Viaggi e Vacanze > Destinazione

Ostuni e le suggestioni dell’archeologia locale

Non solo mare, monumenti e attrattive paesaggistiche, Ostuni è anche una città ricca di suggestioni antichissime, reperti storici risalenti a oltre 30.000 anni fa.

Hotel, residence, case vacanze e b&b Ostuni restano aperti per tutto l’anno, alimentando un turismo che nel borgo del brindisino dimostra un certo dinamismo per tutto l’anno, svincolandosi dalle logiche di turismo balneare tipiche di tante altre zone della Puglia. Ostuni è una città poliedrica, ricca di seduzioni in grado di attrarre a sé un pubblico vario; la città può contare su un paesaggi marino eccezionale, su un’arte ricca e trasversale, su fascinazioni paesaggistiche meravigliose e su una archeologia tra le più ricche del Mezzogiorno.

I lavori di recuperi del Prof. Coppola

Nei primi anni ‘90 del secolo scorso, il monumentale lavoro di ricerca compiuto dal Prof. Donato Coppola, docente dell’Università Aldo Moro di Bari, portò alla scoperta di una serie di reperti storici risalenti al periodo dell’uomo di Neanderthal. Ostuni, fin dall’antichità, era stata terreno adatto ad accogliere le popolazioni di nomadi messapi che, grazie all’abbondanza di grotte e all’assetto collinare del posto, si presentava come luogo perfetto di accampamento.

La Donna di Ostuni

La più grande scoperta del team di ricerca fu la cosiddetta Donna di Ostuni, lo scheletro di una donna di circa 20 anni risalente a 28.000 anni fa e del suo feto. Assieme ai resti della puerpera vennero rinvenuti anche resti di denti animali, le ossa di un  bue, utensili di vario genere, tutte tracce di una ritualità funeraria già matura per gli uomini dell’epoca.

Il parco e il museo

La sepoltura è stata preservata e trasformata in un luogo di visita denominato Ostuni 1 e inserito all’interno della Grotta di Santa Maria d’Agnano, all’interno dell’omonimo parco archeologico e naturalistico.

Il parco sorge a metà del percorso che congiunge Ostuni con il comune di Fasano, un’area che si estende per 13 ettari ai piedi delle Murge Meridionali. I lavori di scavi che resero possibile il rinvenimento della Donna di Ostuni e di altri importantissimi reperti vennero avviati nel 1987 e 4 anni fu tardi fu inaugurato il parco, assieme all’altro centro di riferimento dell’archeologia ostunese, ovvero il Museo di civiltà preclassiche della Murgia Meridionale.


© Fai Informazione by gnubik.itt

Articoli Simili

Peschici in Gargano

Peschici è un comune della provincia di Foggia nelle Puglie e si trova all'interno del Parco Nazionale del Gargano e Comunità Montana del Gargano.
E  una rinomata località balneare, e qui vengono ogni anno molti turisti sia per la qualità delle acque per cui più volte è stata premiata con la Bandiera Blu sia per le varie cose da vedere, tra mare ed entroterra in questi luoghi.
 Il Gargano è un promontorio roccioso che rappresenta in pratica lo "S [...]

Continua a leggere

Visitare la Puglia e il Salento

La Puglia  ha un meraviglioso patrimonio storico e culturale, una quantità enorme di villaggi belli e pittoreschi, campi di ulivi e, naturalmente, buon cibo!    Qui si possono prenotare numerose vacanze in Puglia nel Salento sul mare, dove godere di sole e mare e vivere in serenità il periodo di ferie.
Oltre alle spiagge anche l'interno vale la pena di visitare, come la Valle d'Itria, più o meno al centro della regione, Bari (la capitale) e Brind [...]

Continua a leggere

Guida Madrid

Informazioni indispensabili per visitare Madrid

A chi non piacerebbe trascorrere un periodo di vacanza a Madrid, città che a detta di molti è la più bella d’Europa? Trascorrere piacevoli ore immersi nel verde dei suoi parchi, o andare alla scoperta di monumenti quali il Palazzo Reale non ha prezzo, così come visitare finalmente il famoso Museo del Prado ed i più noti mercati della città.
Madrid è una città davvero grande e ricca di attrazioni  imperdibili per ogni turista, ecco il motivo per i [...]

Continua a leggere