Scienza e Tecnologie

Mercato della stampa 3D: cos’è cambiato nel 2020?

2020: l’anno d’oro della stampa 3D

Complice la pandemia da corona virus, il 2020 ha segnato un anno di svolta nel mercato delle stampanti 3D. Sempre più aziende infatti hanno deciso di rinnovare il proprio modello di business e affidarsi alla prototipazione rapida. I dati migliori si registrano per il primo trimestre dell’anno, il periodo che ha per sempre cambiato la vita di tutti noi e ha costretto molte aziende a ripensare il propri modello di produzione, mentre molti professionisti,  lontani dallo studio o dall'azienda, hanno dovuto correre ai ripari acquistando nuovi prodotti da utilizzare a casa durante i mesi di lockdown.

Sono stati in particolare i settori design, professionale e industriale della stampa 3D a registrare i dati più positivi. Per questi tre infatti tra il secondo e terzo trimestre si registra uan crescita delle spedizioni pari rispettivamente a +16%, +9% e +22%. I produttori occidentali, come per esempio Stratasys, solo nei primi tre mesi del 2020 hanno registrato un aumento esponenziale delle spedizioni, con una crescita addirittura a due cifre. Particolarmente interessato dalla crescita è stato il settore della vendita delle stampanti 3D professionali, che nel primo trimestre ha goduto di una forte domanda.

 

Nuovi modelli e crescita anno su anno: cosa ci aspetta nel 2021?


Se il 2020 è stato l’anno della svolta, il 2021 non può che essere l’anno della conferma o della smentita. Numerosi saranno i nuovi modelli presentati in questo 2021: molte aziende produttrici hanno infatti deciso di non annunciare nuovi prodotti già pronti nel 2020, complice anche l’annullamento di molti eventi del settore. I big della stampa 3D sono quindi pronti per rilanciarsi in questo anno in corso.

Alla luce di quanto detto finora, non è un caso che le previsioni parlino di uin incremento delle spedizioni pari addirittura al 15%.


© Fai Informazione by gnubik.itt

Articoli Simili

Le caratteristiche dell’acciaio inossidabile

L'acciaio inossidabile, altrimenti noto come acciaio inox, è il nome di una famiglia di leghe a base di ferro, note per la loro resistenza alla corrosione e al calore.
Una delle caratteristiche principali dell'acciaio inossidabile è il suo contenuto minimo di cromo, pari al 10,5%, che gli conferisce una resistenza alla corrosione superiore rispetto ad altri tipi di acciai.
Come altri acciai, l'acciaio inox è composto soprattutto da ferro e carbon [...]

Continua a leggere

Cosa sono le stampanti 3D

Con questi strumenti è possibile creare qualunque oggetto, dal più semplice al più complesso. Ecco come funzionano e perché già molte aziende le usano.

Le stampanti 3D sono strumenti che usano la progettazione assistita da computer (CAD) per creare oggetti in tre dimensioni a partire da diversi tipi di materiali, per esempio plastica fusa o polveri.
Nulla a che vedere con certe "scatole magiche" che vedi nei film di fantascienza, tuttavia.
Per creare gli oggetti desiderati, le stampanti 3D si avvalgono di un metodo di stratificazione: in pratica, strato dopo strato dànno vita a una rappresentazi [...]

Continua a leggere

Cos'è e a cosa serve il rifrattometro

Tutto quello che vuoi sapere a proposito di questo strumento tipico dei laboratori di analisi.

Il rifrattometro è uno strumento scientifico utile per misurare l'indice di rifrazione di un campione liquido o solido.
Questo tipo di strumento è usato soprattutto nell'industria, in particolare nel settore dell'alimentare e delle bevande.
In pratica, il rifrattometro misura la quantità di luce che viene piegata, o rifratta, quando si sposta dall'aria in un campione.
In genere, i rifrattometri sono usati per misurare l'indice di rifrazione di un [...]

Continua a leggere