Casa

Qual'è la funzione di un separatore idraulico

Capire la funzione di un separatore idraulico è molto importante per migliorare la gestione dell'impianto idraulico della tua casa o del tuo ufficio.

Per intervenire al meglio, tuttavia, è necessario avvalersi dell'operato di un servizio specializzato, come quello di Idraulico Bologna.

Separatore idraulico: cos'è e come funziona

Il separatore idraulico (chiamato anche compensatore o disconnettore) è un dispositivo utilizzato per collegare insieme un circuito idraulico primario a più circuiti idraulici secondari, ognuno di essi dotato di una pompa di distribuzione.

Il separatore idraulico è un collettore predimensionato, una sorta di grande bottiglia vuota, che si installa verticalmente fra un circuito primario, dov’è presente la caldaia, ed il punto di distribuzione a diversi circuiti secondari rendendoli tra loro indipendenti.

La sua principale funzione, infatti, è di garantire l’indipendenza di più circuiti in un unico impianto: installandolo è dunque possibile evitare il manifestarsi di disturbi o interferenze all’interno dei singoli circuiti.
 

Principali funzioni del separatore idraulico

Il separatore idraulico può avere più funzioni a seconda della tipologia e servizio degli impianti: oltre a rendere indipendenti i circuiti idraulici collegati, combina differenti componenti funzionali, ciascuno dei quali soddisfa determinate esigenze tipiche dei circuiti al servizio degli impianti di climatizzazione.

Il dispositivo è progettato per svolgere le funzioni di:

  • Separazione idraulica: serve a rendere indipendenti i circuiti idraulici collegati;
  • Disaerazione: qui entrano in gioco più principi fisici: l’allargamento di sezione diminuisce la velocità del flusso e la rete interna in tecnopolimero crea moti vorticosi capaci di favorire la liberazione delle microbolle. Le bolle fondendosi tra di loro aumentano di volume e, risalendo verso la parte alta, vengono evacuate dalla valvola automatica di sfogo aria a galleggiante, situata nella parte superiore;
  • Defangazione: il defangatore, posto nella parte inferiore del separatore, permette la divisione e la raccolta delle impurità presenti nei circuiti. Per separare queste impurità dall’acqua il flusso defangatore deve decantare i flussi. Cosa significa? L’acqua che arriva all’interno del filtro genera un turbine, rallentando il flusso per entrare nella caldaia e favorendo il filtraggio: in questo modo, le sostanze si separano dall’acqua e si depositano sul fondo, detto camera di raccolta;
  • Rimozione di particelle magnetiche: l’apposito sistema magnetico brevettato attrae anche le impurità ferromagnetiche contenute nell’acqua: le particelle ferromagnetiche vengono trattenute nella zona di raccolta evitando così di tornare in circolazione.

 

Separatore idraulico: quando installarlo?

I separatori idraulici sono prodotti destinati ad assumere un ruolo sempre più importante nel modo di concepire e realizzare i circuiti idraulici in generale e le centrali termiche in particolare.

Ecco le principali ragioni per utilizzarlo:

  • è un sistema che ti permette di ridurre al minimo le perdite di energia e gli sprechi;
  • ti permette di rendere indipendenti sistemi, per esempio di un unico edificio, che nella realtà sono collegati tutti ad un unico sistema, che quindi viene equilibrato;
  • permette il funzionamento regolare dei sistemi secondari, assicurando ad ogni utenza il fabbisogno idraulico, con la temperatura e la portata desiderate;
  • è molto semplice e rapido da collegare, anche se ti consiglio di ricorrere a del personale esperto. La manodopera, quindi, sarà minima;
  • ha un costo ridotto, a fronte di prestazioni elevate;
  • permette l’evacuazione dell’aria e lo scarico delle impurità presenti nel tuo impianto.


Se sei interessato ad installare sul tuo impianto domestico un separatore idraulico puoi trovare in commercio varie soluzioni con prezzi variabili ma comunque accessibili (mediamente tra i 150 e i 600 euro).

L'installazione non è particolarmente impegnativa ma, come consigliato in precedenza, è meglio affidarsi a manodopera qualificata in grado di montare il dispositivo all’impianto centralizzato.

Il tecnico installatore di tua fiducia, prima di procedere all'installazione, analizzerà la presenza di eventuali interferenze o anomalie fra i vari circuiti in modo da garantirti un impianto efficiente e funzionale.


© Fai Informazione by gnubik.itt

Articoli Simili

Gazebi: come proteggerli in inverno?

Per molti proprietari di case, il gazebo è il luogo preferito per godersi un bel pomeriggio all'aperto nel cortile di casa durante i caldi e soleggiati mesi estivi.
Tuttavia, queste strutture rimangono spesso all'aperto tutto l'anno.
Bisogna quindi assicurarsi che abbiano la giusta protezione dal freddo, dal vento e dalla neve.
Proteggere la struttura durante l'inverno infatti, farà una grande differenza in termini di durata del gazebo.
Invernali [...]

Continua a leggere

Le migliori marche di deumidificatori

Avere un buon deumidificatore in casa: vantaggi Se desideri conoscere le migliori marche di deumidificatori in commercio, sei nel posto giusto: qui ti forniremo una breve guida.
Un deumidificatore è un elettrodomestico in grado di attrarre l’umidità presente nell'aria.
Coloro che possiedono una casa molto umida non potranno fare a meno di un buon deumidificatore.
Se ti servirai di questo elettrodomestico, l'aria sarà subito più pura, inoltre, ess [...]

Continua a leggere

Manutenzione Caldaie

Assistenza Caldaie

La legge prevede che le caldaie debbano essere regolarmente manutenute ogni due anni per il controllo dei fumi e affidarle ad Professionisti specializzati come un Idraulico Roma.
Le persone che non prendono questi interventi non solo mettono in pericolo la loro salute e sicurezza, ma mettono anche in pericolo la salute e la sicurezza delle loro case o dei vicini, poiché possono verificarsi incendi o avvelenamenti.
Non solo: chi non effettua la ma [...]

Continua a leggere