Servizi

Quali compressori usano la compressione di spostamento positiva?

Come scegliere il compressore più adatto alle proprie esigenze? Una piccola guida per non sbagliare mai!

Una regola generale indica che i compressori a spostamento positivo sono più adatti per i requisiti di carico di base. Ma come lavorano? I compressori a spostamento positivo aspirano aria in una o più camere di compressione e quando il volume di ciascuna camera diminuisce attraverso lo spostamento di una o più parti mobili, la pressione aumenta. Oggi vedremo i diversi tipi di compressori Atlas Copco che usano la compressione di spostamento positiva.

Compressori a pistone

Il compressore a pistone è il più vecchio e più comune tipo di compressore industriale. È disponibile nelle varianti a semplice effetto o doppio effetto, lubrificate con olio o senza olio e con vari numeri di cilindri in diverse configurazioni.

I compressori a pistone oil-free sono dotati di fasce elastiche in politetrafluoroetilene (PTFE) o carbonio. In alternativa, la parete del pistone e del cilindro può essere profilata come nei compressori a labirinto. Le macchine più grandi sono dotate di una traversa e delle tenute sugli spinotti e di un pezzo intermedio ventilato per impedire il trasferimento dell’olio dal carter alla camera di compressione. I compressori più piccoli hanno spesso un basamento con cuscinetti sigillati permanentemente.

 

Compressori rotativi a vite

Sviluppati negli anni ’30, i compressori rotanti a cilindrata doppia hanno due parti principali: i rotori maschio e femmina, che ruotano in direzioni opposte mentre il volume tra loro e l’alloggiamento diminuisce. Ogni elemento a vite ha un rapporto di pressione fisso incorporato che dipende dalla sua lunghezza, dal passo della vite e dalla forma della luce di scarico. Per ottenere la massima efficienza, il rapporto di pressione incorporato deve essere adattato alla pressione di esercizio richiesta.

I moderni compressori a vite oil-free hanno profili a vite asimmetrici che riducono le perdite interne e migliorano l’efficienza energetica. I loro ingranaggi esterni sono spesso utilizzati per sincronizzare la posizione dei rotori controrotanti. Poiché i rotori non entrano mai in contatto tra loro, non è necessaria alcuna lubrificazione nella camera di compressione e l’aria compressa prodotta è completamente priva di olio.

I compressori a vite con iniezione di liquido utilizzano la lubrificazione liquida nella loro camera di compressione e spesso anche con i cuscinetti del compressore. Il liquido raffredda e lubrifica le parti mobili dell’elemento del compressore, che raffredda l’aria compressa e riduce la perdita di ritorno all’ingresso. Oggi l’olio è il liquido più comunemente usato grazie alle sue buone proprietà lubrificanti e sigillanti. Altri liquidi utilizzati includono acqua.

 

Compressori dentati

I compressori dei denti contengono due rotori che ruotano in direzioni opposte all’interno di una camera di compressione. Il suo processo di compressione consiste in fasi di aspirazione, compressione e scarico. Durante la fase di aspirazione, l’aria viene aspirata nella camera di compressione finché i rotori non bloccano l’ingresso. L’aria viene quindi compressa nella camera di compressione, che diventa più piccola mentre i rotori ruotano durante la fase di compressione. Nella sua fase finale, l’apertura di uscita viene bloccata durante la compressione da uno dei rotori mentre l’ingresso è aperto per aspirare aria nuova nella sezione opposta della camera di compressione.

 

Compressori scroll

Un compressore scroll è di solito un tipo di compressore dislocante orbitale oil-free, che comprime una quantità specifica di aria in un volume decrescente. L’elemento del compressore è costituito da una spirale statorica fissata in un alloggiamento e da una spirale eccentrica motorizzata, in orbita. Le spirali sono montate con sfasamento di 180 ° per formare sacche d’aria con un volume che varia gradualmente, che fornisce agli elementi di scorrimento stabilità radiale. Quando la spirale orbitante si muove, l’aria viene aspirata e catturata in una delle sacche d’aria, dove viene compressa gradualmente mentre si muove verso il centro.

 

Compressori a palette

La maggior parte dei compressori a palette è lubrificata a olio e funziona con lo stesso principio di molti motori di espansione dell’aria compressa. Un rotore con pale radiali mobili a forma di lama è montato eccentricamente in un alloggiamento dello statore. Quando ruota, le pale vengono premute contro le pareti dello statore per effetto della forza centrifuga. L’aria viene aspirata mentre aumenta la distanza tra il rotore e lo statore. L’aria viene catturata nelle diverse tasche del compressore e diminuisce di volume con la rotazione e viene successivamente scaricata quando le palette passano attraverso la porta di uscita.

 

Soffianti

Un soffiante Roots è un compressore dislocante senza valvola senza compressione interna. Quando la camera di compressione viene a contatto con la luce di uscita, l’aria compressa ritorna nell’alloggiamento dal lato della pressione. Successivamente, un’ulteriore compressione avviene quando il volume della camera di compressione diminuisce ulteriormente con la rotazione continua. Di conseguenza, la compressione avviene contro la piena contropressione, che si traduce in bassa efficienza e un elevato livello di rumore. Le soffianti di radici vengono spesso utilizzate come pompe per vuoto e per il trasporto pneumatico in applicazioni a bassa pressione.


© Fai Informazione by gnubik.itt

Articoli Simili

C&P Account Management

La consulenza legale a Roma

Parliamo di consulenza legale quando bisogna ottenere un parere professionale da un esperto del settore giuridico.
L’ordinamento giuridico abbraccia e disciplina i più disparati ambiti della vita dei consociati, cioè degli individui che appartengono ad una determinata società.
Il diritto italiano pone delle regole a cui attenersi, il cittadino è tenuto a rispettarle.
Possiamo parlare di consulenza legale civile, penale, amministrativa, contrattua [...]

Continua a leggere

Scegliere il giusto fotografo per un matrimonio

Scegliere un fotografo per il matrimonio è un momento importante e decisivo nell'organizzazione dell’evento stesso

Come scegliere il fotografo per il matrimonio Quando si avvicina il giorno più importante della vostra vita amorosa,quindi del vostro Matrimonio, deve andare tutto bene ed essere tutto perfetto senza sbagliare il fotografo professionista che vi garantirà di ricordare tale evento.
Il discorso riguarda il giorno del vostro Matrimonio, dove l'amore festeggiato va accompagnato dalla esperienza e professionalità di un fotografo matrimonio Roma discret [...]

Continua a leggere

Dream Sposa Atelier: abiti da sposa a Roma su misura orgoglio del made in italy

Abiti da sposa a Roma firmati dalla stilista Sabrina Maietta, capolavori made in italy della sartoria sposa su misura.

Tutte le spose sanno quanto è importante scegliere il giusto negozio di abiti da sposa per perfezionare il giorno del matrimonio nel migliore dei modi, un giorno da ricordare impresso nella memoria dei partecipanti e reso immortale dalle foto delle nozze.
Diverse le soluzioni date dal mercato, dai grandi marchi da sposa internazionali che offrono soluzioni già pronte solo da adattare al corpo delle spose, gli abiti da sposa a noleggio, le sartori [...]

Continua a leggere