Salute e Benessere

Menopausa: gli integratori possono aiutarci?

Non tutte le donne vivono serenamente l’entrata in menopausa. Molte di noi sono infatti fortemente influenzate da quelli che sono i sintomi che si accompagnano al calo ormonale, in particolare al progressivo esaurimento dei livelli di estrogeni e progesterone nel nostro corpo. Questi due ormoni, in modo particolare gli estrogeni, sono responsabili non solo della maturazione dei follicoli ovarici e del rilascio delle cellule uovo all’interno dell’utero, ma hanno una certa influenza sullo stato dei nostri organi e tessuti riproduttivi (vagina, ovaie ecc.) e su diverse attività che sono svolte all’interno dell’organismo. Per questo quando entriamo in menopausa, a risentirne è il benessere di tutto il nostro corpo. Basti pensare che questi ormoni sono coinvolti:

  • nell’attività termoregolativa del corpo. Per tal motivo una loro diminuzione è ad esempio causa di vampate di calore e sudorazione notturna.

  • nel controllo degli ormoni agenti sul metabolismo basale. L’influenza che gli estrogeni hanno sugli ormoni tiroidei agenti sul metabolismo corporeo è infatti ben evidente nel momento in cui, con l’abbassamento dei primi, il nostro corpo ha maggiori difficoltà a bruciare calorie ed è maggiormente soggetto ad un aumento del peso.

  • nell’influenza su alcuni ormoni ipofisari, sulla produzione di dopamina (uno dei neurotrasmettitori più importanti per l’attività sessuale) e sulla diminuzione della serotonina, un altro neurotrasmettitore implicato nel desiderio sessuale, nella stimolazione del sonno, della fame e dell’umore.

Integratori per la menopausa: perché sono un ottimo rimedio?

Per le ragioni appena viste, gran parte dei rimedi ai sintomi della menopausa (vampate di calore, sbalzi di umore, aumento del peso e della ritenzione idrica, ecc.) consistono in un’azione agente sul quantitativo ormonale nel corpo. La TOS, terapia ormonale sostitutiva, aiuta, attraverso l’assimilazione esogena di ormoni femminili, a riportare in equilibrio i livelli ormonali del nostro corpo e ad attenuare i sintomi dovuti al calo estrogenico. Tuttavia tale terapia deve essere prescritta e seguita dal proprio medico e non può essere attuata per un tempo illimitato. Sottoporre infatti il corpo a dosaggi, seppur ridotti, di ormoni lo espone maggiormente a rischi quali quelli legati ad una maggior incidenza di tumori. Una soluzione che invece non presenta rischi per la saluta né effetti collaterali è l’utilizzo di integratori per la menopausa che contengano principi naturali in grado di agire specificatamente su determinati sintomi. Tra questi troviamo quelli contenuti nel Peperoncino e Carciofo che favoriscono l’eliminazione dei gas intestinali causa del gonfiore addominale tipico della menopausa, o quelli a base di Té Verde, in grado di agire sul drenaggio dei liquidi corporei contro la ritenzione idrica; 

o ancora quelli a base di Cimifuga, una pianta con azione positiva contro vampate di calore, sudorazione notturna e sbalzi d’umore.
Inoltre, integratori  a base di Zinco contribuiscono al normale metabolismo degli acidi grassi, quelli a base di vitamina B6 aiutano la regolazione dell’attività ormonale, mentre quelli a base di  vitamina D3 aiutano a mantenere le ossa sane contro l’osteoporosi da menopausa.

Non dimentichiamoci che gli integratori, per essere efficaci, devono essere sempre associati ad una dieta sana, possibilmente a base di alimenti contenenti fitoestrogeni, come la soia, e ad uno stile di vita equilibrato dove è importante mantenersi attive e lontane da stress, fumo e alcool.


© Fai Informazione by gnubik.itt

Articoli Simili

La casa di riposo di Roncobilaccio più ospitale e a misura di anziano

Scopri tutti i plus di Villa del Sole

Le case di riposo purtroppo potrebbero essere viste come dei luoghi in cui è facile annoiarsi e vivere giornate praticamente tutte uguali l’una all’altra.
È anche per questo motivo che, tanto gli anziani quanto le loro famiglie, non considerano con particolare favore la prospettiva di un ricovero all’interno di una di queste strutture.
È doveroso però ricordare che non tutte le residenze per anziani comportano questo tipo di permanenza; al contra [...]

Continua a leggere

Depressione negli anziani, i sintomi che aiutano a riconoscerla

Individuare la depressione negli anziani è spesso complesso soprattutto perché non amano parlare del loro stato d’animo o delle loro preoccupazioni.
Non è raro che affermino di stare bene quando si chiede loro se si sentano tristi o depressi anche quando effettivamente è così.
Spesso tutto ciò accade perché gli anziani non vogliono essere un peso per le persone che amano e preferiscono affrontare da soli le loro battaglie.
La depressione per gli [...]

Continua a leggere

Declino cognitivo anziani: il test del disegno dell’orologio

Un semplice test da poter fare a casa per verificare la salute mentale di una persona anziana

Il test del disegno dell’orologio è un semplice test che viene utilizzato spesso per diagnosticare la presenza di problemi neurologici nelle persone e, in particolare, negli anziani la presenza di demenze o Alzheimer.
In ambito medico viene utilizzato in combinazione con altri test volti a uno screening più approfondito ma anche se utilizzato da solo può riuscire a fornire indicazioni molto utili sulle abilità cognitive di una persona.
Come viene [...]

Continua a leggere