Economia e Lavoro > Professioni

Monitoraggio del freddo: l’importanza dell’umidità relativa

Durante il monitoraggio del freddo è importante considerare anche l’umidità relativa, elemento fondamentale nella conservazione dei prodotti freschi.

 

 

Quando si parla di monitoraggio del freddo, spesso si pone troppa poca attenzione su un fattore che risulta invece essere determinante, in particolare nel trasporto di prodotti freschi, come frutta e verdura: l’umidità. O meglio, l’umidità relativa.

Con questo termine si intende il tasso di umidità espresso come rapporto tra il livello attuale e quello massimo. Dal momento che l’aria fredda può contenere molta più umidità rispetto all’aria calda, l’umidità relativa è strettamente collegata alla temperatura.

Ma perché essa è così importante? Scopriamolo subito.

 

Gli effetti dell’umidità relativa sui prodotti freschi

Per i prodotti che contengono molta acqua, l’umidità relativa può essere dannosa, con effetti differenti quando troppo bassa o troppo alta.

 

Umidità relativa bassa

Disidratazione, raggrinzimento, perdita di lucentezza, maggiori possibilità di malattia, perdita di peso (e quindi di valore) sono solo alcuni degli effetti che una bassa umidità relativa ha suoi prodotti.

Pelle, superficie e integrità del prodotto sono tutti elementi che dipendono fortemente dalla presenza di acqua, quindi è facile capire come l’abbassamento dell’umidità possa essere cosi efficace.

 

Umidità relativa alta

Se l’umidità relativa raggiunge il livello di saturazione, ossia il 100%, il vapore acqueo inizia a condensarsi sulla superficie, creando problemi di condensazione: la presenza di condensa può infatti favorire lo sviluppo e la diffusione di malattie, con un grosso rischio di perdere il prodotto.

I valori dell’umidità relativa alta non sono uguali per tutti i prodotti. Per molte tipologie di prodotti freschi un livello di umidità raccomandato è dell’85-95%, mentre per articoli come le cipolle secche, la frutta secca, l’aglio e le noci, il livello dovrebbe essere del 65-70%.

 

Come monitorare l’umidità relativa

Air Sea Italia propone registratori per il monitoraggio del freddo dotati di rilevatori per l’umidità, con registrazioni che vanno dal 10% al 100% dell’umidità relativa e temperature da -30°C a 70°C.


© Fai Informazione by gnubik.itt

Articoli Simili

Agenzia Investigativa Milano : Licenziamento per giusta causa

Licenziamento per giusta causa

Dopo aver visto in breve in cosa consiste il lavoro dell’investigatore privato Milano, analizziamo in questo articolo la figura e il ruolo dell’investigatore privato nel caso di licenziamento per giusta causa.
Partiamo dal fatto che in Italia il licenziamento senza valide ragioni è vietato e non si può mandare a casa un dipendente all’improvviso.
Esistono, tuttavia, due tipologie di licenziamento: Il licenziamento disciplinare che può avvenire “i [...]

Continua a leggere

Strenx: le principali caratteristiche

Acciaio Strenx: di cosa stiamo parlando? L’acciaio Strenx permette di ottenere prodotti più resistenti e con ottime caratteristiche in termini di tenacità e resistenza.
Negli ultimi anni un uso sempre più diffuso e frequente di questo acciaio ne ha permesso una rapida diffusione nel settore della siderurgia.
La diffusione dell'acciaio Strenx è in gran parte dovuta alla sua adattabilità alle attività di lavorazione più diffuse nel settore industri [...]

Continua a leggere

Logistica: un software per la buona gestione delle attività

Molto spesso la tecnologia corre in aiuto dei lavori più tradizionali, semplificando le attività più macchinose.
Negli ultimi anni in particolare molti settori tradizionali dell’industria hanno visto aumentare l’apporto di soluzioni tecnologiche nelle attività di tutti i giorni.
L’ingresso della tecnologia ha portato alcuni notevoli vantaggi.
Vediamoli insieme.
  Tecnologia applicata alla logistica  Anche nel caso della logistica l’apporto dei nu [...]

Continua a leggere