Viaggi e Vacanze > Destinazione

Lecce, la Firenze del meridione

Il centro storico di Lecce è una vera perla in stile barocco, non a caso la città pugliese viene comunemente definita “la Firenze del sud“. Uno stile architettonico, il barocco rinascimentale, che venne inizialmente ritenuto troppo rivoluzionario, poiché andava a stravolgere quelle che erano state le regole fino a quel momento, introducendo elementi elaborati, insoliti e talvolta bizzarri.

Lecce è un esempio perfettamente riuscito di questo “nuovo” stile architettonico e camminare per le sue vie è un vero tuffo nel barocco puro, il suo centro storico custodisce edifici di rara bellezza e storie affascinanti e misteriose, oltre a leggende e aneddoti curiosi.  Lecce è così diventata, specie negli ultimi decenni, una meta ambita da turisti italiani e stranieri, che uniscono così una vacanza nello splendido mare della Puglia ad una visita della bella città barocca.

I leccesi non amano il paragone con Firenze, che in qualche modo sembra sminuire la reale unicità del barocco locale, in effetti gran parte dei palazzi che fanno bella mostra di sé, sono stati realizzati in tradizionale “pietra leccese”, una pietra bianca dotata di grande duttilità, facile da lavorare con il coltello. Effettivamente queste “opere de curtieddu” sono sicuramente opere di bellezza e valore unici, non certo inferiori al barocco fiorentino.

Il tour proposto accompagna i visitatori in un simbolico percorso dalle origini messapiche e romane della città, fino al magnifico periodo del Barocco leccese. Passeggiando tra i vicoli del delizioso centro storico, si scopriranno le meraviglie che hanno collocato Lecce nel novero delle città più belle del sud Italia. L’itinerario parte da Porta Napoli, camminando per le vie del centro si giunge poi a Piazza Duomo (dove si ammirano la Cattedrale, il Campanile, l’Episcopio ed il Seminario), il vero cuore barocco di Lecce. Il tour prosegue con una visita alla Chiesa di Sant’Irene, prosegue in direzione Piazza Sant’Oronzo, dove si possono ammirare i magnifici resti dell’Anfiteatro Romano, la chiesa di San Marco e il Sedile. La passeggiata prosegue per le vie del centro storico fino a raggiungere a Chiesa di Santa Chiara ed il Teatro Romano, altre testimonianze davvero uniche della storia di Lecce. L’itinerario si conclude alla Basilica di Santa Croce, gioiello del Barocco leccese, con l’annesso Convento dei Celestini.


© Fai Informazione by gnubik.itt

Articoli Simili

Trekking in Sardegna: consigli e suggerimenti

Scoprire le bellezze della Sardegna

La Sardegna è conosciuta per il suo mare, come meta turistica soprattutto nei mesi estivi e meta anche di vip.
Se, però, le spiagge, la vita mondana e le spiagge sono molto conosciute, non si può dire lo stesso di altre attività.
In pochi, infatti, sanno che la Sardegna è una meta ideale anche per chi ama fare trekking e offre moltissimi itinerari, di difficoltà diversa, per tutti coloro che non vogliono solo stare al sole e in acqua, ma che aman [...]

Continua a leggere

Ponza: molto più che un'isola

Ponza, un isola incredibile

  Hai bisogno di evadere e cerchi un luogo dove realizzare la tua vacanza? Sei nella pagina giusta, oggi ti propongo di visitare Ponza.
Sai dove si trova Ponza? Intanto stiamo parlando di un'isola Pontina che si trova precisamente accanto a San Felice Circeo e dista 50 km dalla prestigiosa costa del parco Nazionale del Circeo.
Cosa puoi vedere a Ponza Stiamo parlando di una caletta per eccellenza e gode di acque turchesi prestigiose.
Si tratta di [...]

Continua a leggere

Vacanze sul mare? Marotta è la località ideale

Dove trascorrere le vacanze perfette

Le vacanze estive sono una cosa che si aspetta per tutto l'anno, ci si prepara per il mese di agosto, o per uno dei mesi estivi in cui si possono avere le ferie e si decide in quale località sul mare si vuole andare a trascorrere un periodo di vero relax.
In questi anni una delle regioni italiane più gettonate sono le Marche, regione scarsamente sfruttata sotto certi punti di vista, ad esempio rispetto alla vicina Emilia Romagna, ma che riserva d [...]

Continua a leggere