Economia e Lavoro > Finanza

Singapore è un paradiso fiscale

Singapore rappresenta al meglio l'Asia degli affari e della finanza
Singapore è una repubblica autonoma situata nel sud est asiatico, nella parte più meridionale della regione Malesia.
Il paradiso fiscale Singapore è una fiorente città stato nella quale vigono le regole del libero mercato. Le società multinazionali, attratte dall'economia di mercato di questo Stato asiatico, sono moltissime e le leggi in tema di fiscalità e di economia, che il suo governo mette in atto, sono estremamente vantaggiose sia per le società sia per gli investitori stranieri. La ricchezza di Singapore risiede quindi nella produzione e nel commercio e, nonostante il governo stabilisca ferree regole da rispettare, le agevolazioni in materia fiscali sono talmente efficaci, che pare che per questo paese non ci debba mai essere il declino. Inoltre, la stabilità politica caratterizzata dall'assenza di venti di guerra, presenti invece nella area della regione araba, fa immaginare per Singapore un futuro in linea con il presente, e senza sorprese.
 
Le agevolazioni di Singapore
A Singapore i vantaggi fiscali riguardano essenzialmente le imposte sui redditi delle persone fisiche e delle società, e quelle relative all'assenza di tassazione sul capital gain. Nel primo caso le aliquote applicate per la tassazione sono decisamente inferiori rispetto a quelle in uso nei maggiori Stati europei. Per quel che riguarda il capital gain, invece, a Singapore non viene tassato. Per questi motivi Singapore è divenuta, nel corso degli anni, sede di moltissime società multinazionali e di numerosi istituti bancari che trovano, e allo stesso tempo alimentano, linfa e risorse nelle numerose attività commerciali e finanziarie svolte nel paese. Il paradiso fiscale Singapore è così divenuto, nel corso del tempo, uno Stato in cui è presente rappresentanza economica degli interessi dell'intero mondo finanziario.
 
Alla ricerca del sistema economico perfetto
L'industria manifatturiera di Singapore è il settore trainante della sua economia. Questo settore è in continua crescita, e lo dimostra senza ombra di dubbio, il continuo incremento del prodotto interno lordo del paese. La crescita della produzione manifatturiera, in particolar modo quella del comparto tecnologico, e il buon andamento delle esportazioni agiscono congiuntamente e positivamente sull'economia della regione e sul benessere di tutta la società. Sicuramente, le scelte di politica economica e fiscale e la formulazione delle norme, allineate al controllo sul mantenimento delle regole, indicano che in questa zona del mondo l'azione politica ed istituzionale si è mossa in linea con gli obiettivi economici e finanziari. Il paradiso fiscale Singapore non è forse, quindi solo questo, non semplicemente un luogo dove di pagano meno tasse, ma un esempio di economia, probabilmente non ripetibile, che in quel preciso contesto rasenta la perfezione.


© Fai Informazione by gnubik.itt

Articoli Simili

Che cosa è un paradiso fiscale?

Un paradiso fiscale è un paese dove c'è un regime fiscale in cui le tasse sono più basse o inesistenti,  comunemente applicato in altri paesi come regola.
In questi territori di solito ci sono di solito due diversi sistemi fiscali, uno per i cittadini e le imprese del paese, e un altro per gli stranieri.
Benefici fiscali che caratterizzano questi paradisi sono in particolare per gli stranieri.
I residenti in questi paesi spesso pagano le tasse co [...]

Continua a leggere

Aprire una ltd

Molti imprenditori oggi decidono di attuare la costituzione di una società Ltd nel Regno Unito, o a Cipro, in Irlanda e a Malta tutti territori che fanno parte del common wealt.
Il diritto comunitario attuale ha aperto le frontiere di questi paesi per le società di tutti i Paesi nell’Unione europea e quindi è perfettamente legale aprire una società estera nel modello societario preferito o che consenta agevolazioni.
Le tipologie di società in Ing [...]

Continua a leggere

Segreto bancario in Svizzera

La Svizzera, che gestisce il 25% delle attività estere depositate con le sue 266 banche che   da oggi devono dire addio al suo sacro suo segreto bancario  , che le ha permesso di attirare fortune per decenni, ma era stato già incrinato negli ultimi anni da pressioni internazionali.
La Svizzera, che ha goduto per anni di un sistema bancario impenetrabile dai tentativi degli altri paesi per ottenere i dati dei suoi cittadini con conti in Svizzera, [...]

Continua a leggere