Scienza e Tecnologie

Stampanti laser o a getto d’inchiostro: come scegliere

Meglio le stampanti a getto d’inchiostro o quelle laser? Un confronto tra le due tecnologie per guidarti verso la scelta migliore.

Meglio una stampante laser o una a getto d’inchiostro? Come sempre in questi casi, dipende dalle esigenze del consumatore. Facciamo un confronto tra le due soluzioni.

 

Prezzo

 

Per ciò che riguarda i costi di acquisto, la bilancia tende nettamente in favore della stampante a getto d’inchiostro. Non solo il prezzo delle laser è mediamente molto più alto (fino al doppio) ma il sovrapprezzo si riflette anche nel costo di cartucce e toner di ricarica, rispettivamente per tecnologie inkjet e laser.

 

Va anche sottolineato che entrambe le tecnologie offrono soluzioni low cost per la ricarica, solo che mentre le varie cartucce compatibili Canon, Samsung o Hp sono considerati prodotti validi e consigliabili, i toner compatibili rappresentano un rischio e, di norma, se ne sconsiglia l’utilizzo.

 

Ulteriore precisazione, sebbene i toner siano molto più cari delle cartucce, essi hanno anche un’autonomia di durata molto più ampia.

 

Rapidità d’esecuzione

 

Per stampe in serie non esiste altra soluzione se non la stampante laser. Se si prevede di stampare una vasta mole di documenti è necessario puntare sull’efficienza d’esecuzione del laser che, una volta entrato in temperature, esegue le stampe con estrema rapidità, a differenza del sistema inkjet, che non è fatto per una produzione di stampe in serie.

 

Versatilità

 

Le stampanti a getto d’inchiostro sono in grado di offrire pari prestazioni per stampe su ogni tipo di supporto cartaceo, peculiarità che non appartiene alle laser. Allo stesso modo, le inkjet sono più efficienti per la stampa di foto, immagini e altri formati differenti da quelli testuali, fattore che non appartiene alle tecnologie laser.

 

Definizione di stampa

 

Vittoria netta delle soluzioni laser per ciò che riguarda la definizione e la precisione di stampa. le stampanti laser sono molto più raffinate e tracciano i dettagli in maniera molto più professionale delle stampanti a getto d’inchiostro.

 

In conclusione

 

Di norma, si ritengono le stampanti a getto d’inchiostro le alternative ottimali per uso casalingo, ideali per chi adopera la stampante in modo sporadico e non a scopi professionali; una tecnologia che consente di ridurre le spese e di contare su un supporto versatile e duttile.


Le stampanti laser sono pressoché l’unica strada praticabile per realtà d’ufficio e, in generale, ovunque si necessiti di un supporto rapido ed efficiente per la produzione di vaste quantità di stampe.


© Fai Informazione by gnubik.itt

Articoli Simili

Matrici per presse piegatrici: chi le produce a Parma

Scopri l'ampio catalogo di Mora Costruzioni Meccaniche

In numerose aziende del settore meccanico e manifatturiero vengono attualmente impiegate le presse piegatrici, delle particolari tipologie di macchine utensili che – come dice il nome – schiacciano e piegano il materiale di partenza per mezzo di una pressione elevata.
Queste lavorazioni consistono, in pratica, in una deformazione controllata che ha come target la lamiera di metallo.
A tale materiale, che inizialmente è allo stato piano, per mezzo [...]

Continua a leggere

Scale mobili vs. ascensori: qual è l’impianto più efficiente?

In diversi contesti pubblici si possono incontrare simultaneamente due tipi di impianti destinati al trasporto verticale delle persone: gli ascensori da una parte, e le scale mobili dall’altra.
Ognuno può avere le sue preferenze personali nei confronti dell’uno o dell’altro impianto, ma a livello gestionale qual è il sistema di trasporto più efficiente per fare in modo che le persone possano arrivare comodamente dal punto A al punto B nel più bre [...]

Continua a leggere

Pompe sommerse per i pozzi artesiani: ecco le tecnologie più evolute

Sin dagli albori della sua storia l’uomo ha sempre sfruttato le risorse idriche superficiali, come fiumi e laghi, per soddisfare i propri fabbisogni; le civiltà antiche furono le prime a mettere a punto i pozzi per accedere all’acqua presente nel sottosuolo, una fonte ben più stabile di quella legata alle precipitazioni atmosferiche e all’andamento delle stagioni.
Per estrarre l’acqua da questi pozzi occorreva un intenso impegno fisico, oppure si [...]

Continua a leggere