Economia e Lavoro > Professioni

Monitoraggio del freddo: l’importanza dell’umidità relativa

Durante il monitoraggio del freddo è importante considerare anche l’umidità relativa, elemento fondamentale nella conservazione dei prodotti freschi.

 

 

Quando si parla di monitoraggio del freddo, spesso si pone troppa poca attenzione su un fattore che risulta invece essere determinante, in particolare nel trasporto di prodotti freschi, come frutta e verdura: l’umidità. O meglio, l’umidità relativa.

Con questo termine si intende il tasso di umidità espresso come rapporto tra il livello attuale e quello massimo. Dal momento che l’aria fredda può contenere molta più umidità rispetto all’aria calda, l’umidità relativa è strettamente collegata alla temperatura.

Ma perché essa è così importante? Scopriamolo subito.

 

Gli effetti dell’umidità relativa sui prodotti freschi

Per i prodotti che contengono molta acqua, l’umidità relativa può essere dannosa, con effetti differenti quando troppo bassa o troppo alta.

 

Umidità relativa bassa

Disidratazione, raggrinzimento, perdita di lucentezza, maggiori possibilità di malattia, perdita di peso (e quindi di valore) sono solo alcuni degli effetti che una bassa umidità relativa ha suoi prodotti.

Pelle, superficie e integrità del prodotto sono tutti elementi che dipendono fortemente dalla presenza di acqua, quindi è facile capire come l’abbassamento dell’umidità possa essere cosi efficace.

 

Umidità relativa alta

Se l’umidità relativa raggiunge il livello di saturazione, ossia il 100%, il vapore acqueo inizia a condensarsi sulla superficie, creando problemi di condensazione: la presenza di condensa può infatti favorire lo sviluppo e la diffusione di malattie, con un grosso rischio di perdere il prodotto.

I valori dell’umidità relativa alta non sono uguali per tutti i prodotti. Per molte tipologie di prodotti freschi un livello di umidità raccomandato è dell’85-95%, mentre per articoli come le cipolle secche, la frutta secca, l’aglio e le noci, il livello dovrebbe essere del 65-70%.

 

Come monitorare l’umidità relativa

Air Sea Italia propone registratori per il monitoraggio del freddo dotati di rilevatori per l’umidità, con registrazioni che vanno dal 10% al 100% dell’umidità relativa e temperature da -30°C a 70°C.


© Fai Informazione by gnubik.itt

Articoli Simili

Spazio in magazzino: come ottimizzarlo?

Sappiamo che lo spazio per le attività commerciali e industriali è fondamentale.
Lo è ancora di più per il magazzino, vero cuore delle attività dell’azienda.
Saper gestire al meglio il proprio magazzino può portare a dei grandi risparmi in termini di costi.
  Magazzino proprio o in affitto: lo spazio conta eccome! Non stiamo parlando solo di magazzini di proprietà dell’azienda, ma anche di magazzini che vengono presi in affitto per il deposito de [...]

Continua a leggere

Logistica per e-commerce: quando il packaging può fare la differenza

L’E-commerce è uno dei settori più in crescita nel nostro mercato e sempre più italiani sono orientati all’acquisto online di prodotti.

I vantaggi dell’e-commerce Tra gli elementi che giustificano questa scelta possiamo elencarne alcuni: la facilità di trovare ciò che si cerca;   l’alto livello di servizi offerti, primo tra tutti la consegna sempre più veloce degli ordini;   la possibilità di tenere traccia in tempo reale della merce;   e quella di resi gratuiti.
  Logistica per e-commerce: quando dietro al servizio c’è molto di più Dietro al fantastico mondo dell’e-commerce c’è [...]

Continua a leggere

L’ossitaglio: informazioni e procedure

Vediamo quali sono le procedure da seguire in una delle operazioni siderurgiche più diffuse

Per chi non lo sapesse, l’ossitaglio è una delle principali operazioni nel campo della siderurgia per il taglio di materiali anche di grande spessore.
Tra le operazioni sostitutive alla cesoiatura è sicuramente quella meno recente.
Obiettivo di tale operazione è il taglio di lamiere o profilati metallici.
La tecnica dell’ossitaglio viene svolta tanto in maniera manuale, quanto in ambito industriale, montato su opportuni pantografi, cioè su specia [...]

Continua a leggere