Economia e Lavoro > Professioni

Monitoraggio del freddo: l’importanza dell’umidità relativa

Durante il monitoraggio del freddo è importante considerare anche l’umidità relativa, elemento fondamentale nella conservazione dei prodotti freschi.

 

 

Quando si parla di monitoraggio del freddo, spesso si pone troppa poca attenzione su un fattore che risulta invece essere determinante, in particolare nel trasporto di prodotti freschi, come frutta e verdura: l’umidità. O meglio, l’umidità relativa.

Con questo termine si intende il tasso di umidità espresso come rapporto tra il livello attuale e quello massimo. Dal momento che l’aria fredda può contenere molta più umidità rispetto all’aria calda, l’umidità relativa è strettamente collegata alla temperatura.

Ma perché essa è così importante? Scopriamolo subito.

 

Gli effetti dell’umidità relativa sui prodotti freschi

Per i prodotti che contengono molta acqua, l’umidità relativa può essere dannosa, con effetti differenti quando troppo bassa o troppo alta.

 

Umidità relativa bassa

Disidratazione, raggrinzimento, perdita di lucentezza, maggiori possibilità di malattia, perdita di peso (e quindi di valore) sono solo alcuni degli effetti che una bassa umidità relativa ha suoi prodotti.

Pelle, superficie e integrità del prodotto sono tutti elementi che dipendono fortemente dalla presenza di acqua, quindi è facile capire come l’abbassamento dell’umidità possa essere cosi efficace.

 

Umidità relativa alta

Se l’umidità relativa raggiunge il livello di saturazione, ossia il 100%, il vapore acqueo inizia a condensarsi sulla superficie, creando problemi di condensazione: la presenza di condensa può infatti favorire lo sviluppo e la diffusione di malattie, con un grosso rischio di perdere il prodotto.

I valori dell’umidità relativa alta non sono uguali per tutti i prodotti. Per molte tipologie di prodotti freschi un livello di umidità raccomandato è dell’85-95%, mentre per articoli come le cipolle secche, la frutta secca, l’aglio e le noci, il livello dovrebbe essere del 65-70%.

 

Come monitorare l’umidità relativa

Air Sea Italia propone registratori per il monitoraggio del freddo dotati di rilevatori per l’umidità, con registrazioni che vanno dal 10% al 100% dell’umidità relativa e temperature da -30°C a 70°C.


© Fai Informazione by gnubik.itt

Articoli Simili

Perché il Fabbro Non è Solo un Mestiere del Passato

Il mestiere del fabbro ha origini antiche e molto gloriose essendo un artigiano che più di altri ha inciso sula storia e sull'evoluzione delle civiltà umane dell'antichità.

Un tempo il fabbro, prima della attuale rivoluzione industriale, era l'unico che poteva dar vita ad oggetti in metallo che servivano per i più svariati utilizzi sia per lavorare altri materiali che per armare eserciti che combattevano con armi in ferro.
Gli oggetti in metallo che venivano realizzati manualmente da un fabbro Siena, Pisa o di ogni altra città erano indispensabili in vari ambiti e rappresentavano una possibilità imprescindibile per [...]

Continua a leggere

Obblighi di legge per il personale HACCP

Gli obblighi di legge a cui sono sottoposti gli addetti alla preparazione e somministrazione di alimenti

Qual è l’obbligo di formazione per tutto il personale addetto alla preparazione e somministrazione degli alimenti per ottenere la certificazione HACCP? L’obbligo della formazione professionale per tutto il personale addetto alla preparazione e somministrazione degli alimenti (compresi i responsabili HACCP), è stato notevolmente ribadito dal Reg.
852/04 e dalle diverse disposizioni regionali italiane.
Queste normative hanno prescritto il coinvolgi [...]

Continua a leggere

I Mestieri Artigiani del Passato e la Loro Evoluzione Moderna

I mestieri artigiani sono state attività che hanno permesso alla civiltà umana di evolvere in quell'epoche in cui le macchine industriali non erano ancora presenti nei processi produttivi

I mestieri artigiani sono state attività che hanno permesso alla civiltà umana di evolvere in quell'epoche in cui le macchine industriali non erano ancora presenti nei processi produttivi.
Mestieri artigiani come il fabbro, il falegname e molti altri avevano un'importanza cruciale nello sviluppo di un centro abitato in quanto senza artigiani di questo genere non era possibile condurre una normale quotidianità.
In virtù del loro ruolo fondamentale [...]

Continua a leggere