Viaggi e Vacanze > Destinazione

Lecce e il suo centro storico: arte secolare ed eleganza

Il centro storico di Lecce è un trionfo di arte barocca e suggestioni romane, in un contesto signorile e distinto.

Se b&b e case vacanze nel Salento si svuotano progressivamente con l’addormentarsi dell’estate, Lecce resta un polo attrattivo nel corso di tutto l’anno e continua a sedurre visitatori da tutto il mondo anche durante i mesi freddi. Merito, in particolare, di un’arte sublime, che si accende del barocco e dei giochi di luce che la pietra leccese, roccia tipica del posto, è in grado di regalare a chi vi posa addosso gli occhi.

 

Il centro storico della città vibra di creazioni incantevoli, che videro la luce tra il XVII e il XVIII secolo, in pieno clima di Controriforma e che, da allora, cambiarono il volto della città per sempre. Elemento più rappresentativo del cuore cittadino è la Basilica di Santa Croce, il monumento più imponente della città e di tutto il Salento. L’opera sorge a pochi metri dalla centralissima Piazza Sant’Oronzo e fu edificata insieme all’attiguo Palazzo dei Celestini, oggi sede della Provincia e della Prefettura di Lecce. La chiesa, inquadrata come basilica minore, fu portata a termine alla fine del ‘600, è stata completamente ristrutturata nella sua facciata esterna e, oggi come allora, illumina il centro storico.

 

Piazza Duomo è posta a circa un chilometro dalla Basilica e risplende in altezza, schermata dal campanile più alto della provincia e dalla chiesa, che si prende la scena e disegna lo skyline dello spiazzo. Edificato nello stesso periodo di Santa Croce, il Duomo è monumento di riferimento della cultura leccese.

 

Tra il Duomo e la Basilica sorge Piazza Sant’Oronzo, sormontata dal meraviglioso Anfiteatro Romano, risalente al I-II millennio d. C. e testimonianza di un passato ormai antichissimo. L’opera fu portata alla luce solo un secolo fa, grazie alla sapienza dell’archeologo leccese Cosimo De Giorgi e, da allora, ha trasformato l’aspetto della piazza impreziosendo la città.

 

Il centro storico è perimetrato dalle tre antiche porte della città (una quarta, intitolata a San Martino, non è più in piedi): Porta Napoli, Porta Rudiae e Porta San Biagio, tre manifesti di epoche diverse fra loro ma ugualmente evocative di un retaggio che non c’è più ma che sopravvive ancora, percepibile ai più attenti. Porta Napoli è un arco di trionfo voluto da Carlo V, Porta Rudiae è l’ultima traccia rimasta della storica strada che, da Lecce, conduceva fino all’ormai scomparsa città di Rudiae, Porta San Biagio è la porta d’ingresso verso la via della movida serale, dove antico e nuovo si mescolano e si armonizzano, per la gioia di turisti e gente del luogo.

 


© Fai Informazione by gnubik.itt

Articoli Simili

Spa, Masseria e Golf: ecco l'Acaya Golf Club

Il Salento è sicuramente una delle zone più belle non solo della Puglia, ma dell'intera penisola italiana.
Qui avrai modo di vivere delle esperienze davvero uniche: divertimento che si unisce alla bellezza di un territorio molto vario.
Considera anche che potrai trovare tantissime cose da fare per una vacanza che sia letteralmente indimenticabile.
Un'occasione che non puoi proprio farti scappare a maggior ragione se pensi che ci sono svariate str [...]

Continua a leggere

Tour operator in Emilia Romagna? Scopri Food Valley Travel!

Se state cercando un tour operator in Emilia Romagna che possa aiutarvi nella creazione o nella scelta di un itinerario turistico tra arte e sapori, scoprite Food Valley Travel!

Se state organizzando un weekend fuori porta in Emilia Romagna e vi piacerebbe visitare angoli nascosti della regione o assaporare le sue specialità gastronomiche, sappiate che c’è un tour operator in Emilia Romagna che potrà venire incontro a tutte le vostre esigenze, offrendovi anche moltissimi pacchetti turistici pronti all’uso.
Il tour operator in questione è Food Valley Travel, da anni impegnato ad offrire un tipo di servizio turistico al cr [...]

Continua a leggere

4 giorni a Barcellona

Tour di Barcellona in 4 giorni

GIORNO 1.
Gaudí Il primo giorno si prende una "Barcelona Card" e cosi si può iniziare la giornata.
La prima opzione da visitare ed da non perdersi assolutamente è l'imponente chiesa della Sagrada Familia.
Se ti servono dei consigli per la visita turistica, puoi farlo presso lo stand delle informazioni turistiche.
La seconda opzione è una passeggiata fino al vicino quartiere di Gràcia, dove è possibile pranzare in una delle sue piazze meravigliose [...]

Continua a leggere