Salute e Benessere > Medicina

Onicomicosi: cos'è e da cosa è scatenata?

Ci sono numerose cure naturali per la micosi del piede

L'onicomicosi è una malattia delle unghie, sostenuta da un fungo, una muffa o un lievito.

La causa più comune è quella data dalla candida: un lievito che si sviluppa nell'intestino e che, se non curato adeguatamente, può dare diverse conseguenze, tra cui disturbi all'apparato urinario o alla pelle ed, appunto, alle unghie.

L'onicomicosi esordisce, solitamente, con una colorazione strana di un'unghia del piede o di parte di essa. Tendenzialmente sono macchie gialle/marroncine o bianco/latte, a seconda del fungo che l'ha provocata.

Ci si accorge di soffrire di onicomicosi perché, improvvisamente, insieme a questa strana colorazione, l'unghia diventa di forma irregolare e con i bordi frastagliati: può prudere, dare fastidio o addirittura fare male.

Man mano che l'infenzione progredisce l'unghia diventa sempre più dura, cresce lentamente e può addirittura insorgere il dolore, che impedisce di mettere le scarpe e camminare agevolmente.

Nei casi più gravi, l'unghia viene compromessa del tutto e può cadere. L'onimicosi è sostenuta da funghi: microorganismi che vivono in ambienti umidi e caldi.

Si può contrarre utilizzando calze poco assorbenti, non in grado di permettere una corretta ventilazione del piede o di assorbire adeguatamente il sudore: il piede, per molte ore chiuso nella scarpa e senza possibilità di far evaporare il sudore, può sviluppare funghi.

Altre cause che possono far insorgere la malattia sono: camminare scalzi in luoghi in cui è facile la proliferazione di micosi come piscine, palestre, spogliatoi, docce o bagni pubblici o scambiarsi calze e calzature con altre persone.

L'onicomicosi, infatti, in certi casi è infettiva, soprattutto quando è sostenuta da candida: fintanto che il piede non sarà perfettamente guarito, quindi, è importante utilizzare biancheria ed asciugamani personali e non condividerli con altre persone.

L'onicomicosi è molto semplice da diagnosticare e può farlo tranquillamente il medico di base, con una banale valutazione visiva.

Spesso non è necessario nemmeno rivolgersi al medico ma basta chiedere consiglio al farmacista, che consiglierà il farmaco da banco più adatto al caso specifico. La miglior terapia naturale per la micosi è Fresh Fingers, un potente antimicotico naturale che permette di curare i sintomi della micosi nel giro di pochissimo tempo. Se non dovesse bastare, è possibile utilizzare farmaci più potenti.

La cura consiste nell'osservare una corretta igiene giornaliera, lavando la parte infetta due o tre volte al giorno ed asciugandola perfettamente, perché l'umidità contribuisce all'espansione dell'infezione, e nell'applicare dei prodotti antifungini specifici due volte al giorno.

In questo modo il fungo regredirà e guarirà nel giro di una settimana, senza conseguenze né strascichi. Solitamente, si consiglia di applicare il farmaco da banco su tutte le unghie del piede interessato, perché l'onicomicosi è infettiva e può espandersi anche alle altre unghie, magari insorgendo con i sintomi a qualche settimana di distanza dalla guarigione.

È un disturbo un po' fastidioso ma assolutamente non pericoloso: se si dovessero notare i sintomi dell'onicomicosi non c'è motivo di preoccuparsi o spaventarsi.

È consigliabile, semplicemente, recarsi in farmacia e consultarsi col farmacista per acquistare la lozione più indicata ed iniziarne quanto prima l'applicazione con costanza, per risolvere il problema in pochissimi giorni.


© Fai Informazione by gnubik.itt

Articoli Simili

Igiene orale quotidiana

La effettui correttamente?

Spesso i pazienti credono erroneamente di adoperare una buona igiene orale per il semplice motivo di lavare i denti più volte al giorno.
Questa è certamente una buona pratica, ma è necessario effettuare una pulizia approfondita e accurata per far si che questa possa essere veramente efficace ed impedire a tartaro e batteri di proliferare, garantendo così quell’igiene a lungo desiderata.
Alla base di una pulizia dei denti errata o non sufficiente [...]

Continua a leggere

Lenti per la luce blu

La luce blu, emessa naturalmente dal sole ed artificialmente da una lunga serie di dispositivi elettronici, può essere particolarmente nociva per la salute degli occhi.
Ad essere in pericolo sono soprattutto coloro che trascorrono molto tempo con i dispositivi elettronici di ultima generazione.
  La luce blu: fa male agli occhi ed all'organismo? La luce blu, come confermato da recenti studi clinici, può provocare seri danni oculari.
Ad essere mag [...]

Continua a leggere

Mal di testa nei bambini per affaticamento degli occhi

Gli occhi dei bambini sono molto delicati e non sempre i piccoli sono in grado di esprimere la loro sintomatologia.
A tal proposito è importante conoscere le cause di mal di testa nei bambini.
Come riconoscere l'affaticamento visivo nei bambini Può capitare che i bambini non vedano bene, ma che allo stesso tempo non siano in grado di esprimere tale difficoltà.
Diventa quindi complesso comprendere le cause di mal di testa nei bambini e alcuni dist [...]

Continua a leggere