Scienza e Tecnologie

Stampanti automatiche

Stampanti di etichette automatiche

L'importanza di possedere una stampante Dymo.
Dymo è un marchio leader nel settore della produzione di etichettatrici e di stampanti di etichette automatiche, strumenti che che risultano di molta utilità in svariati tipi di situazione, sia casa, sia a scuola, sia in ufficio. Le etichettatrici manuali sono degli attrezzi che prevedono l'inserimento di un rotolo di nastro all'interno e la composizione della parola desiderata mediante una rosa di lettere e un incisore che le scolpisce sul nastro. Una volta tagliato il pezzo di nastro inciso, ci si ritrova con un'etichetta adesiva, con la parola scritta in rilievo, applicabile su un qualsiasi oggetto: può essere utile ad esempio per contraddistinguere la proprietà di un oggetto ed evitare rischi di confusione o di smarrimento dello stesso. Le etichettatrici automatiche sono una variante più moderna di quelle manuali e prevedono la composizione e stampa elettronica delle etichette: sono particolarmente utili in un contesto lavorativo dove sia necessario produrre grandi quantitativi di etichette in poco tempo.

Acquistare una stampante Dymo: le etichettatrici consumer.
La prima gamma di etichettatrici che si può valutare sul sito ufficiale di Dymo è quella rivolta al consumatore finale: in questa categoria si potranno trovare due modelli: uno automatico ed uno manuale (quest'ultimo, data la natura del suo funzionamento, è l'unico che permette di creare etichette a rilievo). Le etichettatrici Dymo consumer sono i modelli più semplici, indicati per le piccole attività di etichettatura in casa, a scuola e in ufficio: sono utilizzabili per organizzare in modo più efficace i propri oggetti. Tra i modelli manuali a rilievo si ritrovano il Junior e l'Omega: la differenza tra i due è minima, cambia l'impugnatura, il design (che rende il Junior più rivolto ad un target giovane) e qualche lettera componibile in più nell'Omega (che è un modello più incentrato su un target adulto lavorativo). Tra i modelli automatici si ritrovano invece quelli della gamma LetraTAG, che sono dotati di un comodo display, il quale ci permette di vedere esattamente quale sarà il risultato finale della stampa dell'etichetta. Sono modelli elettronici a tutti gli effetti e necessitano quindi di batteria. Per un uso domestico la differenza tra usare una LetraTAG e una manuale non è molta: cambia se si hanno esigenze di stampa di etichette in minor tempo, con effetti tra cui grassetto, corsivo e sottolineato e anche con possibilità di stampare l'etichetta su due righe. Se si hanno queste esigenze una LetraTAG è la soluzione migliore, altrimenti è molto consigliabile ripiegare sul Junior o sull'Omega, che non necessitano di batteria e hanno un prezzo minore. Si ricorda infine che le etichettatrici manuali e quelle LetraTAG necessitano di due diversi tipi di nastro, ordinabili insieme al prodotto.

Acquistare una stampante Dymo: le soluzioni professionali.
Le soluzioni professionali ed industriali sono ottimizzate per uffici e negozi (offrendo, ad esempio, soluzioni da banco) e per la produzione di etichette da applicare in un contesto di produzione in fabbrica. Il concetto di fondo (la differenza tra manuali e LetraTAG) non cambia, cambiano invece i modelli.


© Fai Informazione by gnubik.itt

Articoli Simili

Gli occhiali per leggere

Al giorno d'oggi tutti hanno un paio di occhiali, che siano da vista o da sole, da lettura o solo per moda.
In ques'articolo, però, andremo a parlare di occhiali da vista.
Di che cosa si tratta? Gli occhiali da vista, definiti come protesi esterne, sono composti da due lenti e una montatura in grado di reggerle.  Essi servono a correggere insufficienze oculari o alterazioni della vista dovute da possibili diverse patologie.
In particolare gli occ [...]

Continua a leggere

Quanto costano gli occhiali da presbite?

La presbiopia, difetto visivo molto diffuso ed inevitabile, richiede lenti specializzate e delle accortezze, affinché il problema non peggiori.
Vedremo anche i prezzi degli occhiali da vista per presbiopia.
Che cosa è la presbiopia? È necessario porre le basi per capire quando e se si parla di presbiopia.
Non è che un disturbo oculare, nonché condizione para-fisiologica.
Si manifesta inizialmente come il bisogno di dover allontanare dagli occhi u [...]

Continua a leggere

I sacchi per l'aspirapolvere

L'aspirapolvere Presente ormai nel 80% delle case, l'aspirapolvere è oggi uno dei più piccoli elettrodomestici insostituibili.
Ma prima di acquistarne uno ci si deve porre la domanda: con o senza sacco?   Già nel 2014 le vendite di aspirapolvere sono leggermente diminuite (2,3%), probabilmente a causa della popolarità delle scope elettriche, che tendono a prendere il posto del principale aspirapolvere .
Ma se la tua scelta è un aspirapolvere clas [...]

Continua a leggere