  • Non essere colpevoli di pene canoniche come ad esempio la scomunica

  • Aver ricevuto i sacramenti del Battesimo, della Cresima e dell’Eucarestia

  • Non essere madre o padre del battezzando

  • Non avere una vita matrimoniale irregolare quindi convivente, sposato solo civilmente o divorziato

La figura del padrino e della madrina vengono utilizzati anche per la Cresima, anche se in questo caso viene scelta una sola persona dello stesso sesso del cresimando e il loro compito è vigilare che questo si comporti come un vero testimone di Cristo.

La scelta di padrino e madrina  è molto importante e delicata e la maggior parte delle volte, soprattutto per quello che riguarda il battesimo, ricade su fratelli e sorelle dei genitori del bambino e in alcuni casi si opta anche per i nonni.

Cenni storici sulla figura del padrino e della madrina

La prima volta che nella Chiesa Cattolica viene introdotta la figura del padrino è intorno all’VIII secolo in Francia e  a partire dal secolo successivo quando viene introdotta una particolare tradizione, che prevede che il cresimando deve porre il proprio piede su quello destro del padrino, gesto poi sostituito dal contatto tra la mano destra del padrino e la spalla del cresimando.

Fino al secondo Concilio Vaticano il padrino che era stato designato per il battesimo doveva essere diverso da quello della Cresima, mentre oggi la Chiesa consiglia ai genitori che sia sempre la stessa la persona a guidare sia nel battesimo che nella cresima in una sorta di percorso continuativo nella strada religiosa.

 


© Fai Informazione by gnubik.itt

Articoli Simili

Gasolio sporco in alcuni distributori in Puglia

Rifornimenti di gasolio sporco Gasolio sporco a Lecce, Brindisi e Taranto e  auto in panne e tanti danni per molti automobilisti.
Poco dopo Natale tra le province pugliesi di Brindisi, Taranto e Lecce vi è stato un allarme gasolio sporco per i rifornimenti del carburante auto.
Centinaia di automobilisti per qusto motivo sono rimasti in panne e hanno riposrtao gravi danni alle loro autovetture dopo aver fatto dei rifornimenti a diverse pompe di be [...]

Continua a leggere

Matrimonio estivo: 3 idee per stupire i vostri ospiti

Scopri come organizzare un matrimonio estivo. 3 idee per stupire i tuoi ospiti con originalità, estro e un pizzico di fantasia.

Amate il mare e i matrimoni estivi? In questo caso, il tema che più fa per voi è sicuramente quello marino.
Organizzare un matrimonio che ricordi l'estate in tutto e per tutto non è così difficile come si pensa.
Basta solo munirsi di pazienza, forza di volontà e tanta dose creativa.
  Avete intenzione di realizzare un matrimonio estivo ma non sapete da cosa partire? Eccovi 3 idee per stupire i vostri ospiti con tanta originalità.
  1.
Location ma [...]

Continua a leggere

Il cimitero Flaminio di Roma

Tra quelli della Capitale, non sarà antico e maestoso come il Verano o affascinante e discreto come l'Acattolico, tuttavia il cimitero Flaminio o di Prima Porta possiede, comunque, un'interessante e funzionale struttura architettonica e rappresenta quello più esteso in Italia.
E così come negli altri, i diversi servizi funebri e i loro addetti, come quelli della Cattolica San Lorenzo, hanno visto la seppellitura in questo luogo di tanti cittadini [...]

Continua a leggere