Salute e Benessere > Nutrizione e Dieta

Rimedi naturali per l'influenza: l'importanza della classica spremuta d'arance

L'influenza è una brutta noia, ecco come prendersi cura di se stessi al meglio

Siamo in pieno inverno, tantissime persone sono colpite dal raffreddore e l’influenza stagionale sta vivendo proprio in questo periodo il suo picco massimo.

Non è certamente per caso, dunque, se in questo periodo si parla molto spesso di rimedi naturali per l’influenza, e un rimedio prezioso a livello di prevenzione può essere senz'altro la classica spremuta di arance o di mandarini.

Spremuta di arance o di mandarini: ricca fonte di vitamina C

È ormai noto il fatto che questa spremuta sia un toccasana per la salute nei mesi invernali, e se si afferma questo non è certo per una semplice “credenza”: una bevanda di questo tipo sa essere effettivamente molto utile in quest’ottica.

La principale ragione per cui si ritiene la spremuta di arance o di mandarini sia ideale per tenere alla larga il virus influenzale è correlata al fatto che essa è ricchissima di vitamina C, un elemento nutrizionale che sa offrire degli effetti benefici davvero molto importanti e che è ampiamente contenuti in questi agrumi.

Degli approfondimenti molto interessanti sulle principali proprietà della vitamina C si possono individuare nel sito Internet Igea Salute, che si può visitare cliccando qui. Anche nel sito Internet Soluzioni Bio, è possibile trovare dei contenuti molto interessati a riguardo.

Principali proprietà della vitamina C

Senza dilungarci oltremodo possiamo evidenziare il fatto che la vitamina C sia un elemento dalla forte valenza antiossidante, dunque il suo consumo consente di fronteggiare i principali responsabili dell’invecchiamento cellulare, ovvero i radicali liberi.

La vitamina C favorisce l’assimilazione del ferro, di conseguenza si raccomanda sempre di associare, al suo consumo, quello di quantità rilevanti di questo nutriente altrettanto prezioso, si ritiene inoltre a giusta ragione che la vitamina C sia un toccasana per la bellezza della pelle.

L’aspetto principale per cui la spremuta d’arancia o di mandarini è considerata il rimedio naturale per eccellenza per prevenire l’influenza corrisponde al fatto che la vitamina C sa rinforzare in modo molto efficace il sistema immunitario.

Il consumo di buone quantità di vitamina C, dunque, è vivamente raccomandato soprattutto in questo periodo dell’anno, proprio perché può rappresentare ben più che un semplice aiuto per quel che concerne la prevenzione dei malanni stagionali.

Ovviamente per cercare di non avere l’influenza è necessario prestare attenzione a molti altri aspetti, ad esempio lavare sempre bene le mani, evitare di permanere in ambienti chiusi in cui ci sono persone che hanno il virus e via discorrendo, ma assicurare all’organismo un buon apporto di vitamina C è davvero molto utile da questo punto di vista.

Consumo ideale di vitamina C

Bere una spremuta di arance può essere davvero il modo migliore per assicurare all’organismo un ricco apporto di vitamina C; ovviamente il fabbisogno ideale di questo nutriente varia da persona a persona, ad ogni modo in una persona adulta dalla costituzione sana esso spazia da 30 mg a 50 mg.

La carenza di vitamina C può essere davvero un grosso rischio per la salute e può favorire l’insorgere di patologie: parallelamente alle malattie specifiche, quindi quelle strettamente correlate alla carenza di vitamina C, come ad esempio lo scorbuto, il generale indebolimento dell’organismo può sicuramente rendere più esposti al rischio di contrarre patologie di altro tipo.

Esiste anche il rischio opposto, ovvero quello correlato ad un consumo eccessivo di vitamina C.

Una situazione del genere può verificarsi, ad esempio, laddove si abusi di determinati integratori, è decisamente poco probabile infatti che si configuri una situazione di questo tipo attraverso l’alimentazione “normale”.

Anche quest’eventualità, ad ogni modo, deve essere contrastata, in quanto l’eccesso di vitamina C può causare problematiche di vario tipo, dalla semplice diarrea fino allo sviluppo di calcoli renali.


© Fai Informazione by gnubik.itt

Articoli Simili

L'acqua filtrata dei ristoranti è una scelta consigliata?

L'acqua dei rubinetto è una valida alternativa all'acqua in bottiglia nei ristoranti

Sempre più ristoranti stanno facendo una scelta green e di salute, a partire dalla piccola trattoria fino al ristorante stellato: decidono di puntare sull'acqua del rubinetto, filtrata sostituendo così l'acqua minerale.
Ma è una buona scelta? Il problema dell'acqua in bottiglia: pericolo plastica Quello della qualità dell'acqua in bottiglia, dei problemi che causa e delle possibili alternative, sono stati già trattati in altri nostri articoli.
L' [...]

Continua a leggere

Black Waxing Ceretta: come funziona, vantaggi, utilizzo

La ceretta è, per ogni donna, sinonimo di dolore e irritazioni; soprattutto per chi ha la pelle particolarmente delicata, può rappresentare un vero disagio.
Soprattutto nelle zone più sensibili del corpo,la depilazione può portare a fastidiosi e antiestetici rossori ed irritazioni più o meno gravi ed evidenti.
Finalmente, però, è arrivato sul mercato un prodotto rivoluzionario che può trasformare la depilazione in un piacevole momento dedicato al [...]

Continua a leggere

Varikostan Crema per le Gambe Sane e Belle

Le vene varicose sono un disturbo molto comune: nei Paesi occidentali circa i tre quarti della popolazione ne è afflitta, specie nella fascia di età over 60.
Questo disturbo si manifesta, in particolare tra le donne, attraverso la dilatazione di una o più vene, che diventano molto evidenti e possono creare notevoli fastidi. Tra le cause principali delle vene varicose si riscontrano fattori genetici, sovrappeso e obesità, sensibili variazioni ormo [...]

Continua a leggere