Edilizia e Costruzioni

Logistica e magazzino: la scaffalatura drive-in

Gli scaffali drive-in, o anche più comunemente detti a corridoi caricabili, sono un particolare tipo di strutture di stoccaggio, adatto all'immagazzinamento di Unità di Carico pallettizzate e particolarmente indicate per referenze che sono presenti in magazzino in quantità rilevanti.

La scaffalatura drive-in consente di risolvere i problemi di schiacciamento o di stabilità dei carichi pallettizzati, che possono avvenire impiegando il criterio di stoccaggio a blocchi con sovrapposizione delle Unità di Carico direttamente una sull'altra. La scaffalatura si basa sull'impiego di strutture a mensole e per questo si deve porre attenzione:

  • alle caratteristiche dimensionali e costruttive del pallet
  • alle caratteristiche fisiche e dimensionali delle Unità di Carico
  • alla larghezza del montante del carrello o delle protezioni del posto guida rispetto allo spazio libero lasciato tra le mensole

In un modulo di scaffalatura drive-in vanno stoccate Unità di Carico della stessa referenza o, nel caso siamo costretti a gestire in modo rigoroso lotti di produzione, anche dello stesso lotto. Ne consegue che occorre sopportare un livello fisiologico di insaturazione. Per questo motivo, nel dimensionare la profondità dei canali della scaffalatura, è fondamentale tenere conto delle quantità in stock per limitare l'insaturazione complessiva delle scaffalature stesse. È quindi consigliabile effettuare sempre delle simulazioni per determinare il numero complessivo delle Unità di Carico nel canale caricabile.

Non ultimo è necessario tenere conto di:

  • la capacità operativa dei carrelli (in pallet/ora) che lavorano in scaffalature drive-in è sicuramente più bassa rispetto a quella che si può ottenere operando, con il medesimo tipo di carrello elevatore, in scaffalature portapallet
  • la movimentazione all'interno delle scaffalature è più lenta quanto sono più profondi i canali e i piani di stoccaggio
  • la scaffalatura drive-in non è idonea in situazioni in cui sono previste attività di picking.
  • il Warehouse Management Software deve essere dotato di adeguate funzionalità per la movimentazione di questa tipologia di scaffalature


© Fai Informazione by gnubik.itt

Articoli Simili

Progettazione di edifici passivi: la nuova frontiera del comfort abitativo

Gli edifici passivi (Passive House) sono costruzioni che assicurano il benessere termico senza produrre energia sfruttando i combustibili fossili, o comunque utilizzandoli in maniera trascurabile.

Gli edifici passivi sono chiamati in questo modo perché la somma degli apporti passivi di calore dell'irraggiamento solare trasmessi dalle finestre e il calore interno generato dagli elettrodomestici e dagli occupanti stessi sono quasi sufficienti a compensare le perdite dell'involucro durante la stagione fredda.
  Ma allora, come funziona una casa passiva? Un edificio passivo ricava l’energia necessaria a pareggiare il bilancio termico con siste [...]

Continua a leggere

Cos’è una scaffalatura cantilever e a cosa serve

La scaffalatura cantilever è la soluzione ideale per i magazzini che devono stoccare oggetti lunghi e pesanti.

Chi ha un magazzino e deve stoccare merci lunghe e pesanti si sarà sentito proporre una scaffalatura cantilever.
Di cosa si tratta esattamente? Di una struttura in acciaio molto salda e resistente, pensata appositamente per tubi, tavole, profilati, lamiere, matasse e travi.
Questa scaffalatura, infatti, permette una perfetta sistemazione orizzontale, grazie ai suoi bracci, sui quali i carrelli elevatori possono caricare la merce.
L’altro grosso v [...]

Continua a leggere

Progettazione casa: lo studio a cui rivolgersi

Quando si prende l’importante decisione di mettere su casa è importante rivolgersi a degli esperti del settore che comprendano le nostre esigenze e ci guidino nelle giuste scelte.
Non stiamo infatti parlando solo di un impegno in termini economici, ma che può influire sulla buona riuscita del nostro progetto e sulla nostra vita in generale.
Sappiamo infatti che non c'è niente di più intimo della propria bitazione.
Ma come riconoscere un buon stud [...]

Continua a leggere