Casa

Responsabile d'impianto, obblighi e bollino blu

In tema di sicurezza ed eco sostenibilità degli impianti di riscaldamento, la legge affida al responsabile d'impianto una serie di obblighi e scadenze da rispettare, compresa quella di rinnovare periodicamente il bollino blu. Vediamo allora assieme chi è e cosa fa questa figura e, soprattutto, perché è così importante.

 

Chi è il responsabile d'impianto

 

Il responsabile d'impianto è colui che davanti alla legge si fa carico di tutte le incombenze relative alla manutenzione e bontà degli impianti di riscaldamento. Come si decide che debba essere il responsabile d'impianto? Le norme sono molto chiare in merito:

 

  • chi vive in condominio con riscaldamento centralizzato, avrà un responsabile d'impianto nominato con mandato a termine dall'assemblea. Tale figura, solitamente, può coincidere con l'amministratore condominiale, ma non è una regola
  • coloro che vivono in condominio, ma possiedono un impianto di riscaldamento autonomo, dovranno provvedere da sé all'impianto. Ovvero, il responsabile, per legge, è colui che detiene il possesso legale dell'immobile o, nel caso di locazione, colui che vi risiede stabilmente a qualunque titolo, anche gratuito
  • chi vive in una casa indipendente o semi indipendente, dovrà provvedere da sé all'impianto, in quanto il responsabile si identifica con la figura del proprietario legale dell'immobile o, nel caso di locazione, colui che vi risiede stabilmente a qualunque titolo, anche gratuito

 

Gli obblighi del responsabile d'impianto

 

Parliamo ora degli obblighi del responsabile d'impianto, oneri davvero importanti, nonché fondamentali per garantire efficienza e soprattutto sicurezza per sé e per gli altri. La legge prevede che tale figura debba:

 

  • far installare la caldaia da un tecnico autorizzato, così come prevede l'art.3 del DM 37/2008
  • ottenere il rilascio del bollino blu per la caldaie alla prima accensione
  • custodire il libretto di impianto e, nel caso di smarrimento, provvedere alla richiesta della nuova documentazione
  • custodire il certificato di conformità e, nel caso di smarrimento, provvedere alla richiesta della nuova documentazione
  • occuparsi dei controlli periodici della caldaia (manutenzione ordinaria annuale)
  • occuparsi delle lavorazioni straordinarie all'impianto in maniera tempestiva
  • nel caso di condominio, occuparsi della ricerca dei preventivi e di presentarli in assemblea. Stesso discorso per ciò che concerne la presentazione delle fatture per ogni lavoro compiuto sull'impianto
  • mettere in calendario il rinnovo del bollino blu e dunque dell'analisi obbligatoria dei fumi
  • inviare la documentazione di avvenuta manutenzione alla società ispettrice, nonché la copia delle fatture o del pagamento del bollettino per il bollino energetico

 

Roma Capitale: come muoversi in assenza della società ispettrice

 

Se vivi nella Capitale e sei il responsabile d'impianto, è molto importante precisare che al situazione del rilascio e rinnovo del bollino blu per le caldaie a Roma è in sospeso. Tale situazione si è venuta a creare nel 2015 a seguito della scadenza del mandato della società ispettrice ATI Con.Te.: ad oggi, non è stata indetta nessuna gara d'appalto volta a sancire una nuova nomina.

 

Cosa provoca tale situazione? Oltre alla sospensione del rilascio fisico del bollino blu per le caldaie a Roma, ciò comporta anche l'assenza di controlli a campione sugli utenti per verificare la regolarità degli impianti, nonché l'emissione delle multe in caso di difformità. Attenzione, però: nonostante la situazione, i responsabili di impianto sono tenuti a rispettare le scadenze, proseguendo con la revisione degli impianti obbligatoria, nonché custodendo la documentazione relativa. 


© Fai Informazione by gnubik.itt

Articoli Simili

Cappe a condensazione: tipologie e vantaggi

A volte sono le piccole cose come le cappe da cucina, spesso dimenticate nel processo di progettazione, a giocare un ruolo di primaria e fondamentale importanza nella tua cucina.

A volte sono le piccole cose come le cappe da cucina, spesso dimenticate nel processo di progettazione, a giocare un ruolo di primaria e fondamentale importanza nella tua cucina.
Con il piano cottura o il forno spesso è il fulcro di una cucina, e quindi la scelta della cappa giusta è una decisione cruciale che devi prendere in considerazione.
Non sono apparecchiature solamente di design, il vero scopo delle cappe a condensazione è mantenere la cu [...]

Continua a leggere

Errore f22 caldaia Vaillant, le possibili cause

Se sul display della tua caldaia Vaillant appare un codice di errore f22, vuol dire che c'è un problema specifico che impedisce all'impianto termico di funzionare bene.
In questo breve approfondimento vedremo cos'è l'errore f22 e quali sono le possibili cause e le azioni da compiere per risolverlo.
Caldaia Vaillant, cosa vuol dire errore f22 L'errore f22 indica una scarsa pressione dell'acqua presente nei circuiti della caldaia: ciò provoca una m [...]

Continua a leggere

Rinnovo bollino blu caldaie Roma, a chi rivolgersi?

Il rinnovo del bollino blu per le caldaie a Roma, così come nel resto d'Italia, è un obbligo stabilito dalla legge: infatti, tale certificazione è fondamentale per garantire la sicurezza e l'eco sostenibilità degli impianti termici.
Chi non si trova in regola con il rilascio o il rinnovo del bollino blu, può incorrere in sanzioni pecuniarie che vanno dai 500 ai 3mila euro.
A chi rivolgersi per il rinnovo del bollino blu La legge è particolarmente [...]

Continua a leggere