Arte e Cultura

Michelangelo Vita ed Opere

Le Opere di Michelangelo sono ritenute come traguardi irraggiungibili dall'ingegno umano.

Michelangelo è stato un artista che ha realizzato opere d'arte di una bellezza unica, le sue opere hanno sono talmente significative ed apprezzate che vengano ritenuti traguardi irraggiungibili dall'ingegno umano.
Michelangelo è stato un artista che fu riconosciuto un genio già ai suoi tempi, questo grandissimo artista fu conteso dai vari potenti dell'epoca per realizzare opere in luoghi importanti come la cupola di San Pietro e la cappella Sistina.
Tra le sue opere più significative ci sono la Pietà e il David che è tuttora uno de maggiori simboli del rinascimento ed anche uno dei Florence tours più seguiti dai turisti in visita a Firenze.  

Michelangelo preferiva la scultura alle altre arti forse perché cresciuto a Settignano dove all'epoca si estraeva e si lavorava la pietra serena che veniva usata a Firenze per la realizzazione delle case più prestigiose.
La formazione artistica di Michelangelo cominciò nella bottega del Ghirlandaio che era considerato uno degli artisti più famosi di Firenze, Michelangelo fu mandato nella bottega del Ghirlandaio dal padre per contribuire alle spese della famiglia.
Sembra che la famiglia  Buonarroti pur derivando da un ceto sociale di una certa importanza stesse attraversando un periodo di grossa difficoltà economica, da qui la decisione del padre di indirizzare Michelangelo ad una bottega in considerazione anche del fatto che il giovane Michelangelo aveva già manifestato una spiccata inclinazione artistica. 
In quell'epoca il lavoro artistico era considerato un lavoro manuale ritenuto non consono ai membri di famiglie importanti.
Presso la bottega del Ghirlandaio Michelangelo apprese tecniche pittoriche e si mise subito in luce per la sua abilità che lo portò subito ad essere considerato uno dei migliori artisti della bottega nonostante la sua giovane età.
Dopo pochi anni Il Michelangelo comincio a frequentare il Giardino di San Marco che all'epoca era una sorta di accademia dell'arte sostenuta e finanziata da Lorenzo de Medici.
Anche nel giardino di San Marco Michelangelo riuscì velocemente a mettere in luce le proprie innate doti artistiche, il suo successo presso Lorenzo de Medici fu tale che il giovane artista fu ospitato presso uno dei palazzi medicei.
Ben presto Michelangelo fu considerato come un membro adottivo dell'importante famiglia de Medici, questo permise al grande artista di conoscere tutta la dinastia de Medici. 
In breve molti membri della famiglia de Medici  ricoprirono importanti ruoli in politica e nella chiesa e furono tra i maggiori committenti delle opere straordinarie di Michelangelo Buonarroti.
Le vicissitudini politiche e sociali che si verificarono a Firenze con l'arrivo del Savonarola portarono Michelangelo ad allontanarsi da Firenze dopo la cacciata de Medici, in questo periodo il grande artista ebbe modo di lavorare in altre città come Bologna, Roma e Siena.
Con il ritorno al potere della famiglia de Medici Michelangelo tornò nella città fiorentina dove riprese a realizzare le grandi opere che avrebbero reso lui e Firenze famosa nel mondo, fu in questo periodo che il grande artista realizzò la gigantesca statua del David.
 


© Fai Informazione by gnubik.itt

Articoli Simili

L'amore e la cartomanzia

la cartomante per i problemi d'amore

Uno dei problemi più frequenti in amore....
Lui ti ha lasciato: Tempismo di impronta prettamente maschile.
Di solito cade in prossimità delle vacanze, che siano Natalizie, pasquali o di ferragosto.
E tendenzialmente la decisione non è mai figlia del caso, piuttosto di un casus belli (vedi alla voce: altra).
La rottura va metabolizzata, ma come ogni soglia del dolore è soggettiva e va esorcizzata a modo proprio.
potete drammatizzare, esacerbare al [...]

Continua a leggere

Arte e gastronomia nella bassa parmense: alla scoperta di Fontanellato

A 5 km dalla Via Emilia tra Parma e Fidenza (città dell’outlet), troviamo un piccolo borgo dove si può assaporare la vita tranquilla della pianura, i suoi luoghi d’arte e la sua prelibata cucina.

A 5 km dalla Via Emilia tra Parma e Fidenza (città dell’outlet), troviamo un piccolo borgo dove si può assaporare la vita tranquilla della pianura, i suoi luoghi d’arte e la sua prelibata cucina.
Stiamo parlando di Fontanellato, località contrassegnata dalla Bandiera Arancione del Touring Club e aderente alla schiera delle CittàSlow italiane.
Posta al centro della piazza, la Rocca è il simbolo di Fontanellato: l’imponente fortezza fu eretta nel X [...]

Continua a leggere

Fontanellato e il fascino dei suoi mercatini

C’è chi fa un giro al mercatino e chi si stropiccia gli occhi su un mondo che non esiste più, evocato da oggetti d’antiquariato che hanno fatto e fanno la storia.
C’è chi è un appassionato di vintage e modernariato.
C’è chi è in cerca dell’occasione favolosa e fortunata per mettersi in casa un pezzo unico.
C’è chi ama borghi storici e piazze favolose e va dunque volentieri a trascorrere una domenica in cerca di mercatini.
Tra questi il più rinoma [...]

Continua a leggere