Viaggi e Vacanze > Destinazione

Lecce e il suo centro storico: arte secolare ed eleganza

Il centro storico di Lecce è un trionfo di arte barocca e suggestioni romane, in un contesto signorile e distinto.

Se b&b e case vacanze nel Salento si svuotano progressivamente con l’addormentarsi dell’estate, Lecce resta un polo attrattivo nel corso di tutto l’anno e continua a sedurre visitatori da tutto il mondo anche durante i mesi freddi. Merito, in particolare, di un’arte sublime, che si accende del barocco e dei giochi di luce che la pietra leccese, roccia tipica del posto, è in grado di regalare a chi vi posa addosso gli occhi.

 

Il centro storico della città vibra di creazioni incantevoli, che videro la luce tra il XVII e il XVIII secolo, in pieno clima di Controriforma e che, da allora, cambiarono il volto della città per sempre. Elemento più rappresentativo del cuore cittadino è la Basilica di Santa Croce, il monumento più imponente della città e di tutto il Salento. L’opera sorge a pochi metri dalla centralissima Piazza Sant’Oronzo e fu edificata insieme all’attiguo Palazzo dei Celestini, oggi sede della Provincia e della Prefettura di Lecce. La chiesa, inquadrata come basilica minore, fu portata a termine alla fine del ‘600, è stata completamente ristrutturata nella sua facciata esterna e, oggi come allora, illumina il centro storico.

 

Piazza Duomo è posta a circa un chilometro dalla Basilica e risplende in altezza, schermata dal campanile più alto della provincia e dalla chiesa, che si prende la scena e disegna lo skyline dello spiazzo. Edificato nello stesso periodo di Santa Croce, il Duomo è monumento di riferimento della cultura leccese.

 

Tra il Duomo e la Basilica sorge Piazza Sant’Oronzo, sormontata dal meraviglioso Anfiteatro Romano, risalente al I-II millennio d. C. e testimonianza di un passato ormai antichissimo. L’opera fu portata alla luce solo un secolo fa, grazie alla sapienza dell’archeologo leccese Cosimo De Giorgi e, da allora, ha trasformato l’aspetto della piazza impreziosendo la città.

 

Il centro storico è perimetrato dalle tre antiche porte della città (una quarta, intitolata a San Martino, non è più in piedi): Porta Napoli, Porta Rudiae e Porta San Biagio, tre manifesti di epoche diverse fra loro ma ugualmente evocative di un retaggio che non c’è più ma che sopravvive ancora, percepibile ai più attenti. Porta Napoli è un arco di trionfo voluto da Carlo V, Porta Rudiae è l’ultima traccia rimasta della storica strada che, da Lecce, conduceva fino all’ormai scomparsa città di Rudiae, Porta San Biagio è la porta d’ingresso verso la via della movida serale, dove antico e nuovo si mescolano e si armonizzano, per la gioia di turisti e gente del luogo.

 


© Fai Informazione by gnubik.itt

Articoli Simili

4 giorni a Barcellona

Tour di Barcellona in 4 giorni

GIORNO 1.
Gaudí Il primo giorno si prende una "Barcelona Card" e cosi si può iniziare la giornata.
La prima opzione da visitare ed da non perdersi assolutamente è l'imponente chiesa della Sagrada Familia.
Se ti servono dei consigli per la visita turistica, puoi farlo presso lo stand delle informazioni turistiche.
La seconda opzione è una passeggiata fino al vicino quartiere di Gràcia, dove è possibile pranzare in una delle sue piazze meravigliose [...]

Continua a leggere

Castel del Monte

Castel del Monte è uno dei tanti castelli costruiti nel sud Italia nel XIII secolo da Federico II, imperatore del Sacro Romano Impero.
È considerato il più grande dei suoi castelli ed è un sito patrimonio mondiale dell'UNESCO.  Come raggiungere Castel del Monte con i mezzi pubblici La città più vicina a Castel del Monte è Andria, circa dodici miglia a nord.
È una città abbastanza piacevole, ma Bari o Trani sono migliori basi durante la notte.
Da [...]

Continua a leggere

Visitare Alberobello

Alberobello e i trulli Alberobello è un noto paese della Puglia famoso per i suoi trulli, tipiche costruzioni di pietra a forma di cono.
Intorno alla zona turistica principale ci sono molti piccoli bar e negozi.
Ci sono anche diversi ristoranti e pizzerie, alcuni anche nei trulli e con terrazza esterna.
Sulla strada principale, Largo Martellotta, ci sono tipici bar italiani e alcuni piccoli negozi di alimentari.
Il giovedì c'è un grande mercato d [...]

Continua a leggere