Economia e Lavoro > Finanza

Quali sono i paradisi fiscali in Europa

Paradisi fiscali in Europa: di cosa si tratta

In questo periodo la tassazione in molti Stati europei è davvero diventata qualcosa di insostenibile: per rimanere in casa nostra, basta pensare che il livello di tassazione è di una percentuale del 65% rispetto ai redditi medi pro capite conseguiti dai cittadini del Bel Paese.
Questo ha spinto moltissime persone ed aziende ad emigrare in uno dei paradisi fiscali in Europa: basta pensare ai pensionati che cercano uno stile di vita più consono rispetto al loro cedolino mensile e che, per esempio, si trasferiscono alle Canarie per godere del meritato riposo senza dover stringere la cinghia fino all'inverosimile.
Lo stesso identico discorso vale per le imprese italiane strozzate dal Fisco: sono molti gli imprenditori che si sentono defraudati della propria attività dalla morsa delle tasse, e che per questo motivo puntano ad emigrare in un Paese con tassazione agevolata.
In questo senso, quando si parla di luoghi con tassazione agevolata, si pensa sempre a luoghi con ambiente tropicale, palme e clima ottimo tutto l'anno. Vero, le Canarie sono molo simili a questa descrizione, ma esistono anche altri paradisi fiscali in Europa che consentono di ottenere benefici a livello fiscale.
 
Quali sono i paradisi fiscali in Europa
 
Una ricerca di Oxfam nel 2017 ha stabilito quali sono i quattro Paesi europei che attuano una tassazione minore rispetto alla media dell'Unione. Il risultato di questo report ha individuato in questi Stati l'Irlanda, il Lussemburgo, la Svizzera ed i Paesi Bassi.
Oltre a questi Paesi ce ne sono comunque anche altri che garantiscono addirittura un trattamento migliore: le sopra citate Isole Canarie ad esempio, oltre a garantire un clima eccellente per gran parte dell'anno, applicano un'aliquota IVA che può ridursi fino al 13,5% permettendo ai cittadini residenti di godere di un regime di tassazione che permette un risparmio fino al 40% rispetto a quello che viene applicato in Italia.
Un altra isola piena di possibilità a livello fiscale è quella di Cipro che, anche se non gode di una tassazione molto vantaggiosa, permette ai residenti di subire controlli meno severi da parte delle autorità competenti.
 
Isola di Jersey, di Man e Malta: quando le isole diventano paradisi
 
Sembra proprio che, oltre a Cipro ed alle Canarie, anche altre isole possono ritenersi paradisi fiscali in Europa e possiedono la facoltà di far vivere alle persone residenti una vera e propria favola fiscale. L'Isola di Jersey applica una ritenuta sul reddito netto del 27% o sul lordo del 20%, l'Isola di Man un'aliquota sulle persone fisiche del 10% con un massimale soggetto ad imposta pari a 140.000€ (120.000 sterline), mentre Malta ha un Fisco molto vantaggioso per partecipazioni e royalties oltre che per l'aliquota del 35% come tetto massimo sulle persone fisiche.


© Fai Informazione by gnubik.itt

Articoli Simili

Offshore conviene

Scandali, inchieste e titoli di giornale letti forse troppo velocemente, hanno plagiato la nostra mente circa il coinvolgimento delle società offshore in reciclaggio di denaro ed altre attività criminose.
Tuttavia, dobbiamo sapere che non è sempre così.
  CHE COS'E' UNA SOCIETA' OFFSHORE Nel linguaggio comune, definiamo offshore una società che, registrata in un determinato Paese, agisce in territorio estero rispetto al Paese in cui è registrata. [...]

Continua a leggere

Il Lussemburgo non è solo una piazza della finanza

Il Granducato di Lussemburgo è uno dei più piccoli in termini di superficie degli Stati membri dell'Unione europea e la popolazione del Lussemburgo è solo di circa 525.000.
Ma in altre aree il Lussemburgo sa come impressionare.
Uno sguardo agli indicatori economici rivela ciò che è veramente  questo stato, ovvero che il Lussemburgo è un paradiso fiscale.
Ad esempio, il PIL pro capite del mondo è il terzo più alto.
Il reddito medio in Lussemburgo [...]

Continua a leggere

Aprire un conto estero

La situazione macroeconomica in vari paesi e la crisi fanno si che ci sia una fuga di capitali enorme.
Le persone infatti stanno optando per cercare un modo per salvaguardare i propri risparmi e aprire un conto corrente all'estero.
  Germania, Lussemburgo e Svizzera sono i paesi preferiti per aprire un conto bancario.
In teoria, ogni persona che sia maggiorenne può aprire un conto bancario in qualsiasi paese dell'Unione europea e anche fuori senz [...]

Continua a leggere