Ambiente e Natura

Rifiuti Speciali, cosa sono

L'avanzare del progresso e dell'industria ha portato innumerevoli vantaggi da diversi punti di vista, tuttavia ha portato anche alla creazione di rifiuti di ogni tipo, tra cui anche alcuni pericolosi per la stessa salute umana. E' solo negli ultimi decenni, comunque, che autorità ed aziende hanno cercato di controllarne la produzione e un corretto stoccaggio di questi, anche grazie a società specializzate nello smaltimento rifiuti speciali a Roma o in altri luoghi, come ad esempio è la Nieco nella Capitale.

 

Questa sensibilizzazione a tale problema è stata dovuta anche ad una maggiore attenzione da parte delle persone verso il rispetto dell'ambiente, la tutela non solo della natura ma anche della salute umana. Questa, spesse volte nel corso del tempo, messa in secondo piano rispetto all'utilità e agli interessi dell'economia e del progresso. I problemi maggiori, dal punto di vista della salute umana ed ambientale, derivano appunto dai cosiddetti rifiuti speciali. Cerchiamo di capire meglio cosa sia di preciso tale genere di scarti.

Rifiuti urbani e quelli speciali

Una prima importante distinzione è tra spazzatura tradizionale urbana, come quella prodotta quotidianamente dalle persone sotto forma di scarti alimentari, cartacei e metallici e che vengono depositati in appositi contenitori, e quella speciale, la quale si riferisce invece alla produzione effettuata da aziende ed industrie, durante lo svolgimento delle loro diverse attività lavorative e che possono essere anche pericolose per l'ambiente e la salute.

Anche tra i rifiuti urbani, che sono gestiti da aziende e autorità locali, sono presenti elementi o composti che possono contribuire alla produzione di sostanze nocive, come ad esempio la diossina ed il percolato. I rifiuti speciali, invece, a differenza di quelli urbani, devono essere gestiti, trattati e smaltiti da società autorizzate, organizzate e competenti per questo tipo di lavoro. Tuttavia, esiste anche un'ulteriore distinzione di questo tipo di scarti.

Rifiuti speciali tradizionali e quelli pericolosi

I secondi si distinguono dai primi in quanto contengono sostanze altamente inquinanti e pericolose appunto e che devono essere trattate in maniera particolare, per renderle innocue o ridurre al massimo questa loro nocività. Tra i rifiuti speciali di tipo tradizionale vi troviamo, ad esempio, scarti prodotti da lavorazioni artigianali ed industriali oppure quelli di attività commerciali, agro-industriali o di costruzione e demolizione.

Tra i rifiuti speciali pericolosi possiamo individuare quelli derivanti dalla raffinazione petrolifera, dall'industria metallurgica o chimica, dall'attività medico-veterinaria e dalla produzione conciaria. Inoltre, vi rientrano anche gli olii esausti di varia provenienza ed i solventi. Esempi, poco conosciuti, di scarti pericolosi sono i medicinali tradizionali o i rifiuti prodotti dagli ospedali oppure, ancora, gli olii lubrificanti delle automobili o le vernici.  


© Fai Informazione by gnubik.itt

Articoli Simili

Appennino FARM

Semi femminizzati cannabis light

I semi femminizzati cannabis light sono dei semi prodotti esclusivamente allo scopo di produrre nuove piante di femmina.
Di norma infatti, è possibile che un seme di cannabis light si possa sviluppare sia in una pianta femmina che in una pianta maschio, in base al tipo di cromosomi.
La procedura di femminilizzazione invece, fa si che le piante femmina ricevano il polline dalle piante maschio, per poter dare il via alla produzione di semi femmmini [...]

Continua a leggere

L'arte del riciclo creativo

Una passione che consente anche di rispettare l'ambiente

Negli ultimi anni, il riciclo creativo è riuscito a conquistare sempre più persone in Italia, affascinate dalla possibilità di poter dare una seconda vita ad oggetti e mobili che ad un primo sguardo possono sembrare non più utili o utilizzabili.
Si tratta al tempo stesso di una soluzione che consente di risparmiare sull’acquisto di nuovi oggetti e che è in grado di regalare parecchie soddisfazioni a chi riesce a “trasformare” ogni tipo di articol [...]

Continua a leggere

Rifiuti speciali: cosa sono e come trattarli

Ogni giorno, utilizziamo una miriade di oggetti, che nonostante siano tipici della nostra quotidianità, se non smaltiti correttamente, possono rappresentare un potenziale pericolo, oltre ad essere, altamente inquinanti.
Questi oggetti sono detti appunto, rifiuti speciali o particolari.
Fanno parte di questo genere di rifiuti, anche tutti quei materiali, a cui è dedicata una raccolta particolare, che si differenzia dai classici contenitori, dati p [...]

Continua a leggere