Economia e Lavoro > Professioni

Spedizioni isotermiche di farmaci: più sicurezza in 5 step

Come tutte le attività di logistica del freddo, anche le spedizioni isotermiche di farmaci devono essere organizzate alla perfezione.

Se la catena del freddo si chiama catena, un motivo c’è: ogni parte è collegata e la sicurezza dell’intero percorso dipende dalla capacità di ogni sua componente. Questo vale anche per le spedizioni isotermiche di farmaci, trasporto davvero delicato e che rischia di avere effetti disastrosi se effettuato in modo scorretto.

 

Vediamo quindi quali sono i passaggi fondamentali per realizzare un sistema di trasporto perfetto.

 

  1. Definire i passaggi logistici
    Il primo passo per migliorare la coordinazione logistica è individuare connessioni e dipendenze tra i vari passaggi e i vari operatori, così da avere una situazione chiara di tutto il percorso e poter adottare le adeguate misure
     
  2. Monitorare lo scambio di informazioni
    Per poter essere efficace, la logistica ha bisogno che tutte le persone coinvolte condividano le stesse informazioni. Ecco perché è importante controllare e assicurarsi che ogni operatore disponga degli stessi dettagli.
     
  3. Stabilire una procedura standard
    Questa è una diretta conseguenza del controllo delle informazioni. Protocolli di sicurezza e documentazione necessaria a rispettare gli standard sono fondamentali per assicurarsi che le misure di prevenzione vengano applicate in ogni ambito.
     
  4. Utilizzare strumenti per il monitoraggio e la raccolta dati
    Datalogger, registratori di temperatura e kit di mappatura termica sono strumenti fondamentali per controllare in tempo reale i dati relativi a temperatura e posizione, ma anche per condividere tali informazioni, così da ottimizzare ogni segmento logistico. Tali dispositivi possono essere acquistati da distributori di soluzioni per le spedizioni isotermiche di farmaci.
     
  5. Analizzare e comparare
    Ovviamente, oltre alla parte effettiva e di monitoraggio, è necessario anche effettuare tutta una serie di analisi per capire e valutare l’impatto di tali azioni sugli indicatori di performance. Questo passaggio è fondamentale per capire quali altre misure possono essere necessarie per implementare il livello di sicurezza ed affidabilità. Va da sé che tale analisi deve essere effettuata in maniera personalizzata per ogni anello della catena logistica.


© Fai Informazione by gnubik.itt

Articoli Simili

Rifiuti Tecnologici una Miniera d'Oro in Crescita Costante

Il riciclo oro dai rifiuti tecnologici può essere un'importante opportunità per la creazione di ricchezza e posti di lavoro

Il riciclo dei rifiuti tecnologici può essere un'importante opportunità per la creazione di ricchezza e posti di lavoro, parallelamente ai classici rifiuti che riempiano le discariche ci  sono altri materiali che tutt'altro devono essere considerati che immondizia priva di valore.
Per quanto riguarda i rifiuti tecnologici questi sono composti da oro e metalli rari e preziosi, tanto da far assomigliare questa tipologia di rifiuti a come vere e pro [...]

Continua a leggere

Chi aiuta il datore di lavoro a garantire la sicurezza?

Rspp e servizio di prevenzione e protezione

Il datore di lavoro, servendosi del servizio di prevenzione e protezione-SPP esterno che lo supporta nella valutazione dei rischi lavorativi, non ha un obbligo formativo specifico in materia di salute e sicurezza sul lavoro.
L’obbligo sorge solo nel caso in cui è consentito allo stesso di svolgere internamente i compiti del SPP.
In particolare, per gli studi professionali, il monte ore della formazione del datore di lavoro-RSPP è di 16 ore, con u [...]

Continua a leggere

Food Logistics Manager nella ristorazione: i professionisti del settore

Ottimizzare l’approvvigionamento di ristoranti e punti vendita di generi alimentari è un lavoro che richiede spiccate competenze, come quelle del Food Logistics Manager.

Ogni giorno centinaia di tonnellate di materie prime alimentari vengono spostate da una parte all’altra del pianeta per raggiungere luoghi di trasformazione, punti vendita e ristoranti.
L’approvvigionamento dei prodotti alimentari richiede un elevato numero di competenze: merceologiche, economiche, geografiche, produttive e commerciali.
Garantire al ristorante o al punto vendita una disponibilità di prodotto adeguata e condizioni economiche soste [...]

Continua a leggere