Ambiente e Natura

Rifiuti Speciali, cosa sono

L'avanzare del progresso e dell'industria ha portato innumerevoli vantaggi da diversi punti di vista, tuttavia ha portato anche alla creazione di rifiuti di ogni tipo, tra cui anche alcuni pericolosi per la stessa salute umana. E' solo negli ultimi decenni, comunque, che autorità ed aziende hanno cercato di controllarne la produzione e un corretto stoccaggio di questi, anche grazie a società specializzate nello smaltimento rifiuti speciali a Roma o in altri luoghi, come ad esempio è la Nieco nella Capitale.

 

Questa sensibilizzazione a tale problema è stata dovuta anche ad una maggiore attenzione da parte delle persone verso il rispetto dell'ambiente, la tutela non solo della natura ma anche della salute umana. Questa, spesse volte nel corso del tempo, messa in secondo piano rispetto all'utilità e agli interessi dell'economia e del progresso. I problemi maggiori, dal punto di vista della salute umana ed ambientale, derivano appunto dai cosiddetti rifiuti speciali. Cerchiamo di capire meglio cosa sia di preciso tale genere di scarti.

Rifiuti urbani e quelli speciali

Una prima importante distinzione è tra spazzatura tradizionale urbana, come quella prodotta quotidianamente dalle persone sotto forma di scarti alimentari, cartacei e metallici e che vengono depositati in appositi contenitori, e quella speciale, la quale si riferisce invece alla produzione effettuata da aziende ed industrie, durante lo svolgimento delle loro diverse attività lavorative e che possono essere anche pericolose per l'ambiente e la salute.

Anche tra i rifiuti urbani, che sono gestiti da aziende e autorità locali, sono presenti elementi o composti che possono contribuire alla produzione di sostanze nocive, come ad esempio la diossina ed il percolato. I rifiuti speciali, invece, a differenza di quelli urbani, devono essere gestiti, trattati e smaltiti da società autorizzate, organizzate e competenti per questo tipo di lavoro. Tuttavia, esiste anche un'ulteriore distinzione di questo tipo di scarti.

Rifiuti speciali tradizionali e quelli pericolosi

I secondi si distinguono dai primi in quanto contengono sostanze altamente inquinanti e pericolose appunto e che devono essere trattate in maniera particolare, per renderle innocue o ridurre al massimo questa loro nocività. Tra i rifiuti speciali di tipo tradizionale vi troviamo, ad esempio, scarti prodotti da lavorazioni artigianali ed industriali oppure quelli di attività commerciali, agro-industriali o di costruzione e demolizione.

Tra i rifiuti speciali pericolosi possiamo individuare quelli derivanti dalla raffinazione petrolifera, dall'industria metallurgica o chimica, dall'attività medico-veterinaria e dalla produzione conciaria. Inoltre, vi rientrano anche gli olii esausti di varia provenienza ed i solventi. Esempi, poco conosciuti, di scarti pericolosi sono i medicinali tradizionali o i rifiuti prodotti dagli ospedali oppure, ancora, gli olii lubrificanti delle automobili o le vernici.  


© Fai Informazione by gnubik.itt

Articoli Simili

Rifiuti, quelli più difficili da smaltire

Da alcuni decenni a questa parte, fortunatamente, il problema dei rifiuti e del loro corretto smaltimento è divenuto una delle priorità delle amministrazioni centrali e soprattutto locali.
Queste si stanno sempre più impegnando, assieme a diverse società che offrono consulenza rifiuti a Roma o in altre località, come la Nova Ecologica nella Capitale, nel favorire la raccolta differenziata e il riciclo della maggiore quantità possibile di material [...]

Continua a leggere

La Francia Concede Concessioni per Miniera d'Oro nella Foresta Amazzonica

Il sito minerario sfrutterebbe le risorse aurifere della Guiana

La Francia sta per aprire un altro sito minerario che sfrutterebbe le risorse aurifere della Guiana.
Al di la dei proclami e delle iniziative ufficiali che vedano la Francia tra i paesi occidentali che vorrebbero ridurre l'inquinamento climatico la realtà è ben diversa.
Un eredità proveniente dalla colonizzazione francese dell’Amazzonia risalente al XX secolo, ecco il territorio per lo più ricoperto dalla foresta amazzonica che il governo frances [...]

Continua a leggere

Dog.it

Alimentazione corretta per il tuo cane

Una alimentazione corretta ed equilibrata è di fondamentale importanza per far si che il nostro cane possa vivere a lungo ed in salute.
Mangiar bene infatti, consente al nostro amico a quattro zampe di evitare di andare incontro a tutte quelle patologie che solitamente si presentano quando gli si concede di mangiare tutto ciò che vuole, dagli avanzi della nostra tavola a prodotti per lui poco salutari quali cioccolato e snack di vario tipo.
Quand [...]

Continua a leggere