Salute e Benessere > Medicina

Lenti per la luce blu

La luce blu, emessa naturalmente dal sole ed artificialmente da una lunga serie di dispositivi elettronici, può essere particolarmente nociva per la salute degli occhi. Ad essere in pericolo sono soprattutto coloro che trascorrono molto tempo con i dispositivi elettronici di ultima generazione.

 

La luce blu: fa male agli occhi ed all'organismo?

La luce blu, come confermato da recenti studi clinici, può provocare seri danni oculari. Ad essere maggiormente nociva è poi la luce blu artificiale emessa dallo schermo di Pc, tablet, smartphone e luci al led. Tutti coloro che sono particolarmente esposti alla luce blu dovrebbero indossare lenti anti luce blu. In caso contrario il rischio è quello di andare incontro a danni permanenti ed infiammazioni della cornea, del cristallino o della retina.
Le lenti anti luce blu dovrebbero essere indossata anche in caso di esposizione al sole.
Le nuove sorgenti di luce blu artificiali poi, sono particolarmente nocive, rispetto alle vecchie fonti luminose del passato. Bisogna però ammettere anche che trascorrere una giornata all'area aperta, espone gli occhi ad una quantità di luce blu trenta volte superiore a quella emessa da un Pc.
 

Occhiali con lenti bianche anti luce blu

La nostra vita quotidiana è ormai costellata da dispositivi al led o ad emissione di luce blu. La tv, il Pc, il tablet e tanti altri dispositivi possono danneggiare la vista. Indossando delle comode lenti anti luce blu la situazione cambia radicalmente.
Non è da dimenticare che la luce blu può provocare irritazioni e affaticamenti oculari. Possono inoltre influenzare il ritmo sonno veglia. Utilizzare dispositivi elettronici a luce blu prima di andare a dormire, può infatti rendere il riposo frammentario e poco rigenerante.

 

Come i dispositivi elettronici hanno modificato la nostra esistenza

Pc, tablet, smartphone e tutti gli altri dispositivi elettronici e digitali con display a led espongono gli occhi ad uno spettro di  luci e colori differenti rispetto al passato. Dunque, oltre a modificare le abitudini quotidiane pratiche, hanno anche cambiato la routine visiva. Il problema diventa particolarmente preoccupante soprattutto per quanto riguarda i bambini. La patologia oculare, nota come miopia scolastica, è sempre più diffusa tra i più piccoli. Molti ne sono già affetti prima di iniziare a frequentare la scuola elementare.
Se l'occhio è abituato solo ed esclusivamente alla visione da vicino, si disabituerà alla visione da lontano ed avrà poche occasioni per rilassarsi.
L'affaticamento oculare provocato dall'uso di dispositivi digitali è tra i principali mali del nostro tempo. Indossare lenti anti luce blu può appianare il problema


© Fai Informazione by gnubik.itt

Articoli Simili

La chirurgia del polso

L'importanza di una corretta gestione post chirurgica

Su lachirurgiadelpolso.it trovi le risposte alle tue domande circa i dolori che avverti al polso e che non hai ancora deciso di iniziare a curare.
La tempestività di una diagnosi è infatti molto importante perché consente certamente un recupero più veloce ed evita che una situazione preesistente possa peggiorare o cronicizzarsi.
Quella del polso è infatti una struttura molto complessa, e le patologie che possono presentarsi possono interessare ar [...]

Continua a leggere

Riabilitazione della mano

Gli esercizi con la pallina sono veramente efficaci?

Ogni patologia che interessi la mano necessita di un adeguato trattamento riabilitativo con lo scopo di consentirle di acquisire nuovamente il miglior range articolare, nonché il massimo scorrimento tendineo.
Nel periodo immediatamente successivo all’immobilizzazione della mano o all’intervento chirurgico, il terapista dovrà gestire diverse problematiche relative alla patologia quali ad esempio una certa rigidità articolare o gonfiore della mano. [...]

Continua a leggere

La malattia di Peyronie

Cause e cure

La malattia di Peyronie è una patologia benigna che interessa il pene, della quale ancora si ignora l’origine.
In particolare, questa condizione altro non è che una alterazione del rivestimento del tessuto erettile, sulla quale si forma una placca che può essere facilmente scoperta al tatto.
Questa condizione è in grado di causare del dolore durante l’erezione a causa della deformazione all’asta del pene che essa comporta.
In determinati casi è p [...]

Continua a leggere