Edilizia e Costruzioni

Sviluppo urbano: ecco Arcosanti, la città che fonde ecologia e architettura

Una micro-cittadina dell'Arizona cerca di minimizzare il consumo energetico, di territorio e di materie prime

Gli abitanti di Arcosanti (Arizona) sono convinti che l'unico modo per arginare in modo efficace il surriscaldamento climatico, sia cambiare la nostra prospettiva riguardo al pianeta e allo sviluppo urbano. E' per questo che dagli anni 70 stanno portando avanti un nuovo concetti di città, che non mette l'uomo al centro bensì lo pone sullo stesso livello dell'ambiente che abita.

Lo sviluppo urbano di Arcosanti

In climatologia l'espressione "global warming" (il surriscaldamento planetario) sta ad indicare il mutamento del clima innescato dalle emissioni di crescenti quantità di gas serra. Il problema è stato oggetto di numerosi intorni tra le massime istituzioni planetarie, ma anche di focus dedicati da Governi e media. Un recente dossier dell'emittente svizzera RSI, evidenzia la necessità di un cambiamento di prospettiva nello sviluppo urbano, se si vuole davvero affrontare in modo efficace il problema, se vogliamo salvare il pianeta salvando al contempo noi stessi. Bisogna cioè iniziare a concepire il pianete non più come un oggetto da possedere e dominare, ma come bellezza da custodire, rispettare e onorare.

Ed è proprio così che è nata Arcosanti, in Arizona. E' più di una micro-cittadina, ma un laboratorio urbano in cui si cerca di minimizzare il consumo energetico, di territorio e di materie prime, massimizzando invece l’interazione umana, il contatto con la natura e la facilità di spostamento. Sposa in pieno quel cambio di prospettiva che ha un che di filosofico: abbandonare l’antropocentrismo nello sviluppo urbano, a favore di una concezione di uomo come organismo responsabile della sua conservazione.

La nascita della "arcologia"

Siamo all'arcologia, da non confondere con la archeologia. L'arcologia è la fusione dell'architettura e dell'ecologia. il coniatore di questo termine è un italiano, l'architetto e filosofo Paolo Soleri (deceduto nel 2013), che partì da Torino alla volta dell'Arizona nel 1956 dove, dopo un periodo di apprendistato, lavorò alla sua idea di città in rapporto con la natura. Arcosanti venne costruita a partire dal 1970, e da quel momento è stata sempre ampliata dai suoi abitanti, in ossequio ai reali bisogni di spazio e alle reali disponibilità finanziarie.

Al momento conta una settantina di persone, mentre molti di più sono gli studenti e i turisti che la visitano regolarmente. Arcosanti infatti non è solo una città in costruzione, ma anche un’esperienza di vita che mira a trasmettere il valore di abitare saggiamente la casa e la natura.


© Fai Informazione by gnubik.itt

Articoli Simili

Interior design sostenibile: la nuova frontiera a rispetto dell’ambiente

La sostenibilità ambientale è sempre più uno dei principali temi di dibattito.
Oggi parlare di sostenibilità significa restituire all’ambiente e al clima le attenzioni che per molto tempo gli sono state negate.
L’interior design è oggi uno dei settori più impegnati nella difesa dell’ambiente.
Ne sono un esempio le scelte sempre più ambientaliste di alcuni importanti professionisti che scelgono di realizzare e arredare abitazioni, uffici e attivit [...]

Continua a leggere

Architetti e natura: quando il lavoro di uno imita quello dell’altra

Da sempre gli architetti si ispirano ai capolavori della natura per trarre ispirazione per alcune loro creazioni.

Architetti: l’aiuto viene dalla tecnologia Come per altri lavori più tradizionali, negli ultimi anni la tecnologia ha offerto un importante aiuto anche al settore dell’architettura.
Oltre a velocizzare lavori che un tempo venivano compiuti manualmente, sottraendo un grande quantitativo di tempo, oggi la tecnologia offre un aiuto concreto nella riproduzione veritiera del mondo naturale.
Oggi grazie alla tecnologia lo studio delle forme più autenti [...]

Continua a leggere

Manutenzione impianto elettrico abitazione: a chi affidarsi?

La manutenzione dell’impianto elettrico è fondamentale per la nostra vita e per risparmiare sensibilmente in bolletta. Ma è meglio il fai da te o il lavoro del professionista?

Ogni impianto elettrico, per rispettare i parametri imposti dalla legge e per scongiurare il rischio di incidenti gravi, deve essere realizzato secondo precise regole e con materiali di altissima qualità.
Inoltre, è necessaria una manutenzione periodica che accerti la sicurezza e la stabilità dell’impianto.
La sicurezza è indispensabile, ovviamente, ma anche una buona dose di risparmio energetico non guasta: un impianto elettrico revisionato peri [...]

Continua a leggere