Informatica > Hardware

Ricaricare le cartucce Epson

Come risparmiare sull'inchiostro della stampante

Un tema molto sentito dai privati ma soprattutto dalle aziende è quello di ottenere un risparmio sulle stampe. In questa guida spiegheremo quali sono i metodi funzionanti per risparmiare con una attenzione particolare alla ricarica di cartucce non originali Epson.
Le stampanti Epson infatti sono fra le più vendute e diffuse al mondo per il settore dei privati e delle piccole aziende, offrendo dei modelli a getto d'inchiostro o laser, queste ultime sia in bianco e nero che a colori.
Se le stampanti, soprattutto i modelli base, hanno un costo comunque accessibile, è noto a tutti che il guadagno che ottengono le case produttrici avviene soprattutto con la vendita dei consumabili.
Un modo per risparmiare avviene attraverso la ricarica di cartucce non originali Epson. Questo è possibile sia attraverso degli inchiostri compatibili, sia per ink jet che per laser, sia attraverso kit di ricarica che possono essere usati col fai da te, o con ditte specializzate che ricaricano le cartucce.
 
Come fare la ricarica cartucce non originali Epson
 
Come abbiamo spiegato nel primo paragrafo, le possibilità di ricarica di cartucce non originali Epson sono diverse.
Il primo metodo sta non tanto nella ricarica delle cartucce ma nell'acquistare gli inchiostri compatibili che a volte costano meno della metà rispetto agli originali, garantendo quindi un risparmio notevole soprattutto se si producono ampi volumi di stampa.
Questo sistema da una parte è molto comodo ma è possibile anche ottenere risparmi maggiori attraverso la vera e propria Come risparmiare sull'inchiostro della stampante
In questo caso infatti bisogna procurarsi dei kit di ricarica, non originali, che sono delle boccette liquide per quanto riguarda gli inchiostri delle ink jet e del toner in buste di alluminio resistenti alla luce solare.
Questa operazione come abbiamo spiegato può essere eseguita da soli o attraverso una ditta che rigenera cartucce e toner.
 
Fai da te o ditta specializzata
 
La nostra guida sulla possibilità di ricarica di cartucce non originali Epson si conclude con la spiegazione della differenza di una ricarica fatta in casa e quella di una ditta specializzata.
Il kit da usare alla fine è lo stesso, quindi se si è particolarmente abili si può effettuare la ricarica di cartucce non originali Epson anche da soli, facendo attenzione al fatto che toner e inchiostri sono potenzialmente tossici sia in caso di inalazione che in caso di ingestione.
Fatto salvo questi particolari, ovviamente è molto più sicuro rivolgersi a una ditta specializzata che compie questa operazione per lavoro e che fornisce quindi una garanzia molto precisa sul fatto che il lavoro di rigenerazione della cartuccia o del toner sia stato eseguito a regola d'arte. Con grande risparmio per l'azienda e anche ovviamente per il pianeta terra per la minore produzione di scarti da toner.


© Fai Informazione by gnubik.itt

Articoli Simili

Gospy

Auricolari Spia

Al lavoro come nella vita di tutti i giorni, non è raro avvertire la necessità di individuare uno strumento o metodo in grado di fornire supporto immediato per riuscire a venir fuori da situazioni imbarazzanti o che possono in qualche modo danneggiare la propria immagine.
Tanti sono infatti i professionisti che vengono quotidianamente chiamati ad affrontare un pubblico al quale illustrare progetti, prodotti, servizi o relazioni tecniche di ogni t [...]

Continua a leggere

Risparmiare grazie alle offerte delle cartuccie

Il costo di gestione di una stampante

È un dato di fatto che il prezzo finale di una stampante non è dato solo dal suo valore di acquisto in negozio.
Sono molti gli altri i fattori che concorrono a determinare quanti soldi stiamo sborsando per quella marca piuttosto che per una altra.
A parte qualche eventuale offerta cartuccie per stampanti, sarà sempre necessario iniziare la valutazione di un prodotto partendo dal prezzo dei materiali di consumo.
Ci sono dispositivi che sono infatt [...]

Continua a leggere

Amico Informatico

Pronto soccorso informatico

Nulla è più fastidioso di un errore critico o di un malfunzionamento che impedisce di utilizzare, del tutto o in parte, il proprio Pc o Mac.
Dopo aver tentato un paio di volte a rimediare, senza alcun successo, si rende necessario individuare qualcuno in grado di risolvere il problema, ma ciò comporta una serie di disagi per l’utente.
Innanzitutto bisogna smontare il Pc, che di solito è sempre un groviglio di cavi che andranno poi nuovamente sist [...]

Continua a leggere