Edilizia e Costruzioni

Scaffalature industriali e manutenzione: cosa dice la normativa?

Le scaffalature intese come strumento di lavoro devono essere sottoposte a regolari controlli che possano assicurare che le condizioni di utilizzo siano ottimali. Un danneggiamento accidentale o anche solamente l’usura possono limitarne l’utilizzo o costituire un grande pericolo per la sicurezza, in primis, dei lavoratori e delle merci.

Le strutture di scaffalatura industriale, in quanto attrezzature di lavoro, rientrano nel campo di applicazione del D.Lgs. 81/08 dove vengono inserite le misure a tutela della sicurezza dei lavoratori in tutti i settori.  Queste norme coinvolgono principalmente quattro tipologie di scaffalature: portapallet (tradizionale), drive-in, cantilever e scaffalature a ripiani. Andando nello specifico ecco cosa prevedono le norme europee e il D.Lgs. 81/08:

  • Obbligo a carico dell’azienda utilizzatrice: nominare una persona interna all’azienda che sia responsabile dell’effettuazione di controlli periodici e regolari delle scaffalature e della compilazione dell'apposito verbale che viene rilasciata una volta che è avvenuta la verifica
  • Ispezioni di un esperto: una persona qualificata e specializzata dovrà svolgere delle apposite ispezioni a intervalli non superiori ai 12 mesi e redigere un rapporto scritto che contenga le osservazioni e le proposte per quel che riguarda le eventuali azioni da realizzare
  • Sostituzione elementi danneggiati: non devono essere permesse riparazioni degli elementi danneggiati, se non autorizzate dal costruttore o fornitore delle scaffalature
  • Cartelli di portata: devono essere posizionati in punti ben visibili per accertare la corrispondenza delle informazioni in essi contenute con le effettive caratteristiche delle scaffalature

 

Altre norme e Leggi applicabili alle scaffalature:

  • UNI EN 15878 Sistemi di stoccaggio statici di acciaio. Termini e definizioni
  • UNI EN 15629 Sistemi di stoccaggio statici di acciaio. Specifiche delle attrezzature d¡ immagazzinaggio
  • UNI EN 15620 Sistemi di stoccaggio statici di acciaio. Scaffalature portapallet. Tolleranze, deformazioni e interspazi
  • UNI EN 15512 Sistemi di stoccaggio statici di acciaio. Scaffalature portapallet. Principi per la progettazione strutturale. 

 


© Fai Informazione by gnubik.itt

Articoli Simili

Lavorazione lamiera: la storia del taglio al plasma

Storia ed evoluzione di una delle tecnologie di taglio più diffuse

Non molto tempo fa, il taglio al plasma era di dominio esclusivo degli esperti nella lavorazione dei metalli, che sapevano come modificare le impostazioni del gas e regolare l'altezza della torcia per ottenere il taglio migliore.
Il taglio al plasma fu inventato a metà degli anni '50: il titolare del brevetto apprese che inviando un getto ad alta velocità di gas surriscaldato attraverso un'apertura ristretta, un gas ionizzato o un plasma, questo [...]

Continua a leggere

Grandi Cantieri Roma

Compagnia investimenti appalti

Il mondo immobiliare sta conoscendo negli ultimi anni dei periodi abbastanza altalenanti, dovuti alla crisi e alle difficoltà conseguenti anche della gente a investire il proprio denaro sulla casa.
Però in qualche modo ci sono delle realtà aziendali che riescono a offrire dei “prodotti” immobiliari appetitosi, interessanti e innovativi.
Infatti merita di essere presa in considerazione la Compagnia Internazionale Appalti che vanta 40 anni di esper [...]

Continua a leggere

Perché sono importanti i pavimenti antitrauma

I pavimenti e rivestimenti antitrauma sono per definizione dedicati a salvaguardare gli utenti ambienti particolari in cui il rischio di lesioni a seguito impatti al suolo, deve essere minimizzato.
Si tratta principalmente delle aree destinate ai giochi dei bambini, ma anche di palestre, asili, scuole e cliniche per persone anziane o affette da morbo di Alzheimer.
Poiché per le aree gioco dei bambini questo tipo di pavimentazione è obbligatoria, [...]

Continua a leggere