Economia e Lavoro > Professioni

Macchine per la verifica del denaro falso

Tutti coloro che sono abituati a ricevere i pagamenti in cash conoscono i rischi di essere pagati con denaro falso. Ecco dunque alcuni metodi per verificare l'autenticità delle banconte ricevute.
 

La verifica visiva e tattile

Prima di parlare di macchine per la verifica banconote, è necessario puntualizzare che l'autenticità o la falsità di queste ultime non viene sempre comprovata tramite le macchine. Quando la tecnologia non si era sviluppata fino a questi livelli, infatti, si utilizzavano metodi alternativi come la verifica visiva, che spesso veniva associata a quella tattile.
In che cosa consistono? Il primo dei due consiste nel guardare la banconota in controluce e verificare che l'importo della stessa compaia anche nella striscia olografica, ovvero, la striscia argentata che attraversa la banconota. Inoltre, secondo questo medoto, si dovrà verificare la presenza della filigrana al centro della stessa.
Il secondo, invece, consiste innanzitutto nella verifica dello spessore della carta, che non deve presentare anomalie rispetto alle banconote stampate dalla Banca Centrae Europea. Inoltre, per un controllo tattile effettuato nella maniera giusta, bisogna verificare che le sigle siano in rilievo. Diversamente, significa che qualcosa non quadra.
Questi metodi, tuttavia, non garantiscono un'infallibilità assoluta. E questo è il motivo per cui ad essi è subentrata la teconlogia, con la macchina per la verifica banconote.
 

La verifica tecnologica: i rilevatori di banconote false

Ed eccoci arrivati alla tecnologia, con il processo di verifica banconote tramite macchina. Di che cosa stiamo parlando? La risposta è molto semplice. Si tratta, infatti, di un dispositivo elettronico in grado di capire se la banconota è vera o falsa. Stiamo parlando di un gioiello della tecnologia che comporta non solo ad innumerevoli vantaggi per verificare di star maneggiando sempre vere, ma anche di uno strumento molto semplice da utilizzare e di un'infallibilità più unica che rara.
In questo caso la banconota viene introdotta all'interno del dispositivo, che impiega pochissime frazioni di secondo per effettuare tutti i controllo necessari a capire se questa è vera oppure falsa: solitamente, se il dispositivo è caratterizzato da prestazioni alte, è in grado di effettuare fino a sette controlli
in meno di un secondo, emettendo un bip sonoro se la banconota in esso inserita è falsa.
 

Acquistare una macchina per verifica banconote: consigli

Prima di acquistare una macchina per verifica baconote, tuttavia, è necessario puntualizzare che esso deve essere aggiornato e, di conseguenza, in grado di verificare anche l'autenticità delle nuove banconote immesse sul mercato negli ultimi anni. Infatti, nel 2013 sono state introdotte le nuove banconote da 5 euro, nel 2014 è toccato a quelle da 10 euro, ed ultimamente anche le banconote da 20 euro sono state messe in circolazione in una nuova versione.
E non finisce qui: nei prossimi anni, infatti, si prevede un nuovo formato anche per le banconote da 50 e 100 euro, per cui, al fine di un controllo efficace, sarà consigliabile acquistare un modello ancora più aggiornato.


© Fai Informazione by gnubik.itt

Articoli Simili

Vasetti cosmetici: perché sceglierli in PET

Rispetto ai modelli in vetro, i vasetti cosmetici in PET offrono maggiori vantaggi in termini di protezione, praticità e qualità.

Quando vediamo dei vasetti cosmetici in vetro, immediatamente pensiamo che si tratti di un prodotto di qualità superiore, perché riteniamo che tale materiale sia di qualità superiore.
Tuttavia, nella sfida qualitativa del packaging, spesso e volentieri il vero vincitore è un altro: il PET.
Questo materiale, spesso snobbato a causa della minore capacità di riutilizzo, presenta in realtà numerose caratteristiche che lo rendono più vantaggio del vet [...]

Continua a leggere

Rifiuti Tecnologici una Miniera d'Oro in Crescita Costante

Il riciclo oro dai rifiuti tecnologici può essere un'importante opportunità per la creazione di ricchezza e posti di lavoro

Il riciclo dei rifiuti tecnologici può essere un'importante opportunità per la creazione di ricchezza e posti di lavoro, parallelamente ai classici rifiuti che riempiano le discariche ci  sono altri materiali che tutt'altro devono essere considerati che immondizia priva di valore.
Per quanto riguarda i rifiuti tecnologici questi sono composti da oro e metalli rari e preziosi, tanto da far assomigliare questa tipologia di rifiuti a come vere e pro [...]

Continua a leggere

Chi aiuta il datore di lavoro a garantire la sicurezza?

Rspp e servizio di prevenzione e protezione

Il datore di lavoro, servendosi del servizio di prevenzione e protezione-SPP esterno che lo supporta nella valutazione dei rischi lavorativi, non ha un obbligo formativo specifico in materia di salute e sicurezza sul lavoro.
L’obbligo sorge solo nel caso in cui è consentito allo stesso di svolgere internamente i compiti del SPP.
In particolare, per gli studi professionali, il monte ore della formazione del datore di lavoro-RSPP è di 16 ore, con u [...]

Continua a leggere