Economia e Lavoro > Finanza

Polizze Vita: trend 2020

I dati 2019 fanno ben sperare per il segmento vita

Polizze assicurative vita sempre piu ricercate, stando ai dati 2019, come tappeto d'atterragio comodo e sicuro per i rispiarmiatori interessati a investimenti a basso rischio. Almeno questa è la lettura che emerge dai dati dell'anno appena concluso: chi ha scelto le aasicurazioni vita sembra aver fatto la scelta giusta.

In termini di rendimento non si può certo dire il contrario: come emerge da un articolo de La Stampa , le polizze assicurative vita nell'anno 2019 hanno garantito un ritorno superiore al 3%: gli occhi dunque sono già rivolti con estream attenzione ed attesa alle performance che può riservare il 2020. La prospettiva pare possa essere simile per il segmeto vita.

Le polizze vita non sempre sono state apprezzate dal mercato, in ottica risparmio e investimento sono state piu volte valutate con diffidenza. La polizza vita può rappresentare uno strumento importante per affrontare eventuali problemi economici derivanti da imprevisti incidentali , ma alcune soluzioni sono rivolte proprio a strumento di investimento, come sistema alternativo da valutare nel caso di una pensione integrativa, o soluzioni di investimento a medio lungo termine. Sul mercato sono disponibili prodotti in grado di rispondere alle esigenze più diversificate dei consumatori e investitori.

I trend ci dicono che negli ultimi anni, questo tipo di prodotto assicurativo vita è tornato ad essere sempre più interessante e presente anche nei portafogli dei risparmiatori italiani. I motivi dietro questa scelta possono essere moltepolici: un primo fattore sicuramente è rappresentato dal bass livello di rischio economico, poi di certo perche le assicurazioni vita consentono di unire aspetti di protezione ma anche investimento. Entrambe le caratteristiche stanno a cuore del consumatore medio. 

I trend sono speranzosi: se si pensa che solo nello 2018 si sono raccolti circa 90 miliardi di euro nel segmento vita, il 2019 ha chiuso con un ritorno lordo superiore al 3%, per il 2020 la tendenza potrebbe essere ulteriormente positiva. Le migliori performance sono state registrate dalle cosiddette “unit linked”, polizze vita di ramo III: con questo prodotto è possibile investire nei fondi comuni. Buoni risultati anche per le polizze di ramo I: circa il 65% del mercato italiano.


© Fai Informazione by gnubik.itt

Articoli Simili

Decreto "Liquidità" Le misure per il Fondo di garanzia

Il 4 giugno 2020 con l'approvazione del senato è stato trasformato in Legge il Decreto Liquidità; divenendo operative le misure a sostegno delle imprese, professionisti, autonomi o artigiani che si ritrovano ad affrontare le scomode conseguenze che ha portato la pandemia da Covid-19.
Alla luce di tutto ciò, per poter favorire una giusta ripartenza del sistema produttivo italiano una volta passata l'emergenza da Covid-19, il Fondo di Garanzia dell [...]

Continua a leggere

Mutuo o affitto: quale scegliere?

A tutti è capitato di porsi il dilemma su quale soluzione sia migliore rispetto all'affitto oppure all'accensione di un mutuo.
Ovviamente ognuna di queste possibilità presenta dei punti a favore e degli svantaggi: ecco, allora, tutto quello che c'è da sapere sull'argomento.
I vantaggi dell'affitto L'affitto è sicuramente una soluzione molto immediata che consente di poter avere un'abitazione nella quale vivere anche a quelle persone che non hanno [...]

Continua a leggere

Interessi usurari sui mutui e richieste di risarcimento

Secondo una recente analisi, 7 mutui su 10 sono irregolari a causa degli interessi che superano il limite di legge.

Grazie anche a recenti servizi televisivi, sono venuti alla ribalta numerosi casi relativi a mutui irregolari che le banche hanno fatto sottoscrivere agli utenti.
Dalle analisi effettuate, è infatti emerso che in Italia circa 7 mutui su 10 sono irregolari per quel che riguarda il tasso di usura ma non solo.
  Interessi in eccesso e richiesta di rimborso Proprio per questo motivo è bene fare sempre in modo da accertarsi che il proprio mutuo non ab [...]

Continua a leggere