Casa > Arredamento

Tecniche decorative per interni

La tecnica dello stucco veneziano

Il pregio e lo stile di una casa si scorgono già dal suo “involucro”, dalle pareti. È per questo che se si vuole conferire eleganza alla propria abitazione è possibile scegliere, tra i vari sistemi di imbiancatura per interni, lo Stucco Veneziano: una tecnica pittorica attraverso la quale sarà possibile ottenere una superficie lucida e levigata, piacevole al tatto, oltre che un effetto di rilievo, in numerose tonalità, dalle più tenui alle più sgargianti.
Innanzitutto sarà necessario predisporre gli accorgimenti che concernono tutti gli interventi di imbiancatura, e che consentiranno di salvaguardare arredi: teli in plastica o vecchie lenzuola, giornali, nastro adesivo di carta, coi quali ricoprire mobili, pavimenti, interruttori, prese, etc. In secondo luogo occorrerà preparare le pareti pulendole, livellando eventuali crepe, buchi e spaccature con carta vetrata e stucco.
Ovviamente, la corretta esecuzione dello Stucco Veneziano  segue delle regole piuttosto precise: innanzitutto l’additivo colorante va miscelato in maniera uniforme; gli attrezzi utilizzati devono essere specifici e ben preparati; la prima mano va applicata con spatola grande normale ad un’inclinazione di 15° rispetto alla parete; la seconda mano (dopo circa 10 ore) va applicata con spatola speciale in acciaio inox con un’inclinazione di circa 30°; per la terza mano (dopo altre 10 ore) bisogna prima procedere  all’affilatura della spatola con carta vetrata e poi inclinare l’attrezzo di circa 45°; la lucidatura (dopo 10 minuti) viene effettuata con la medesima spatola scorrendo e premendo sulla superficie; la fase finale prevede l’applicazione (con spugna morbida) della cera a più riprese fino a completo assorbimento (procedendo a porzioni di non più di un metro quadro per volta), il passaggio con un panno tessuto-non-tessuto, e poi un novo passaggio con panno pulito e movimenti circolari.
A dispetto della complessità di applicazione lo Stucco Veneziano  non richiede una manutenzione eccessiva: ogni due anni basterà lavare le pareti con un prodotto sgrassante e passare nuovamente la cera. Questo preserverà la traspirabilità (che impedirà anche la formazione della muffa) e garantirà una maggiore durata rispetto alle tinte tradizionali.
La specificità e difficoltà dell’esecuzione lascia supporre che la scelta più saggia sia quella di affidarsi ad uno specialista: dunque il consiglio è di  rivolgersi ad un imbianchino di fiducia.


© Fai Informazione by gnubik.itt

Articoli Simili

Il regalo giusto per l’amante dell’interior design made in Italy

Si avvicina il compleanno del vostro amico amante dell’interior design made in Italy e non sapete cosa regalargli? Stupitelo con un oggetto di design per a cucina.

Sarà capitato a tutti di avere un amico esigente su alcuni aspetti della vita: vino, arredamento, cibo, abbigliamento, per esempio.
Ogni anno, all’avvicinarsi del suo compleanno si ripresenta la fatidica domanda: e quest’anno, cosa posso regalare per fare bella figura? Non possiamo stilare la lista dei regali più cool che ci sono in circolazione, ma sicuramente possiamo darvi un consiglio se la persona in questione è un’amante del design made in [...]

Continua a leggere

Soluzioni MNV: architettura e design sotto il segno dell’ardesia italiana

L'ardesia è considerata tra i materiali tradizionali quello che più si presta a soddisfare le più vaste esigenze dei progettisti e degli interior designer per ogni tipo di realizzazione.

Per le sue particolari qualità naturali e per le ottime proprietà di impermeabilità, isolamento e resistenza, l’ardesia è considerata tra i materiali tradizionali quello che più si presta a soddisfare le più vaste esigenze dei progettisti e degli interior designer per ogni tipo di realizzazione.
Le lastre di ardesia sono infatti perfettamente adatte a molteplici impieghi, sia per rivestimenti di esterni che di interni, e rappresentano una soluzio [...]

Continua a leggere

Uno spazio comodo in ufficio

Che tu sia un libero professionista, una piccola impresa o un'azienda più grande, è sempre possibile migliorare il tuo comfort o quello dei tuoi dipendenti ottimizzando il layout dell'ufficio.
In effetti, sentirsi bene al lavoro è fondamentale.
Pertanto, lo spazio di lavoro ideale deve essere comodo e funzionale, rispettando i criteri di produttività e le preferenze di stile di ciascuno.
Spazio confortevole Comodità, prima di tutto, a partire da [...]

Continua a leggere