Scienza e Tecnologie

Strumenti per il controllo delle banconote

La diffusione delle banconote false era un problema ieri ed è un problema che persiste anche ai giorni d'oggi, vediamo come proteggerci da queste truffe.

Soldi veri e soldi falsi

Il problema della falsificazione del denaro c'è sempre stato e sempre ci sarà, per questo vengono messi in vendita degli strumenti per il controllo di banconote false, anche se, avendo un po' di pazienza e mettendosi a studiare ed esaminare le banconote, i falsi si riconoscono anche ad occhio nudo sfruttando anche un altro senso molto importante, il tatto. Osservando la banconota in controluce, si potranno notare la filigrana, il registro di stampa e un filo di sicurezza. Al tatto invece si potranno percepire delle parti in rilievo, si sentirà la filigrana che si vede in controluce e tanti altri piccoli particolari vi potranno aiutare ad individuare questi falsi. Ma spesso non si ha tutto questo tempo per mettersi ad esaminare ogni banconota, per questo sono stati fatti questi apparecchi per il controllo, per lavorare bene ed in sicurezza.

Rilevatore a raggi ultravioletti oppure ad infrarossi

Tanti sono gli strumenti che vengono utilizzati per il controllo di banconote false e tra questi abbiamo quelli che utilizzano i raggi.
I rilevatori a raggi ultravioletti sono apparecchi che riescono ad individuare quei piccoli particolari che sfuggono all'occhio umano, o comunque ad occhio nudo. Le banconote sono caratterizzate, infatti da piccoli elementi che, esposti ai raggi ultravioletti diventano fluorescenti. Anche con i raggi ad infrarossi si possono vedere tutte quelle cose che sfuggono ai nostri occhi, infatti il loro lavoro è quello di esaltare alcuni tipi di materiali. Questi raggi, infatti,  mettono in risalto i materiali che vengono usati per stampare le banconote, come ad esempio l'inchiostro magnetico che viene usato solo per la stamapa di banconote vere.

Rilevatore a luce bianca o spettografia

Tra i più diffusi, possiamo trovare il rilevatore a luce bianca che, oltre ad avere costi più ridotti, permette di esaminare meglio le banconote. 
Questo rilevatore non usa altro che una lampadina che emette luce in due modi differenti in modo da ottenere due tipi di controllo diversi. Attravarso la luce riflessa si possono vedere le correzioni e le sbavature di una stampa imperfetta, quindi riconoscere bene una banconota falsa; attraverso la luce trasmessa si possono osservare quei particolare che vengono esaltati in controluce, quindi si potrà vedere la filigrana, il filo di sicurezza ed il registro di stampa. Un altro rilevatore per il controllo di banconote false è quello a spettografia che, oggi come oggi, è quello più affidabile e preciso sul mercato. Essendo un apparecchio che lavora con radiazioni elettromagnetiche, ha la capacità di individuare tutti i componenti ed i materiali della banconota, quindi di fare un esame perfetto.


© Fai Informazione by gnubik.itt

Articoli Simili

Stratasys aiuta la fabbrica di cioccolato olandese a superare i tempi di fermo dei macchinari

Visual First è un’impresa assistenza 3D olandese che sta utilizzando materiali compositi per sostituire le parti di macchine in metallo per il suo cliente The Chocolate Factory.
Con sede a Rotterdam (Olanda), The Chocolate Factory gestisce una rete di macchine per il confezionamento della cioccolata, con la produttività giornaliera dell'azienda che si affida al semplice funzionamento di una parte metallica semplice, ma cruciale, che solleva le ba [...]

Continua a leggere

Rigenerare i toner HP

  Se l'inchiostro del vostro toner HP è finito, non dovete necessariamente acquistarne uno nuovo.
Lo potete anche rigenerare, in maniera semplice e soprattutto economica.
Ecco alcune linee guida per avere un perfetto toner rigenerato HP, sia per le stampanti tradizionali che per quelle laser.
Rigenerare toner con tappo esterno   I toner con il tappo esterno sono senza dubbio quelli più diffusi.
La prima cosa da fare per procedere alla rigenerazio [...]

Continua a leggere

?Le calcolatrici scientifiche Casio e la loro utilità' nascosta

L'anno scorso è uscita una Ordinanza Ministeriale del Miur e precisamente la n.
257 04 maggio 2017 con cui si sono definiti gli strumenti di calcolo ammessi durante la prova scritta dei licei scientifici durante la maturità.
Questi sono le calcolatrici scientifiche e/o grafiche.
Queste non devono però essere dotate di CAS, né essere collegate a internet wireless, né alla rete elettrica.  Casio è stato il primo produttore della calcolatrice grafic [...]

Continua a leggere