Ambiente e Natura

Rifiuti tossici: come gestirli

Molto spesso sentiamo parlare dei problemi che un mancato smaltimento o riciclaggio dei rifiuti, comporta soprattutto nelle grandi città come Roma. Questo avviene soprattutto se si tratta di una particolare categoria di rifiuti: i rifiuti tossici. Questa categoria di rifiuti, può essere molto pericolosa in quanto sono velenosi e possono causare molti danni, come la morte, lesioni o dei difetti nativi nelle persone che vengono a contatto con i rifiuti tossici.


La facilità di dispersione e di contaminazione, fa sì che questo pericolo diventi sempre più concreto, soprattutto per gli animali, la vegetazione e l’ambiente. Proprio quest’ultimo è ciò che viene colpito di più da questo pericolo, in quanto i rifiuti tossici possono causare fenomeni di inquinamento atmosferico, idrico e altro ancora.
Oggi, andremo a vedere come le agenzie che si occupano dello smaltimento, riciclo e recupero dei rifiuti Roma, gestiscono i rifiuti tossici, impedendone lo spargimento e l’inquinamento ambientale.

Quali sono i materiali e da dove provengono

Sono moltissimi i materiali che possono rilasciare sostanze tossiche inquinanti. La maggior parte di questi materiali, proviene dagli scarti di fabbriche o comunque dal settore industriale o dal settore commerciale. Ovviamente esistono delle eccezioni, ad esempio possono essere trovati anche da scarti domestici, militari, medici, agricoli o anche dall’industria leggera.
Ad esempio i materiali da cui si ricavano rifiuti tossici più comuni sono:
• Amianto
• Cloro
• Diossina
• Piombo
• Cadmio
• Arsenico
• Mercurio
Gli ambientalisti o comunque delle organizzazioni, aziende o anche imprese che hanno a cuore la difesa dell’ambiente, molto spesso hanno attirato l’attenzione dei media su questa problematica inadeguata gestione dei rifiuti tossici, la quale può portare a catastrofici conseguenze. Andiamo a vedere come vengono smaltiti.

Lo smaltimento

Questi grandi carichi di rifiuti tossici, viene raccolto presso le discariche in cui vengono gettati e vengono trasportati all’interno di strutture o impianti particolari, adatti proprio allo smaltimento di questo genere di rifiuti. All’interno di questi impianti di smaltimento, i rifiuti subiscono dei trattamenti chimici per rimuovere ogni sorta di sostanza tossica presente, per poi essere trattati per un adeguato smaltimento.


© Fai Informazione by gnubik.itt

Articoli Simili

Il cibo umido per cani di qualità

Molti di noi oggigiorno hanno un cane in casa, e di sicuro tutti ci siamo posti la domanda di quale sia il cibo migliore da dare al nostro cane, che sia arrivato da noi quando era un cucciolo oppure che sia già adulto, dato che siamo noi che gli forniamo il cibo dato che non può procurarselo da solo perchè vive in casa o in appartamento.
Qual è il miglior cibo per cani? La risposta a questa domanda dipende dal tipo di cibo che stai cercando e dal [...]

Continua a leggere

Tutto quello che c'è da sapere sui pannelli solari

I pannelli solari sono una forma sicura e totalmente sostenibile per accumulare energia.
Con il tempo, questa tecnologia si è sviluppata e migliorata,  tanto che il tasso di  installazione di pannelli solari sta aumentando di anno in anno anche in Italia.
L’investimento iniziale di acquisto e posizionamento è infatti molto basso, e si ha la sicurezza di avere energia sufficiente per riscaldare l’acqua sanitaria.
Analizzando più nello specifico gl [...]

Continua a leggere

Il fiume Tevere - Un lungo viaggio dalla Romagna

Un fiume storico che ha accompagnato una grande civiltà

Il lungo viaggio Il prestigioso fiume che tutti noi siamo soliti associare alla Capitale trova origine nell’Appennino tosco-romagnolo.
È dal Monte Fumaiolo infatti che esso sfocia per giungere fino a Roma; con i suoi 405 km di lunghezza è il terzo fiume più lungo d’Italia.
Ora che abbiamo dato un’occhiata “da lontano”, scendiamo più nel dettaglio per conoscere da vicino la storia di questo fiume incredibile.
Le origini del nome La storia ci racco [...]

Continua a leggere